Quando si sceglie di intraprendere una dieta, è indispensabile dimagrire in modo sano e graduale, in modo tale da ottenere una perdita di peso duratura. Certe diete promettono dimagrimenti veloci, spesso al termine del regime, i chili vengono riacquistati con facilità e velocità. 

Prima regola per dimagrire in modo sano: non saltare i pasti

La dieta (che vi consigliamo di cominciare rigorosamente il lunedì, dopo i pasti abbondanti della domenica) per tante persone è una scelta obbligata ma a pensarci bene, un’alimentazione corretta certamente non fa male a nessuno. Invece, quello che fa molo male è saltare i pasti con lo scopo di perdere peso più velocemente: questo non vi farà dimagrire in modo sano.
Per cominciare vediamo quali sono in sintesi gli effetti negativi che ha il digiuno sul nostro organismo:

  • Rallenta estremamente il metabolismo;
  • Rischia di far perdere la massa magra;
  • Allo stesso tempi facilita l’aumento della massa grassa;
  • Fa aumentare il rischio di malnutrizione;
  • Fa aumenta il rischio di soffrire di disordini alimentari.

A tutte queste possibilità c’è una spiegazione molto semplice, e anche se sono in molti coloro che pensano che per dimagrire in modo sano possa essere utile saltare qualche pasto, credendo che negare all’organismo le calorie e i nutrienti per un dato periodo di tempo porti alla diretta conseguenza della riduzione della massa grassa, non è assolutamente così!

Dimagrire in modo sano: vi sveliamo i segreti per farlo!
Innanzitutto si ha stress e nervosismo perché saltare colazione, pranzo e cena ovviamente interessano la nostra mente. Infatti, le ghiandole surrenali avvertono la carenza di nutrienti e si occupano di rilasciare un ormone, detto cortisolo, il quale fa innalzare inevitabilmente i nostri livelli di stress. Abbiamo poi il non trascurabile aumento della fame, in quanto, digiunando nel corso della nostra giornata si va incontro ad un calo di zuccheri fisiologico che spingerà il nostro cervello a desiderare il cibo stimolando così di conseguenza un irrefrenabile senso di fame, che è il motivo per cui si arriva al successivo pasto molto più affamati del normale. Se a questo si va ad aggiungere che si avverte una carenza di glucosio che pare faccia aumentare il desiderio di mangiare gli alimenti ricchi di carboidrati, allora, cresce esponenzialmente il rischio che al pasto seguente non solo si mangerà molto di più ma, inoltre, non si riuscirà a resistere al cibo spazzatura! Questo, ovviamente, rende totalmente vani i sacrifici che si sono fatti con il salto del pasto.
Quindi, sappiate che non mangiare non aiuta a dimagrire in modo sano ma, a lungo termine fa ingrassare e favorisce la distruzione dei muscoli!

Attenzione alla fame nervosa

Fra i consigli che possiamo dare a chi soffre di questo problema, il più delle volte legato a uno sforzo della volontà, c'è quello di mangiare con calma e lentamente qualsiasi cibo. La cosa migliore è dividere in più pasti la giornata: mattina, metà mattina, pranzo, merenda pomeridiana, cena. Durante tutti questi momenti dedicati all'alimentazione, sedersi e mangiare con molta calma, assaporando i vari cibi. In questo modo si riesce a controllare il comportamento alimentare ed evitare di mangiare in maniera sconsiderata quando non è consentito. Masticare poi in maniera prolungata, farà in modo di rendere ogni momento decisivo per combattere questo stato mentale.
Essendo poi una condizione di fame dettata da stress e ansia, cerchiamo di riempire le giornate facendo sport e altre attività soddisfacenti, che aiutano a smettere di cercare cibo con cui trascorrere il tempo.


Potrebbe interessarti

Dieta Weight Watchers: i guardiani del peso

La dieta Weight Watchers, tradotto letteralmente "i guardiani del peso", nasce nel lontano 1963 ad opera di Jean Nidetch. Questa dieta si basa sul rispetto di una sana alimentazione, sorretta dalla consulenza di un'equipe specializzata di esperti nutrizionisti (di qui l'accezione "guardiani del peso").

Dieta diabete tipo 1: i cibi concessi

Il diabete è una malattia che non permette all’organismo di metabolizzare lo zucchero che si trova nel sangue. Le persone che soffrono di diabete devono seguire una dieta diabete che non però non è molto restrittiva.

Torboterapia per il corpo: come curare artrosi ed inestetismi in modo naturale

Torboterapia per il corpo

La torboterapia per il corpo è un metodo usato fin dall’antichità per contrastare diversi tipi di patologie. Grazie a degli specifici principi attivi estratti da alcuni vegetali, è stato possibile trovare un trattamento di prevenzione di diversi disturbi reumatologici e del dolore.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Dieta dei tre giorni : dimagrire in poco tempo

La dieta dei tre giorni può essere seguita in modi diversi, sono infatti possibili molte variazioni della stessa. È bene ricordare in primis che questo regime dietetico, pur consentendo di perdere circa 5 kg, va effettuato non tanto per dimagrire, ma per depurare e disintossicare l'organismo, magari dopo periodi di sbagliata alimentazione, allo scopo di eliminare grosse quantità di liquidi dal corpo.

Dieta Plank: scopri come perdere 9 kg in due settimane

Immagine d'esempio usata nell'articolo Dieta Plank: scopri come perdere 9 kg in due settimane

Le origini della dieta Plank non sono ancora conosciute, erroneamente la si associa alla Max Planck Society, il cui fondatore è Max Karl Ernst Ludwig Planck, un pilastro della fisica contemporanea, anche se il legame è privo di fondamenta.

Leggi anche...

Dieta estiva: come depurare il corpo dopo l'inverno

La primavera è alle porte e si respira già un’aria diversa, le giornate sono più lunghe e l’umore di molte persone è più allegro. La primavera è la stagione che porta la natura e risvegliarsi e a rinascere dopo il lungo e freddo inverno, purtroppo però è proprio grazie alle temperature più miti che la maggior parte delle persone si accorge, togliendo dall’armadio i pesanti e larghi maglioni, di aver preso qualche chilo.

Leggi anche...

Protesi per capelli: caratteristiche e costi

Ideali per coprire sia piccole zone del cranio sia l'intera testa, le protesi per capelli sono prodotte su misura a seconda del singolo caso e non sono assolutamente invasive. Non si parla di un trattamento chirurgico, bensì di una struttura di base formata da particolari polimeri traspiranti cui vengono collegati i capelli sintetici o naturali.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.