La dieta ventre piatto è molto ambita da chi ha il grasso localizzato nella zona dell’addome e vorrebbero avere una pancia piatta. Grazie alla dieta pancia piatta questo desiderio può diventare realtà.

E' importante sapere che è molto utile, quando si segue una dieta dimagrante, il consumo di te per dimagrire, questa bevanda è in grado di stimolare la diuresi e quindi aiuta a sgonfiarsi.

Esempio regime alimentare 

Di seguito è illustrato un esempio di dieta ventre piatto, che vi permetterà di eliminare il grasso accumulato nell’addome e sentirvi di nuovo in forma. E'importante abbinare, a qualsiasi tipo di regime dietetico, della moderata attività fisica.

Lunedì

  • Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato con tre biscotti, possibilmente integrali.
  • Spuntino metà mattina: tre fette di papaya.
  • Pranzo: 150 gr di gnocchi conditi con pesto e un piatto di insalata verde.
  • Spuntino metà pomeriggio: un vasetto di yogurt magro e tre albicocche.
  • Cena: 150 gr di pesce spada con contorno di spinaci e due fette di pane, preferibilmente integrale.

Martedì

  • Colazione: un vasetto di yogurt magro e un frutto.
  • Spuntino metà mattina: 100 gr di lamponi.
  • Pranzo: 80 gr di riso con pomodorini e una porzione di insalata mista.
  • Spuntino metà pomeriggio: un pompelmo o un arancio.
  • Cena: due uova sode con contorno di asparagi e due fette di pane integrale.

Mercoledì

  • Colazione: una tazza di latte con caffè e 4 biscotti.
  • Spuntino metà mattina: una spremuta di arance o agrumi.
  • Pranzo: 100 gr di pasta con rucola e 50 gr di grana padano e una porzione di insalata.
  • Spuntino metà pomeriggio: una tazza di frutti di bosco o un frutto a piacere.
  • Cena: minestra di verdure, 100 gr di formaggio magro, preferibilmente ricotta di mucca, crescenza ecc., una porzione di cicoria e due fette di pane.

Giovedì

  • Colazione: un vasetto da 125 gr di yogurt magro e tre fette biscottate integrali.
  • Spuntino metà mattina: un frutto fresco.
  • Pranzo: un trancio di 200 gr di salmone cotto alla griglia con contorno di insalata di sedano e carote.
  • Spuntino metà pomeriggio: un frutto.
  • Cena: 100 gr di riso, 200 gr di pesce spada e un piatto di insalata verde.

Venerdì

  • Colazione: un vasetto di yogurt magro e un frutto.
  • Spuntino metà mattina: due fette di ananas.
  • Pranzo: 80 gr di riso con gamberetti con contorno di pomodori rucola.
  • Spuntino metà pomeriggio: una fetta di anguria.
  • Cena: minestra di cereali, 120 gr di petto di pollo cotto ai ferri con contorno di insalata.

Sabato

  • Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato con cereali.
  • Spuntino metà mattina: una mela.
  • Pranzo: 150 gr di ravioli al sugo di pomodoro e un piatto di insalata verde.
  • Spuntino metà pomeriggio: tre fette di melone.
  • Cena: minestra di verdure, 100 gr di prosciutto crudo e insalata di carote e sedano.

Domenica

  • Colazione: una spremuta di arancia o un cappuccino con tre fette biscottate.
  • Spuntino metà mattina: una pesca.
  • Pranzo: 100 gr di pasta al pomodoro e una porzione di insalata.
  • Spuntino metà pomeriggio: una mela.
  • Cena: una pizza a piacere.

Alternativa numero 2: un altro esempio 

mmagine per l'articolo Dieta ventre piatto: ecco i segreti per snellire l'addome

La dieta ventre piatto è un regime alimentare dietetico che aiuta a eliminare il grasso che si concentra soprattutto nell’addome. Uno dei segreti di questo regime dietetico è far raggiungere il peso forma a chi la segue, è di bere molta acqua, che aiuta ad eliminare le scorie che il nostro organismo produce durante la digestione. Un altro alleato nel combattere le adipe nell’addome è il te, che aiuta a stimolare la diuresi.

Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta ventre piatto, che vi permetterà di dire addio ai chili di troppo localizzati sull'addome e che contiene 1400 calorie dieta giornaliere.

Lunedì

  • Pranzo: 100 gr. di verdure grigliate miste, ad esempio peperoni, zucchine e melanzane, 100 gr. di mozzarella di mucca, 200 gr. di frutta di stagione.
  • Cena: una porzione di gnocchi al pomodoro e basilico, 100 gr. di filetto magro di manzo grigliato con contorno di insalata, di pomodori e rucola.

Martedì

  • Pranzo: un trancio di pizza alle verdure, una porzione di insalata mista e 200 gr. di frutta di stagione.
  • Cena: 50 gr. di pasta con zucchine cotte alla griglia, 130 gr. di pesce spada grigliato con contorno di insalata mista e pomodori.

Mercoledì

  • Pranzo: 100 gr. di hamburger di manzo magro cotto ai ferri, 40 gr. di pane, preferibilmente integrale e 200 gr. di frutta di stagione.
  • Cena: zuppa di verdure, 100 gr, di straccetti di manzo magro ai ferri con contorno di insalatina verde.

Giovedì

  • Pranzo: 100 gr. di petto di pollo ai ferri con contorno di insalata mista e 200 gr. di frutta di stagione.
  • Cena: 50 gr. di pasta con 40 gr. di ricotta vaccina, 200 gr. di carne i ferri con contorno di insalata e fagiolini.

Venerdì

  • Pranzo: 100 gr. di verdure grigliate, 100 gr. di fiocchi di latte magri e 200 gr. di frutta di stagione.
  • Cena: 50 gr di pasta condita con 60 gr. di frutti di mare, 100 gr. di salmone ai ferri con contorno di insalata mista.

Sabato

  • Pranzo: 40 gr. di pasta condita con 60 gr. di verdure grigliate, un uovo e 200 gr. di frutta di stagione.
  • Cena: 150 gr. di carne di maiale ai ferri, 100 gr. di patate al forno e 200 gr. di frutta di stagione.

Domenica

  • Pranzo: 200 gr. di verdure grigliate, 400 gr. di gamberoni grigliati e 200 gr. di macedonia di frutta condita con limone e senza zucchero.
  • Cena: 40 gr. di riso, 60 gr. di scamorza cotta alla piastra con contorno di insalata mista.

L'importanza della colazione

In questo menù dieta ventre piatto, la colazione è composta da 200 ml. di latte parzialmente scremato con caffè, 2 fette biscottate integrali con un cucchiaio di miele. Durante la mattinata o il pomeriggio è preferibile mangiare uno yogurt magro o una spremuta. E’ importante condire tutte le pietanze con olio di oliva a crudo, che non deve mai superare 4 cucchiaini al giorno.

Pancia piatta: quali esercizi fare?

Oltre alla dieta ventre piatto che esercizi fare per avere una pancia perfettamente piatta? Prima di scoprire quali sono gli esercizi più indicati per chi ha questo tipo di obiettivo, è doveroso fare alcune premesse.Se una persona è in condizioni di sovrappeso, anzitutto, deve preoccuparsi in primis di raggiungere un peso forma ottimale: solo in questo caso, infatti, si può fronteggiare in modo efficace il problema dell’addome pronunciato.

Allo stesso modo va detto che vi sono anche tantissime persone che non sono affatto in sovrappeso, ma che convivono con questo fastidioso problema della pancia gonfia.

Le cause, da questo punto di vista, possono essere disparate: abitudini poco salutari quali bere spesso alcolici o bevande gassate possono accentuare il volume dell’addome, allo stesso tempo è bene evitare di eccedere con tutti gli alimenti che tendono a fermentare.

Il problema del gonfiore addominale può essere legato anche a una generale condizione di stress psico-fisico, al fatto di consumare i pasti con eccessiva fretta, oppure al fatto di non masticare bene gli alimenti… gli aspetti alla base del problema, dunque, possono essere molteplici.

Oltre a quanto specificato, anche il livello di tonicità dei muscoli addominali ha certamente un’influenza da questo punto di vista, di conseguenza eseguire degli esercizi specifici può essere molto utile a chi intende contrastare questo inestetismo.

Da questo punto di vista è molto importante riuscire ad allenare tutti i muscoli dell’addome, ovvero addominali alti, bassi e obliqui.

Chi va in palestra ha modo di fare molteplici esercizi fitness per questi muscoli, che però possono essere allenati anche in casa con un comune tappetino. 

Anche a livello di esercizi “fai da te” le possibilità di allenare gli addominali sono tantissime, ad ogni modo gli esercizi “base” sono sicuramente questi: per gli addominali alti è necessario distendersi supini sul tappetino con le gambe leggermente piegate e sollevare il busto con la sola forza dell’addome, per allenare gli obliqui va bene il medesimo esercizio, variato con l’esecuzione di una piccola torsione laterale, mentre per quel che riguarda gli addominali bassi si può partire da posizione supina e sollevare le gambe, senza aiutarsi con le braccia.

Nell’esecuzione di tutti questi esercizi, è utile ricordarlo, è molto importante curare la respirazione.



Potrebbe interessarti

Cibi sani: scopriamo l'importanza di mangiare correttamente

immagine usata per l'articolo Cibi sani: scopriamo l'importanza di mangiare correttamente

Mangiare in modo sano ed equilibrato è la prerogativa fondamentale di un regime alimentare salutare e utile all'organismo di un individuo. La presenza di cibi sani anche all'interno di una dieta è infatti importantissimo.

Leggi tutto...

Dieta proteica: un menù da seguire

Molte persone sono insoddisfatte del proprio aspetto fisico, vedono nel loro corpo la presenza di grasso localizzato e di fastidiosi cuscinetti, che nelle donne si localizzano soprattutto nei fianchi e nei glutei.

Leggi tutto...

Scopriamo i benefici della riflessologia plantare

La vita quotidiana frenetica e stressante tende, nel corso del tempo, ad avere ripercussioni sulla salute e benessere delle persone. Queste, per fronteggiare tali problematiche fisiche, cercano di incrementare le attività salutari per l'organismo, come lo sport ad esempio, o di porre maggiore attenzione all'alimentazione. Altre, invece, si rivolgono direttamente a terapie mediche, sia tradizionali che cosiddette alternative. Di queste ultime, alcuni ne diffidano, mentre altri si dichiarano estimatori dei benefici della riflessologia plantare ad esempio o di altre pratiche.

Leggi tutto...

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo. Ma ci sono dei metodi interessanti per snellire i fianchi: scopriamoli.

Leggi tutto...

Dieta Glicemia: ecco qual è l'alimentazione consigliata

L'innalzamento del tasso di glicemia (livelli poco al di sopra di 90 mg/dl sono già un campanello di allarme) può provocare danni alla salute, anche in casi di assenza di diabete

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Sostituti del pane: quali scegliere

A chi non piace mangiare accompagnando il tutto con un bel pezzo di pane. Stiamo ovviamente parlando di un alimento che è assolutamente al centro della nostra dieta da "italiani"; tuttavia, è innegabile... in certi casi abusarne fa davvero male; soprattutto durante l'estate, per rimanere più leggeri, si consiglia di consumarne poco o addirittura di sostituirlo con altri alimenti.

Leggi tutto...

Centro dimagrimento Milano: dimagrire e rassodare

Sono diverse le persone che desiderano perdere i chili di troppo e riacquistare così il proprio peso ideale, ma non sempre le diete riescono a far raggiungere questo obiettivo. Molte donne devono combattere anche contro il grasso localizzato e la cellulite e spesso le creme apposite non riescono ad eliminare del tutto questi problemi estetici.

Leggi tutto...

Dieta ventre piatto: consigli utili dopo la gravidanza

Uno dei problemi più difficili da risolvere in ambito estetico è quello legato alla riduzione del giro vita. Sono infatti tantissime le donne che desiderano un addome piatto e rimodellato spesso poco scolpito a causa di una gravidanza o di terapie di dimagrimento inefficaci e repentine.

Leggi tutto...

Dieta e stitichezza: cosa mangiare per regolare l'intestino?

La stitichezza è un disturbo intestinale molto diffuso che si manifesta con sintomi vari tra cui dolori all’addome, meteorismo e difficoltà durante l’evacuazione. Come aiutare il nostro organismo a prevenire questa fastidiosa alterazione dell’equilibrio intestinale?

Leggi tutto...

Cibi sani: scopriamo l'importanza di mangiare correttamente

immagine usata per l'articolo Cibi sani: scopriamo l'importanza di mangiare correttamente

Mangiare in modo sano ed equilibrato è la prerogativa fondamentale di un regime alimentare salutare e utile all'organismo di un individuo. La presenza di cibi sani anche all'interno di una dieta è infatti importantissimo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dieta del pollo: sveliamone i segreti

La dieta del pollo è un ottimo e facile rimedio per perdere i chili di troppo e tornare al proprio peso forma. Il pollo è un alimento ottimo da consumare in estate, quando il nostro organismo richiede alimenti più leggeri e digeribili.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Protesi per capelli: caratteristiche e costi

Ideali per coprire sia piccole zone del cranio sia l'intera testa, le protesi per capelli sono prodotte su misura a seconda del singolo caso e non sono assolutamente invasive. Non si parla di un trattamento chirurgico, bensì di una struttura di base formata da particolari polimeri traspiranti cui vengono collegati i capelli sintetici o naturali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top