Questa dieta rapida, veloce e molto semplice da seguire, è utile per ridurre i gonfiori, eliminare liquidi e perdere peso; con un ridotto contenuto di zuccheri, privilegia le proteine. Questo regime alimentare è indicato per quegli individui che devono dimagrire in breve tempo per problemi di salute (come coloro che devono sottoporsi a operazioni chirurgiche e l'eccesso di peso potrebbe rappresenta un grave pericolo), oppure per gli sportivi professionisti che devono rientrare in determinate categorie di peso per gareggiare: tutti soggetti che possono essere seguiti da uno staff medico e che hanno serie motivazioni per ottenere il massimo dimagrimento nel minor tempo possibile.

A chi è sconsigliata

La dieta last minute è invece sconsigliata nei casi in cui si desidera unicamente apparire in forma in occasione di un giorno importante o della “prova bikini” estiva, perché, spesso senza il supporto di un esperto e senza avere idea dei risultati che è possibile ottenere, si raggiungerebbero esiti fallimentari. Questa dieta riduce il metabolismo, ma rende sempre più difficile il mantenimento del peso o il dimagrimento. Di fatto, capita spesso che i chili persi vengano subitaneamente ripresi nel giro di qualche settimana.

Alcune considerazioni

Questo regime dietetico non deve essere assolutamente considerata la soluzione per potersi abbuffare di cibo e poi perdere un paio di chili velocemente: l’effetto fisarmonica, vale a dire il corpo che si ingrassa e dimagrisce di continuo, può essere molto deleterio e arrecare gravi danni all’organismo. La cosa migliore da fare per vivere bene e in forma è seguire con costanza un’alimentazione bilanciata e corretta, che si basi sul consumo di tutte le sostanze nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno per vivere. Di seguito sono illustrati alcuni consigli utili per riuscire a mantenere inalterato il proprio peso forma.

  • Mangiare cinque porzioni di pesce la settimana
  • Utilizzare preferibilmente i cibi realizzati a base di farina integrale
  • Consumare i pasti in modo regolare, cercando di rispettare il più possibile gli stessi orari
  • Praticare una moderata attività fisica, non è necessario iscriversi in una palestra o piscina, ma si possono anche eseguire dei semplici esercizi di ginnastica a corpo libero in casa, oppure una bella passeggiata a passa svelto nel parco, della durata di almeno trenta minuti. Lo sport è di fondamentale importanza perchè serve a bruciare parte delle calorie assunte con il cibo e mantiene in forma l’apparato cardio-respiratorio e circolatorio, i muscoli e le generali condizioni del corpo.
  • Bere almeno un litro e mezzo di acqua naturale il giorno, che aiuta a depurare e idratare l’organismo.

La dieta lastminute dei 2 giorni

Abbiamo già detto che questa tipologia di dieta deve essere seguita esclusivamente per brevissimi periodi. Può sicuramente aiutarci in caso di occasioni particolari, in cui desideriamo apparire al meglio, o per rientrare in un vestito che ultimamente stringe un po’ troppo. Ecco allora un menu studiato appositamente per essere seguito in un paio giorni.

Un menu effetto “urto”

Nella prima giornata è consentita l’assunzione quasi esclusivamente di frutta. A colazione un frullato con latte scremato e frutto a piacere, 2 spuntini (a metà mattina e a metà pomeriggio) con ghiacciolo alla frutta, a pranzo e cena una macedonia mista di circa 200 gr.

Durante il secondo e terzo giorno l’alimentazione è più varia e prevede:

Colazione:

latte scremato + 1 fetta biscottata con poca marmellata diet

Pranzo:

una porzione da 150 gr. di pesce cotto al vapore o ai ferri + porzione di verdura + 40 gr. di pane

Cena:

130 gr. di carne magra e priva di grasso (preferire le carni bianche come pollo e tacchino) + porzione di verdura + 40 gr. di pane

Fino a – 10 kg: la dieta lastminute che dura un mese

Ideale solo per chi è effettivamente in sovrappeso, può essere un valido aiuto per vedere in breve tempo dei risultati ed essere incoraggiati nel proseguire poi con un regime alimentare sano e bilanciato.

Studiata sull’alternanza di menu giornalieri, consente di variare gli alimenti assunti e prevede di volta in volta il reintegro anche dei grassi.

Colazione a scelta tra:

  • Biscotti integrali (n.3) + caffè o tè oppure con un frutto di stagione
  • Fette biscottate (n.2) + 200 ml di latte preferibilmente scremato oppure 150 ml di spremuta d’arancia
  • Yogurt magro con 2 cucchiai di cereali

Spuntini a scelta tra:

  • 2 biscotti integrali
  • Yogurt magro
  • 1 frutto a piacere

Pranzo dei giorni pari:

  • Minestrone di verdura + 40 gr. di pane

oppure

  • 100 gr. di legumi a scelta tra piselli, ceci, fagioli o lenticchie + una porzione di verdura al vapore o bollita

Pranzo dei giorni dispari:

  • Una porzione di riso o pasta da 70 gr. accompagnata da 80 gr. di bresaola + insalata

oppure

  • la stessa quantità di carboidrati + 100 gr. di petto di pollo e una porzione di verdura a scelta

Cena dei giorni pari a scelta tra:

  • un uovo + insalata + 30 gr. di pane
  • 100 gr formaggio (ricotta o mozzarella) + verdura + 30 gr. di pane

Cena dei giorni dispari a scelta tra:

  • Pesce a scelta cotto al vapore + insalata + 30 gr. di pane
  • Carne bianca + verdura + 30 gr. di pane

Il sabato o la domenica (un solo giorno a scelta) è possibile cenare con una pizza margherita.

Anche in questa dieta si consiglia di seguire poche semplici regole per ottenere i risultati sperati. Mai saltare i pasti (rallenta il lavoro del metabolismo), fare un po’ di attività fisica (anche una passeggiata a passo svelto), bere almeno 2 lt di acqua al dì per depurare l’organismo e sgonfiarsi più velocemente.

La dieta last minute (o dieta dell'ultimo minuto) è una dieta ipocalorica che consente di perdere al massimo 2-3 chili ed è consigliabile seguirla al massimo per cinque giorni. Durante questo periodo bisogna evitare l’allenamento troppo duro, preferendo esercizi di stretching o pilates per rilassare e allungare la muscolatura.

Benefici del pilates teorici e benefici reali

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.
Sappiate, prima di tutto, che il metodo segue dei principi con base filosofica e teorica, quindi non si tratta solamente di un insieme di esercizi da svolgere ma di un vero e proprio mezzo per diventare più consapevoli di se stessi, del proprio corpo e, naturalmente, della propria mente, finendo per creare un connubio perfetto, dando vita a questa disciplina che sembra unire alla perfezione le discipline fisiche tipicamente occidentali ad una concezione che ricorda quella orientale, senza però mai accoglierne pienamente gli insegnamenti.

In linea generale un percorso di pilates inizia con l’individuazione dell’eventuale difficoltà o dello scompenso presente attraverso l’analisi del baricentro del corpo, procede con l’acquisizione della tecnica attraverso la concentrazione, il controllo, la fluidità, la precisione e rieducando alla respirazione, finendo, naturalmente, per praticare il tutto con una regolarità tale da permettere di trarre tutti i benefici del pilates.

Occorre fare una distinzione puntuale tra quelli che sono i benefici teorici di questo metodo e quelli che sono i benefici reali, ricordando sempre che questi possono cambiare da corpo a corpo e che non bisogna assolutamente disperarsi o mollare alle prime difficoltà, ricordando sempre che i benefici del pilates non sono gli stessi che ci si aspetterebbe da un’altra pratica di fitness.
I benefici del pilates comunemente riportati sono i seguenti:

  • Maggiore e migliore flessibilità e quindi estensione del movimento
  • Postura statica e dinamica
  • Migliore coordinazione
  • Maggiore forza e maggiore resistenza muscolari
  • Maggior controllo del core, includendo anche il pavimento pelvico
  • Migliore capacità di adattamento 
  • Migliore percezione dello spazio circostanze
  • Maggiore autostima 
  • Controllo e concentrazione mentale maggiore
  • Maggiore efficienza nella respirazione
  • Migliore connessione mente-corpo

Visti tutti questi benefici del pilates, si è spesso scelto di consigliare la pratica di questo metodo a chi necessita di una riabilitazione.
Muovendosi come un sistema integrato il corpo non può che trarre, effettivamente, molteplici vantaggi, motivo per cui il pilates è davvero in grado di migliorare la flessibilità, la forza e la resistenza in isometria, oltre che permettere di avere un maggior controllo ed un miglior equilibrio.
Quello che però bisogna sapere è che non occorre sopravvalutare il pilates ed essere in grado di riconoscerne i limiti: non si tratta di un’attività miracolosa che risolverà i vostri eventuali dolori alla schiena, per esempio, ma è sicuramente un’ottima alternativa alla sedentarietà, indipendentemente dalla vostra età.
Tra i benefici del pilates indiscutibili si trova sicuramente la stabilizzazione ed il corretto allineamento del core, il quale permette di ridurre notevolmente l’incidenza di infortuni soprattutto a livello lombare, luogo spesso di dolori più o meno cronici.

Come cambia il corpo

Diciamoci la verità, fare attività fisica e vedere il proprio corpo cambiare è sicuramente un incentivo a non mollare e a continuare l’attività scelta.
Esistono dei benefici del pilates che riguardano prettamente l’estetica e che vanno ad aggiungersi ai benefici del pilates sopra detti di carattere prettamente “interno”.

Praticare il pilates con una corretta frequenza crea un benessere generalizzato, permettendo anche di dimagrire senza doversi affaticare eccessivamente, questo perché, rafforzando i muscoli si va ad aumentare il metabolismo basale e quindi il dispendio energetico quotidiano aumenta.
Il primo dei benefici del pilates che si ripercuotono direttamente sul corpo è sicuramente la perdita di massa grassa: lavorando sulla resistenza si attiva il metabolismo, dando vita ad un’azione di tipo cardiovascolare che “brucia i grassi”.
Per riuscirci è importante mantenere costante l’intensità dell’attività e cercare di spingersi sempre fino al limite.
Direttamente conseguente a questo beneficio del pilates troviamo la tonificazione dei muscoli: impegnatevi a seguire con attenzione le indicazioni dell’insegnante e imparerete ad isolare i muscoli e farli lavorare, rendendo il proprio corpo più tonico.
Come conseguenza dei benefici del pilates legati alla postura e alla flessibilità, finirete inevitabilmente per percepire il vostro corpo sotto uno sguardo diverso: avere la schiena ben dritta, le spalle ben poste e mai curve, sono tutti elementi che oltre ad evitarvi dolori migliorano anche la vostra immagine.

Se vi state chiedendo dopo quanto tempo sia possibile vedere questi risultati, naturalmente non vi è una risposta univoca ed uguale per tutti, occorre considerare la condizione di partenza, la frequenza con cui ci si allena, se si effettuano altre attività, ma sappiate che dedicando del tempo al pilates almeno due volte a settimana i risultati non tarderanno ad arrivare, soprattutto se accompagnati da costanza, impegno e voglia di migliorarsi.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group