Alcuni studi hanno rivelato che esiste un legame tra dieta e fertilità che può rivelarsi determinante se si vogliono avere maggiori probabilità di diventare madri; quindi anche la coppia che cerca di avere un bambino deve dunque fare attenzione a quello che mangia.

Quali alimenti incidono sulla fertilità

Anche il peso può influire sulla possibilità di restare incinta; è necessario che la donna sia normopeso; ogni variazione in difetto o in eccesso può infatti influire sull’ovulazione e sulla gestazione.

Scopriamo cosa mangiare

Ci sono alcuni alimenti che inseriti in una dieta favoriscono la fertilità e sono elencati di seguito.

  • Pesce: ricco di omega 3 e zinco, aiuta il buon funzionamento dell’apparato riproduttivo e contribuisce allo sviluppo del sistema nervoso del feto. Anche il fosforo che contiene è molto importante per la gestione di alcuni meccanismi metabolici.
  • Zinco: contenuto nel pesce, nei frutti di mare, nelle uova, nel latte e nella carne; è essenziale nella produzione degli spermatozoi e nella maturazione degli ovociti.
  • Olio extravergine: ricco di vitamina E, utile al corretto equilibrio ormonale; è anche un potentissimo antiossidante, in grado di rallentare i processi di invecchiamento.
  • Pasta, riso e pane integrale: per evitare un innalzamento eccessivo della glicemia e dell’insulina, turbando così l’equilibrio della riproduzione.
  • Quinoa (Chenopodium quinoa): oltre a essere consumato previa cottura, o come ingrediente delle zuppe, viene spesso utilizzato dall’industria per la preparazione di paste, cereali da prima colazione, vari alimenti preconfezionati e dolci. È ricco di tutti gli aminoacidi utili a favorire la fertilità, compresa la lisina (presente in quantità molto minore anche nel granturco, nel riso e nel frumento).
  • Frutta e verdura: ricche di vitamine, enzimi, minerali e antiossidanti, che proteggono le membrane cellulari.
  • Aglio: contenente zolfo, capace di prevenire le infezioni alle ovaie, e selenio, che incrementa il numero di spermatozoi e ne aumenta la motilità.

  • Asparagi: contengono betacarotene, iodio, potassio, zinco.
  • Frutti rossi: contengono vitamina C in grandi quantità.
  • Cavolfiore: è ricco di vitamine (l’acido folico, la vitamina B6, la vitamina C) che proteggono gli ovuli e gli spermatozoi; contiene inoltre boro, che è in grado di alzare i livelli di estradiolo.
  • Mandorle: contengono la vitamina E, potente antiossidante, e l’arginina, che aumenta il numero e la motilità degli spermatozoi.

  • Ananas: contiene bromelina, un enzima che facilita la digestione.

Cosa evitare

In alcuni regimi dietetici, per favorire la fertilità, bisogna invece evitare gli alcolici, che riducono il numero di spermatozoi e la loro motilità; bloccano inoltre l'ovulazione e l’assorbimento dello zinco, sostanza fondamentale per la produzione dello sperma. È fondamentale anche limitare il consumo di caffè, che può ritardare il concepimento e evitare di fumare.

Gli amici del concepimento

Abbiamo visto quanto l’alimentazione sia importante per una donna che desidera avere un bambino. Non esiste un menu specifico da seguire, l’importante è privilegiare un’alimentazione di tipo mediterraneo, che permette un’assunzione corretta e bilanciata di proteine, carboidrati e vegetali durante l’arco della giornata. Questo tipo di alimentazione fa sì che non sia necessaria l’aggiunta di integratori da prendere separatamente in capsule, perché fornisce tutte le sostanze necessarie al benessere fisico della futura mamma.

Vediamo quali sono le sostanze fondamentali e la loro incidenza sul processo di concepimento:

Folati: si tratta di antiossidanti naturali che si trovano in tutte le verdure a foglia: insalata, broccoli, cavoli. Forniscono non solo vitamine fondamentali, ferro e fibre ma sono riconosciute per l’apporto naturale di acido folico che contengono.

Zinco: nei cereali ed in particolare nelle proteine animali è presente questa sostanza necessaria a mantenere il livello ormonale nella norma, l’importante è non eccedere nell’assunzione di queste proteine, per esempio di carne rossa, che potrebbe sortire l’effetto contrario.

Vitamina C ed E: frutta, legumi, latticini e olio evo ne sono ricchi, quindi assumere le giuste porzioni di questi alimenti alternandoli nel menu settimanale sarà d’aiuto per la corretta ovulazione.

Consigli anche per i futuri papà

Se è importante che una donna che desidera realizzare il sogno di diventare mamma , curi in modo particolare la sua alimentazione e che prenda delle sane abitudini per favorire la fertilità, è altrettanto vero che lo stesso dovrebbe fare il futuro papà. Ci sono degli accorgimenti che possono essere messi in pratica anche dagli uomini, soprattutto per ciò che riguarda l’alimentazione, che migliorano la produzione degli spermatozoi e quindi favoriscono le possibilità di riproduzione.

Da uno studio americano effettuato su un campione di circa un centinaio di uomini, risulta evidente che i soggetti che hanno assunto un maggiore quantitativo di omega 3, a discapito dei grassi che ne sono privi, hanno prodotto un numero maggiore di spermatozoi. Il consiglio è quello di privilegiare alimenti come il pesce, i legumi, la frutta secca e le verdure in generale che sono un concentrato di grassi polinsaturi.

D a evitare in modo assoluto il fumo, anche quello passivo, limitare il consumo di bevande alcoliche e praticare una regolare attività fisica (senza eccessi).


Potrebbe interessarti

Dieta per la candida: come curare il disturbo?

donna sorriso

Esiste uno stretto legame tra funghi e batteri, ecco perché curare la candida vuol dire anche curare la cistite. Ma alla base del problema non c’e’ il batterio o il fungo ma l’equilibrio della persona e gli alimenti che l’aiutano a ritrovarlo.

Diabete mellito tipo 2: cosa mangiare per una vita sana

diabete

Il diabete mellito tipo 2 è una tipologia di diabete, ovvero una patologia della quale soffrono molte persone e che si può manifestare in età giovanile o in età adulta. Le persone affette da diabete devono necessariamente seguire una dieta diabete particolare ma non faticosa e spesso hanno bisogno di assumere farmaci specifici.

Dieta Birmingham: i segreti per tornare in forma

La dieta Birmingham, conosciuta anche con il nome di “Birmingham Heart Hospital Diet” e "Cardiac Unit of UAB Hospital Diet", è un tipo di regime alimentare molto in voga in America e utilizzato principalmente nei pazienti obesi che soffrono di problemi cardiaci.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Centro dimagrimento a Milano: ecco come dimagrire e rassodare

Centro dimagrimento a Milano

Sono diverse le persone che desiderano perdere i chili di troppo e riacquistare così il proprio peso ideale, ma non sempre le diete riescono a far raggiungere questo obiettivo. Molte donne devono combattere anche contro il grasso localizzato e la cellulite e spesso le creme apposite non riescono ad eliminare del tutto questi problemi estetici.

I rimedi per il bruciore di stomaco: contrastare acidità

Uno dei dolori più invasivi e fastidiosi che il corpo umano possa provare è il bruciore di stomaco. Si tratta di un disagio anche piuttosto frequente che può avere diverse cause, sia di natura fisica che psicologica.

Frutta disidratata: scopriamone le qualità e le caratteristiche

Molte diete prevedono l'esclusione totale di frutta secca, a causa del suo alto contenuto di grassi (circa 5000 calorie ogni 100 g); non tutti sanno però che i grassi che si trovano all'intero della frutta secca sono di natura insatura, dunque non nocivi per la linea e benefici per la salute.

Leggi anche...

Dieta del pomodoro: i segreti per dimagrire

pomodoro.jpg

La dieta del pomodoro è un ottimo rimedio per perdere peso e ottenere di nuovo il proprio peso ideale, il pomodoro ha infatti un basso contenuto calorico (19 kcal ogni 100 g), è ricco di acqua, vitamina C e sali minerali, in particolare potassio (circa 297 mg ogni 100 g), indispensabile per mantenere l’equilibrio idrico all’interno dell’organismo, contrastando la ritenzione.

Leggi anche...

Trattamenti seno: come evitare gli inestetismi

Il seno è tra le zone femminili del corpo che per primo, con il passare del tempo, manifesta sintomi di atonia e rilassamento. Per tutte le donne, che abbiano forme abbondanti o meno, il seno rappresenta il miglior elemento estetico che esprime la femminilità. Per tenere il seno sodo e in salute, è bene effettuare dei trattamenti appropriati e costanti.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.