Le calorie che si assumono durante la dieta, chiamate anche calorie alimentari, sono indicate dalla sigla Cal o kcal, e indicano l’apporto energetico che ogni alimento offre al nostro corpo. La maggior parte degli alimenti confezionati che sono venduti all’interno dei supermercati, hanno riportata sulla confezione i dati riferiti alle calorie che l’alimento contiene in una porzione di circa 100 grammi.

E’ utile sapere che il sistema internazionale di unità di misura esprime l’apporto calorico dei cibi in Joule al posto della caloria.

L'importanza di assumere le giuste calorie giornaliere

Per assumere un corretto regime calorico che porti al raggiungimento del peso forma e magari alla riduzione del grasso localizzato, è necessario ridurre l’assunzione di grassi e praticare una sana attività fisica. Di seguito sono illustrati alcuni consigli utili che vi aiuteranno e dimagrire e rimanere in forma.

Per prima cosa è necessario ridurre l’apporto calorico giornaliero e mangiare cibi sani, cucinati nella giusta maniera, in modo da assumere le calorie necessarie e soddisfare il proprio fabbisogno energetico giornaliero. Ad esempio una donna che svolge un’attività fisica giornaliera media ha bisogno di un apporto calorico di circa 1500- 2000 al giorno.L'apporto calorico va suddiviso rispettando un ordine preciso durante la giornata.

Come suddividerle nei pasti

La colazione è il pasto principale, perché il nostro corpo ha bisogno di molta energia per affrontare la giornata, quindi a colazione bisognerebbe assumere circa 400 calorie durante una dieta. Durante il pranzo e la cena bisognerebbe considerare un apporto calorico di circa 700. Durante la giornata, esattamente a metà mattinata e a metà pomeriggio, è consigliabile mangiare due spuntini, magari un frutto, uno spremuta o uno yogurt. E’ importante sottolineare l’importanza di fare 5 pasti al giorno, che aiutano a far lavorare il metabolismo nel modo giusto.

Bisogna poi mangiare cibi diversi ogni giorno, infatti, ogni alimento ha le sue caratteristiche alimentari e durante una dieta il corpo ha bisogno di un’alimentazione bilanciata e varia.
Praticare una sana attività fisica che aiuta a tonificare la massa muscolare, ad aumentare la densità ossea, a migliorare la respirazione e l’elasticità articolare.

L'importanza di tenere calorie sotto controllo

Un dieta mirata dovrebbe aiutare a ridurre e a controllare l'apporto calorico in eccesso; molto spesso però, regimi dietetici sbagliati non consentono di lavorare in modo idoneo su di esse.

È necessario sapere in primis che, per ottenere buoni risultati da una dieta e riuscire a conservare il peso forma a lungo, bisogna puntare proprio sul controllo calorico, importante anche per curare e prevenire alcune malattie.

Come si controllano

Il controllo va effettuato sia sulle dosi in eccesso che su quelle in difetto, puntando su una scelta mirata ed equilibrata dei cibi da consumare.

Per un controllo ottimale, è sempre bene avere a portata di mano una bilancia per contare le calorie o un misurino, in modo tale da sapere quale è il reale contenuto calorico di ogni alimento; sarebbe anche utile appuntare su un diario dedicato le calorie ingerite giornalmente.

Per evitare l'uso del sale, causa anche di ritenzione idrica, si può optare per spezie ed erbe aromatiche dal basso contenuto calorico.

Il condimento ideale rimane sempre l'olio extravergine di oliva, sempre senza esagerare con le dosi; mentre la carne può essere aromatizzata con un po' di vino (70-100 Kcal).

Da evitare infine il consumo di pane, grissini e michette, soprattutto tra una portata e l'altra, che garantiscono un quantità di calorie dieta che varia tra le 100 e le 200 Kcal.

Le diete a “tot” calorie

Sono molto diffuse alcune diete che prendono il nome dalla quantità di calorie che vengono mediamente assunte dall’organismo durante l’intera giornata.
Una delle “peggiori”, ovvero una delle meno consigliate, è la dieta 1000 calorie: si tratta di un regime alimentare veramente restrittivo, anche per una donna del peso di 45 kg e alta 155 cm. Anche se apparentemente questa dieta appare ricca di alimenti e molto varia, l’apporto che ne consegue è veramente insufficiente, anche se si fa pochissimo movimento durante il giorno.

Cucinare con gusto, controllando le calorie

Preparare piatti gustosi per tutta la famiglia non è sempre semplice. Da un lato infatti si deve stare attenti agli alimenti che si scelgono, evitando quindi i grassi o le calorie; dall’altro si deve comunque portare in tavola qualcosa di saporito, ma anche di sano, ricco di elementi nutritivi preziosi. La salute va sempre a discapito del gusto? È proprio vero che tutti gli alimenti che ci piacciono di più ci fanno anche male? In verità non è sempre così, basta cucinare nel modo corretto.

Le verdure

Sono tante le persone che non amano le verdure, e non si tratta solo di bambini. Le melanzane hanno una consistenza molliccia, le zucchine sono poco saporite, l’insalata è di quel colore verde che non piace a nessuno. Ma è proprio vero che le verdure sono così disgustose? Direi proprio di no, ci sono infatti tantissimi piatti che si possono preparare con le verdure, che consentono di mantenerle gustose e piacevoli. Ad esempio le polpette di ricotta e verdure, che si preparano con una base di ricotta, cui si aggiunge la verdura che si preferisce, cotta al vapore e poi strizzata. Oppure le verdure al forno: proprio come le patate, anche melanzane, zucchine, peperoni e chi più ne ha più ne metta sono particolarmente golose se cotte in forno, basta un filo di sale. Si può preparare una teglia mista, con tante verdure diverse, oppure comporne una con un’unica verdura. Per migliorare il sapore si può utilizzare del sale, più tutte le spezie e le erbe aromatiche che si desiderano.

La carne

Non tutti amano la carne e molte carni risultano eccessivamente grasse. Ad esempio le classiche costine di maiale: certo, piacciono a tutti, ma non sono un piatto che si possa mangiare ogni giorno. Da preferire il peto di pollo, o anche la classica bistecca: carne magra da cucinare alla piastra, senza aggiungere altro che un pizzico di sale e di pepe. La bistecca perfetta deve però essere di ottima qualità e cotta alla perfezione. Se non ama la carne al sangue meglio preferire l’hamburger, o le polpette, da cuocere al forno per conferire maggiore leggerezza. Sono ottimi anche i bocconcini di pollo al latte, che permettono di mantenere questa carne morbida e succulente, evitando di renderla grigia e troppo compatta. Non è necessario preparare troppo spesso la carne, soprattutto se non piace ai nostri familiari; la si può cucinare anche solo una o due volte alla settimana, senza che questo influisca su una dieta equilibrata.

Il pesce

In Italia, un paese con una fascia costiera così lunga, il pesce non dovrebbe mancare sulla tavola, almeno per 3-4 pasti a settimana. Purtroppo però non tutti amano il pesce, soprattutto i bambini. Per insaporire la carne del pesce la si può preparare alla griglia o alla piastra, cosparsa di poco olio d’oliva e di tante erbe aromatiche. Anche il pesce più semplice e meno costoso, come ad esempio il nasello, diventa prelibato se cucinato al forno, con pomodorini e basilico, provare per credere.





Potrebbe interessarti


Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Leggi tutto...

Dieta scarsdale: dimagrire in 14 giorni di fuoco

La dieta Scarsdale è una dieta ipocalorica nata negli Stati Uniti nota anche come SMD (Scarsdale Medical Diet). Essa prevede un programma di due settimane dallo scarso apporto calorico, intorno alle 1000 kcal al giorno, costituito da un'alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche.

Leggi tutto...

Dieta south beach: i trucchi per dimagrire

La dieta south beach è un piano dietetico messo a punto dal medico cardiologo Arthur Agatston (luminare Statunitense) e si basa sulla restrizione dei carboidrati, sull'indice glicemico degli alimenti e sulla scelta di grassi ritenuti salutari per l'organismo.

Leggi tutto...

Gli spuntini: l'importanza di uno snack

 

Attualmente gli spuntini vengono spesso consigliati da medici e dietisti, dai giornali e dalle riviste di settore; la loro funzione è quella di regolarizzare l'assunzione di cibo. Dopo un lungo periodo di digiuno si tende ad assumere un quantitativo di cibo molto superiore al necessario, poiché occorrono almeno 20 minuti prima che il cervello recepisca i primi segnali di sazietà. L'attacco di fame insorge inevitabilmente se si lasciano passare troppe ore tra un pasto e l'altro; in questi casi l'unico modo per difendersi è quello di fare dei break durante l'arco della giornata.

Leggi tutto...

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Leggi tutto...

I più condivisi


Dieta estiva: come depurare il corpo dopo l'inverno

La primavera è alle porte e si respira già un’aria diversa, le giornate sono più lunghe e l’umore di molte persone è più allegro. La primavera è la stagione che porta la natura e risvegliarsi e a rinascere dopo il lungo e freddo inverno, purtroppo però è proprio grazie alle temperature più miti che la maggior parte delle persone si accorge, togliendo dall’armadio i pesanti e larghi maglioni, di aver preso qualche chilo.

Leggi tutto...

Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Leggi tutto...

Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è utile per depurare e a riequilibrare l'organismo e nasce da antichi dettami cinesi, che prevedono cibi freddi (yin) e caldi (yang). Questa dieta è ricca di fibre, il suo regime alimentare apporta circa 1300 calorie giornaliere e il consumo dei cibi va scelto anche in base al tipo di benessere psicofisico che cerchiamo.

Leggi tutto...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...

Dieta 1300 calorie: dimagrire velocemente

Una dieta che consente di perdere peso in modo veloce prevede un regime alimentare con un apporto calorico di circa 1300 calorie giornaliere. E' importante al termine della dieta 1300 calorie, continuare a seguire un regime alimentare corretto ed equilibrato, per non riprendere i chili persi.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Dieta Birmingham: i segreti per tornare in forma

La dieta Birmingham, conosciuta anche con il nome di “Birmingham Heart Hospital Diet” e "Cardiac Unit of UAB Hospital Diet", è un tipo di regime alimentare molto in voga in America e utilizzato principalmente nei pazienti obesi che soffrono di problemi cardiaci.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Trattamento Scrub Detossinante: ecco i benefici

Per riuscire ad eliminare tutte le cellule morte del nostro corpo ed aiutare il processo di rinnovamento della pelle, spesso, può essere necessario un trattamento scrub detossinante conosciuto anche come gommage oppure con il termine peeling.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top