La primavera è alle porte e si respira già un’aria diversa, le giornate sono più lunghe e l’umore di molte persone è più allegro. La primavera è la stagione che porta la natura e risvegliarsi e a rinascere dopo il lungo e freddo inverno, purtroppo però è proprio grazie alle temperature più miti che la maggior parte delle persone si accorge, togliendo dall’armadio i pesanti e larghi maglioni, di aver preso qualche chilo.

Durante l’inverno, sarà colpa del freddo, della sedentarietà che colpisce alcune persone, delle giornate trascorse in casa a sgranocchiare snack vari, che alcune persone, se non tutte, aumentano di peso. Subito dopo la primavera arriva l’estate e si va al mare, ma se non si riesce a perdere quei fastidiosi chili di troppo, la prova costume è un problema.

Segreti della dieta estiva

Un rimedio per perdere peso e ritrovare il proprio peso forma è quella di seguire una dieta estiva, composta da un’alimentazione sane e equilibrata, che permette di depurare e rigenerare il corpo. La dieta estiva si basa sul consumo di un moderato apporto di calorie dieta giornaliere, che permette di perdere peso in modo graduale e sano.

La maggior parte di questo genere di diete si basa sul consumo di verdure e cibi crudi e di stagione, che sono ricchi di sali minerali e vitamine. Inoltre l‘assunzione di cibi crudi e freschi è favorita dal caldo, infatti, quando le temperature sono elevate, il nostro organismo ha bisogno di rinfrescarsi. In una dieta estiva l’assunzione di acqua è di fondamentale importanza e serve a recuperare i sali minerali che il nostro corpo perde quando sudiamo.

L'importanza di idratare il corpo: la dieta dell'estate per dimagrire

E’ consigliabile bere almeno due litri di acqua al giorno o tisane e bevande varie, magari una bella tazza di tè freddo. Un ottimo alleato della dieta estiva è sicuramente l’attività fisica, che aiuta a allenare i muscoli, rinforzare il cuore e a scaricare lo stress.

Esempio menù dieta estiva

L’estate è alle porte e possiamo quasi dire addio ai pesanti cappotti e alle maxi maglie, è proprio in questo momento che molte persone scoprono improvvisamente di avere preso qualche chilo di troppo durante l’inverno. Le donne, in particolar modo, vivono la prova costume con un po’ di preoccupazione, soprattutto se hanno perso il proprio peso forma.

Di seguito è illustrato un esempio menù dieta estiva, che contiene circa 1500 calorie dieta e vi aiuterà a tornare in perfetta forma.

Lunedì

Colazione: 1 tazza di thè e a metà mattina un frullato con 150 ml latte scremato e 100 g di fragole
Pranzo: insalata preparata con, lattuga, carote e carciofi crudi, condita con limone e 1 cucchiaio di olio e limone, 2 gallette integrali e un uovo sodo
Merenda: 1 yogurt magro
Cena: 120 gr di bresaola con rucola, 30 g di grana, sale, poco olio e 2 gallette integrali

Martedì

Colazione: 1 vasetto di yogurt magro con 30 gr di cereali
Pranzo: insalata di germogli di soia, carote, cipollotti e ravanelli condita con limone, 1 cucchiaio di olio e semi di sesamo, 70 gr di quartirolo e una fetta di pane
Merenda: 2 kiwi
Cena: 100 gr di  prosciutto crudo con insalata mista all'aceto balsamico condita con 1 cucchiaio di olio 

Mercoledì

Colazione: 1 tazza di tè con 4 fette biscottate integrali
Pranzo: insalata verde, ravanelli e cipollotti con 1 cucchiaio scarso si mandorle tritate condita con limone e 1 cucchiaio di olio, 100 gr di crescenza e 1 fetta di pane
Merenda: 100 grammi di fragole al naturale
Cena: una fetta di pizza margherita, una porzione di finocchi crudi conditi con sale, pepe e 1 cucchiaio di olio; due palline di gelato alla frutta

Giovedì

Colazione: 1 yogurt magro con 150 gr di frutta 
Pranzo: insalata con sedano, carote, germogli di soia, pomodoro, finocchi e 3 noci condita con 1 cucchiaio di olio; 80 gr di ricotta e 30 g di pane 
Merenda: 1 fetta di ananas 
Cena: 140 gr di tacchino affettato condito con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, limone, pepe e sale; 2 carciofi crudi con prezzemolo, limone, 1 cucchiaio di olio e 30 gr di pane 

Venerdì

Colazione: 200 ml di latte scremato e 3 biscotti 
Pranzo: insalata di cipollotti, lattuga e ravanelli condita con limone e 1 cucchiaio di olio; 100 gr di tonno al naturale e 30 gr di pane 
Merenda: 1 spremuta 
Cena: 200 gr di legumi conditi con 1 cucchiaino di olio extravergine e 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato; insalata verde con 1 cucchiaio di olio e 2 crackers

Sabato

Colazione: 1 tazza di tè con 4 gallette di mais e a metà mattina spuntino con 1 yogurt magro
Pranzo: insalata di carciofi crudi, lattuga, sedano e carote con 1 cucchiaio di olio e limone, una fetta di pane e 120 gr di fiocchi di latte 
Merenda: 1 pera
Cena: 120 gr di tonno cin scatola con insalata di rucola condita con 1 cucchiaio di olio e aceto di mele; 2 gallette di riso 

Domenica

Colazione: 1 vasetto di yogurt e 150 gr di frutta 
Pranzo: insalata con lattuga carote, trevisana, sedano e carciofi crudi con limone e 1 cucchiaio di olio; 1 uovo sodo, 3 grissini
Merenda: 1 bicchiere di latte
Cena: 2 bruschette al pomodoro con un filo di olio e origano 100 gr di mozzarella a dadini e una porzione di germogli di soia in insalata con 1 cucchiaio di olio.

Estate e alimentazione: mangiare i cibi giusti

dieta estiva

Durante la stagione estiva è importante curare bene il rapporto tra estate e alimentazione, assumendo molti minerali e vitamine, per evitare di avvertire disturbi quali cali di pressione, debolezza e stanchezza, soprattutto nei casi in cui il termometro supera i 30 gradi.

Come curare il rapporto tra estate e alimentazione

Con il caldo diminuisce l’appetito e aumenta il desiderio di assumere cibi freschi che diano energia. È necessario tuttavia fare attenzione a non saltare mai i pasti (almeno 3 al giorno), perché l’organismo, se a corto di energia e minerali, provoca maggiore senso di spossatezza e stanchezza.

La sudorazione, inoltre, elimina dal corpo grandi quantità di sali minerali, che devono essere costantemente reintegrati per evitare cali di pressione e malesseri. Durante l’estate, la digestione rallenta e basta poco per sentirsi subito appesantiti da un'errata dieta estiva.

Per facilitare il lavoro dello stomaco, bisogna evitare il consumo di: pasta o risotti eccessivamente conditi, formaggi stagionati, salumi grassi(salame, mortadella ecc.) o piatti appena tolti dal frigo, che possono provocare congestioni e nausea.

L'importanza degli spuntini

E’ consigliabile fare dei piccoli spuntini nel corso della giornata a base di frutta e verdura di stagione, yogurt e formaggi freschi e leggeri.

Ottimo anche il cetriolo un cibo che mantiene perfetto il rapporto tra estate e alimentazione e inoltre disseta e favorisce l’eliminazione delle tossine dall’organismo; contiene un basso contenuto calorico (14 kcal ogni 100g); è ricco di minerali (potassio, cloro, sodio, magnesio, ferro e zinco), che consentono il ripristino di quei micronutrienti che si perdono con il caldo e il sudore.

Dieta e attività fisica, binomio indivisibile

Per quanto una dieta estiva equilibrata possa essere ottima come rimedio per poter perdere del peso, se non si pratica l'attività fisica, gli sforzi commessi fino a quel determinato momento diverrebbero tutt'altro che utili.

Questo per un semplice motivo: le quantità di sostanze che si accumulano nel corpo, seppur poche rispetto ad un pasto abbondante, potrebbero accumularsi nel proprio corpo. Di conseguenza, anche se si perde peso, il proprio corpo potrebbe assimilare una quantità maggiore di sostanze, che non vengono smaltite immediatamente. Di conseguenza, diverrà praticamente impossibile perdere peso in maniera vistosa e soprattutto, i tempi per poter vedere i primi risultati convincenti, potrebbero aumentare parecchio.

Attività fisica senza dieta: altro problema

Diversa invece la situazione qualora si applichi una sorta di modo di fare opposto, ovvero si opti per praticare tanta attività fisica senza però seguire un regime alimentare corretto ed equilibrato.

In questo caso, si ottengono degli svantaggi: ad esempio, correre per circa un'ora al giorno, per poi mangiare tantissimo a pranzo o cena, non fa altro che rovinare gli sforzi fisici che vengono effettuati durante l'allenamento quotidiano.

Ovviamente, questo concetto è valido per qualsiasi tipo di allenamento che si effettua e non solo per la corsa. Questo per il semplice fatto che, tutte la calorie e grassi che vengono bruciati durante la corsa, verranno riacquistati con un pranzo che risulta essere eccessivo e ricco di cibi grassi. Pertanto, anche un'attività fisica di qualsiasi tipo, se non viene accompagnata da una dieta estiva, che non necessariamente deve essere di tipo ferreo, sarà completamente inutile e non farà altro che far perdere del tempo alle persone che adottano questo modo di fare.

Dieta estiva equilibrata ed allenamento, il giusto compromesso

Dieta estiva ed attività fisica devono quindi camminare di pari passo, in maniera tale che, i risultati, si possano vedere in tempi veramente molto brevi.
Inoltre, bisogna sottolineare che, con un regime alimentare equilibrato e con un buon allenamento, i risultati risultano essere garantiti.
Da aggiungere anche il fatto che, una dieta ferrea e un allenamento troppo rigido, potrebbero comportare un affaticamento eccessivo, con conseguenze negative.
Quindi, una sessione d'allenamento breve e non troppo intenso, e tre pasti al giorno non eccessivi, rappresentano la soluzione ideale per chi deve perdere peso.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group