L’estate freme ad arrivare e con essa anche la nostra voglia di una linea impeccabile che spesso però vorremmo raggiungere senza troppe rinunce.
Per raggiungere dei buoni risultati però le rinunce ci sono e come, e di conseguenza è bene mettersi l’anima in pace a fare i sacrifici richiesti.

Alimento immancabile durante il periodo estivo è proprio il gelato, ricco di elementi nutrienti come proteine, zuccheri semplici e grassi, e una buona dose di fosforo e calcio. Questo regime dietetico è veramente speciale perchè può essere facilemnet seguito dai golosi,a i quali permette di tornare in forma perfetta mangiando appunto del gustoso gelato sciolto, preferibilmente artigianale.

L’importanza del gelato in estate

Una buona notizia però è quella che tra i tanti dolci a cui dobbiamo per forza rinunciare, il gelato al contrario può diventare un vero “alleato della dieta”.
Sono anni che si parla dei componenti nutrienti del gelato, difatti questo contiene proteine, zuccheri semplici e grassi, una buona dose di fosforo e calcio, il tutto in maniera totalmente equilibrata e che non compromette la dieta ma anzi che può essere integrato per completare un pasto leggero.
In sostanza quindi il gelato a crema è molto nutriente e contiene “energia” pronta all’uso.

Frutta o creme?

E’ senza dubbio preferibile consumare gelati a frutta e possibilmente artigianali. Si stima che un cono gelato a frutta, con due gusti, contenga circa 120 kcal mentre uno a crema e cioccolato 188.
Se stiamo dunque seguendo una dieta da 1300 calorie il gelato può essere messo come spuntino a metà mattina o metà pomeriggio, alternando i gusti a crema e quelli alla frutta.

Ovviamente prima di prendere iniziative è bene rivolgersi ad un nutrizionista in modo da equilibrare i pasti così da poterci permettere anche un bel gelato per spuntino, anche perché come suddetto il gelato è un alimento molto nutriente e se non viene abbinato bene potrebbe compromettere i nostri sforzi.
Sicuramente includere il gelato nella dieta può essere un incentivo in più a seguirla costantemente, specialmente per chi non riesce a rinunciare totalmente ai dolci. Così facendo possiamo psicologicamente non sentire forti restrizioni e comunque includere un alimento dolce e buono che ci aiuta a raggiungere quotidianamente un alto grado di soddisfazione psicologica.

Caratteristiche dieta del gelato

Solitamente questa dieta, che fornisce 1200-1300 calorie circa al giorno, prevede l'assunzione di un gelato diverso, tra quelli presenti in commercio, da consumare in qualsiasi momento della giornata. Ogni tipologia di gelato ha un proprio valore nutrizionale, da tenere in considerazione per assicurare la giusta dose di proteine, grassi e zuccheri giornaliere.

Esempio di un menù dietetico

Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta del gelato che deve essere seguito per soli sette giorni e che vi permetterà di recuperare il vostro peso ideale.

Primo Giorno
Colazione: 125 g di yogurt magro, 4 biscotti integrali
Pranzo: gelato fior di latte, 200 g di fragole
Cena: 80 g dirisotto con verdure (zucchine, peperoni, melanzane), 130 g di carpaccio di manzo con sedano, insalata di pomodori (condita con 2 cucchiaini di olio)

Secondo Giorno
Colazione: un bicchiere di thè al limone, 100 g di crostata alla frutta
Pranzo: gelato alla frutta, 200 g di frutta fresca
Cena: 80 g di pasta tonno e ricotta, insalata di pomodori, una fetta di pane integrale

Terzo Giorno
Colazione: 150 g latte p. s., 2 fette biscottate integrali con un velo di marmellata
Pranzo: gelato allo yogurt, 200 gr di frutta fresca
Cena: 70 g di pasta fredda (preparata con carote, tonno, 1 uovo sodo, rucola, 1 cucchiaino d’olio), una fetta di pane integrale

Quarto Giorno
Colazione: un bicchiere di succo di frutta, 5 biscotti secchi
Pranzo: gelato misto di creme
Cena: 70 g di pasta al pomodoro fresco e basilico, una fetta di salmone alla griglia, insalata mista, una fettadi pane integrale

Quinto Giorno
Colazione: un bicchiere di spremuta di pompelmo, 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di miele
Pranzo: gelato alla frutta, 200 g di frutta fresca
Cena: insalata di polipo (condita con 2 cucchiaini di olio,carote, sedano e succo di limone), insalata, una fetta di pane integrale

Sesto Giorno
Colazione: 125 g di yogurt bianco, 30 g di cereali
Pranzo: gelato affogato al cioccolato
Cena: 70 g di pasta con le vongole, una fettina di pollo con zucchine lesse (insaporite con 2 cucchiaini di olio e uno spicchio d’aglio, una fetta di pane integrale

Settimo Giorno
Colazione: frullato di banane con latte p.s.
Pranzo: gelato misto di creme
Cena: 80 g di pasta con le sardine, insalata mista, 2 cucchiaini di olio, una fetta di pane integrale

Altro esempio di dieta alimentare che prevede il consumo del gelato due volte a settimana e non tutti i giorni è la seguente:

Lunedi

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 150 gr di mela;
Pranzo: 90 gr di pasta con 100 gr di piselli e 100 gr di mela;
Spuntino: 100 gr di pera;
Cena: 100 gr di tonno al naturale, 150 gr di pomodoro, 90 gr di pane e 100 gr di ananas.

Martedì

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 100 gr di banana;
Pranzo: 80gr di pasta con 50 gr di vongole (anche quelle nel barattolo al naturale vanno bene);
Spuntino: 20 gr di crackers;
Cena: 100 gr di pollo, 150 di lattuga, 100 gr di pomodoro, 90 gr di pane e 100 gr di mele.

Mercoledì

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 150 gr di pera;
Pranzo: 100 gr di pasta, 100 gr di pomodoro, 100 gr di pera.
Spuntino: 100 gr di gelato alla frutta;
Cena: 70 gr di prosciutto crudo, 100 gr di funghi 50 gr di pane e 100gr di banana.

Giovedi

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 100 gr di banana
Pranzo: 100 gr di pasta, 10 gr di parmigiano, 150 gr di mele;
Spuntino: 125gr di yogurt magro;
Cena: 100 gr di mozzarella, 100 gr di pomodoro, 100 gr di lattuga, 150 gr di ananas.

Venerdì

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 20gr biscotti secchi;
Pranzo: 100 gr di pasta, 1 dado, 10gr di parmigiano, 100gr pere;
Spuntino: 100 gr di mele;
Cena: 80 gr di prosciutto cotto, 200 gr di pomodoro, 100gr banane.

Sabato

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 150 gr pere;
Pranzo: 100 gr di pasta, 80 gr di broccolo o verdura a foglia verde, 150gr di banane;
Spuntino: 20gr barretta ai cereali;
Cena: 120gr carne bovina, 100 gr lattuga, 100 gr pomodoro, 150gr di ananas.

Domenica

Colazione: 40 gr di cornetto vuoto imbustato o 200 gr di latte parzialmente scremato con 30 grammi di corn flakes;
Spuntino: 125gr yogurt magro;
Pranzo: 90 gr di pasta, 50 gr di pomodoro, 50 gr di tonno, 100 gr di pere;
Spuntino: 100 gr di mele;
Cena: 200gr di gelato alla frutta accompagnata da un cono o da una brioches.


Potrebbe interessarti

Creme antirughe efficaci: come scegliere quella giusta

immagine che mostra una donna preoccupata dalla sua pelle e in cerca della crema antirughe più adatta

Arriva per tutti, donne e uomini, il momento in cui si comincia a fare i conti con il tempo che passa e i segni che lascia sulla nostra pelle, in particolare quella del viso. Alla comparsa della prima ruga o degli antiestetici “cedimenti” su guance e collo, ecco che si cerca subito di correre ai ripari con l’utilizzo di sieri e creme antirughe, che possano aiutare a contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Eliminare l'adipe dell'addome: dire addio al tessuto grasso

Eliminare l'adipe dell'addome

L'adipe, conosciuto anche con il nome di tessuto adiposo, è formato da particolari cellule, gli adipociti e sono divise in tessuto adiposo bruno e bianco.

Calorie della Bresaola: scopriamo il suo apporto nutrizionale

calorie della bresaola

Cibi sani? Le poche calorie della bresaola, per gli amanti di insaccati e salumi sono una manna dal cielo, infatti questo salume si può mangiare in quasi tutti i regimi dietetici che devono essere poveri di calorie.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Dieta ipocalorica: scopri come funziona

 

Il mondo delle diete è un mondo che definire vulcanico significa dir poco, dal momento che ne nascono di continue, ogni anno c’è la tanto annunciata “dieta rivoluzionaria”. Detto ciò, aggiungiamo anche che ogni dieta professa delle cose buone e delle cose che lo sono meno. Ultimamente sempre più spesso si sente parlare di una dieta liberamente ispirata alla dieta, al regime alimentare e allo stile di vita dei cacciatori-raccoglitori del Paleolitico.

La dieta del minestrone: dimagrire con l'aiuto delle verdure

La dieta del minestrone fu inventata da un cardiochirurgo del Sacred Memorial Hospital di St. Louis, per soggetti obesi cardiopatici che dovevano essere sottoposti a interventi di cardiochirurgia. Essa è infatti adatta esclusivamente a chi è in sovrappeso di almeno 7-8 kg; non è perciò consigliabile a chi ha solo qualche chilo di troppo. 

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Leggi anche...

Dieta di primavera: rinascere con la natura

L'avvento della primavera è considerato un periodo di rinnovamento in diversi ambiti della vita quotidiana. Grazie alla dieta di primavera il vostro organismo ha la possibilità di depurarsi, allontanando lo stress accumulato durante la stagione invernale e perdere quei chili di troppo che minacciano il nostro peso forma.

Leggi anche...

Rimedi naturali per ridurre la cellulite

La cellulite, oltre ad essere un mero problema estetico, è una disfunzione della microcircolazione sanguigna le cui cause possono essere diverse dalla sedentarietà alla ritenzione idrica, da fattori costituzionali, ormonali o vascolari, motivo per cui ne soffrono anche persone molto magre. L’inestetismo a livello epidermico si manifesta con la cellulite quando una cattiva microcircolazione sanguigna stressa il tessuto adiposo sottocutaneo. Esistono diversi tipi di cellulite, a seconda del grado di gravità del disturbo.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.