La dieta Mayo prende il nome da una clinica americana molto famosa negli anni ’80, anni in cui questa dieta andò particolarmente di moda. È basata su un principio di una semplicità impressionante: si mangia talmente poco che per forza di cose si dimagrisce.

La dieta Mayo è estremamente rigida e restrittiva, per questo è destinata a persone dotate di una ferrea disciplina, permette il consumo di un numero limitato di alimenti fino ad un massimo di 1000 calorie al giorno, ed è fondamentale non seguirla per più di due settimane.

Vantaggi della dieta Mayo

I vantaggi di questo regime alimentare dietetico partono dalle allettanti aspettative: la perdita da 5 a 7 kg in 14 giorni. È una dieta economica e non richiede una particolare abilità culinaria. Inoltre se consumate i pasti in ufficio, è possibile portarli tranquillamente da casa.

Rischi

D’altro canto la dieta Mayo se viene seguita superficialmente e per più delle due settimane previste, rischia di provocare gravi complicazioni metaboliche. Può favorire l’arteriosclerosi, l’osteoporosi e seri problemi a livello cardiovascolare. Provoca gravi carenze proteiche, di vitamine e si sali minerali. Inoltre la Dieta Mayo oltre a far perdere peso istantaneamente, è capace di far riprendere i chili persi con altrettanta velocità.
Malgrado i rischi siano decisamente più rilevanti rispetto ai vantaggi, la Dieta Mayo è ancora molto popolare, quindi se si decide si seguirla è raccomandabile essere seguiti dal proprio medico o da un dietista.

Alimenti concessi

Le uova (sei al giorno) costituiscono la base di questa dieta, sono ricche di proteine e povere di calorie, quindi capaci di donare un rapido senso di sazietà. Carne e pesce devono essere magri ed esclusivamente bolliti o cotti alla griglia. I farinacei sono tutti vietati, tranne una fetta di pane o una fetta biscottata al giorno. Questa dieta inoltre prevede l’assunzione di un unico frutto, il pompelmo, di alcune verdure come lattuga, spinaci, cetrioli, spinaci, sedano, fagiolini e zucchine, e consente di bere solo acqua, tè, caffè e bevande edulcolorate.

L'altra dieta Mayo

Molto spesso la dieta che prende il nome dalla clinica viene confusa con una dieta chetogenica omonima: si tratta di un regime alimentare che ha più di settant'anni di età, e che fu poi ottimizzata durante gli anno '80. Si tratta di una strategia molto molto dura per perdere perso, che si basa su circa due settimane di riduzione ferrea delle calorie, e due giorni in cui invece è possibile mangiare in maniera “normale”. L'obiettivo è quello di perdere velocemente chili di adipe, ma a causa della carenza di particolari alimenti, si perdono anche molti grammi di massa muscolare, ossea e cutanea.

Durante i tre pasti quotidiani, non vengono garantite più di 1000 calorie! Durante i 14 giorni, fra le varie pietanze che sono da abolire del tutto, rientrano tutti i latticini, tranne lo yogurt, gli zuccheri, i cereali ed i legumi; anche la frutta è praticamente bandita, ad eccezione del pompelmo.

Il piatto forte di questo regime alimentare sono le uova, che vanno consumate nella misura che va dalle 12 alle 72 per tutto il periodo! Una fetta di pane al giorno è consentita.
Questo è lo schema generale del regime Mayo, suddivisi fra pranzi e cene durante i 14 giorni.

  • 11 pasti a base di uova
  • 10 pasti a base di carne
  • 3 pasti a base di pesce
  • 2 pasti a base di frutta
  • 1 pasto a base di yogurt

Menù settimanale

Riportiamo un esempio di menù settimanale della dieta Mayo, che ricordiamo va seguito con particolare attenzione essendo ricco di proteine. Questo programma dovrà essere seguito per due settimane. I pasti previsti da questa dieta sono esclusivamente a base di uova, carne bianca, pesce azzurro, yogurt magro e frutta tra le quali è consentito solo il pompelmo.

Lunedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova sode
  • 30 gr di pane di segale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova all’occhio di bue o sode
  • 1 Pompelmo
  • Caffè o tè non zuccherati

Cena:

  • 90 gr di carne bianca cotta alla piastra
  • Verdura: pomodoro, sedano, spinaci o insalata

Martedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 1 fetta biscottata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di tacchino cotto ai ferri
  • Verdura, pomodori o insalata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata

Mercoledì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane integrale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova sode
  • 1 yogurt magro
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 100 gr di pesce azzurro
  • Verdura o insalata
  • 1 Pompelmo

Giovedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 1 fetta biscottata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di petti di pollo cotto in padella senza condimento
  • Verdura, pomodori o insalata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata
  • 1 yogurt magro

Venerdì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane di segale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova all’occhio di bue senza condimento
  • Verdura, pomodori o insalata
  • 1 Pompelmo
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 100 gr di pesce azzurro non condito
  • 1 Pompelmo

Sabato

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane integrale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di tacchino bollito
  • Verdura, pomodori o insalata
  • 1 pompelmo
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata


Potrebbe interessarti

Dieta proteica: un menù da seguire

Molte persone sono insoddisfatte del proprio aspetto fisico, vedono nel loro corpo la presenza di grasso localizzato e di fastidiosi cuscinetti, che nelle donne si localizzano soprattutto nei fianchi e nei glutei.

Leggi tutto...

Dieta diabete tipo 1: i cibi concessi

Il diabete è una malattia che non permette all’organismo di metabolizzare lo zucchero che si trova nel sangue. Le persone che soffrono di diabete devono seguire una dieta diabete che non però non è molto restrittiva.

Leggi tutto...

L'endermologia nel trattamento contro la cellulite

L'Endermologia (nota anche come LPG Endermologie) è una tecnica non invasiva, molto efficace come terapia contro la cellulite, che evidenzia a livello del tessuto cutaneo un miglioramento del flusso linfatico e vascolare oltre che del metabolismo delle cellule adipose e dei fibroblasti.

Leggi tutto...

Bevande energetiche naturali: facciamo chiarezza

Le bevande energetiche o Energy drink – come quelle di Vitelica – sono sempre più richieste sul mercato per le loro proprietà “energizzanti” appunto, per il senso di appagamento che infondono.

Leggi tutto...

Torboterapia corpo: come curare artrosi ed inestetismi in modo naturale

La torboterapia corpo è un metodo usato fin dall’antichità per contrastare diversi tipi di patologie. Grazie a degli specifici principi attivi estratti da alcuni vegetali, è stato possibile trovare un trattamento di prevenzione di diversi disturbi reumatologici e del dolore.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

La dieta last minute: perdere velocemente peso

La dieta last minute (o dieta dell'ultimo minuto) è una dieta ipocalorica che consente di perdere al massimo 2-3 chili ed è consigliabile seguirla al massimo per cinque giorni. Durante questo periodo bisogna evitare l’allenamento troppo duro, preferendo esercizi di stretching o pilates per rilassare e allungare la muscolatura.

Leggi tutto...

Calorie da assumere in una dieta: ecco la giusta dose!

Le calorie che si assumono durante la dieta, chiamate anche calorie alimentari, sono indicate dalla sigla Cal o kcal, e indicano l’apporto energetico che ogni alimento offre al nostro corpo.

Leggi tutto...

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Leggi tutto...

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo.

Leggi tutto...

Dieta di primavera: rinascere con la natura

L'avvento della primavera è considerato un periodo di rinnovamento in diversi ambiti della vita quotidiana. Grazie alla dieta di primavera il vostro organismo ha la possibilità di depurarsi, allontanando lo stress accumulato durante la stagione invernale e perdere quei chili di troppo che minacciano il nostro peso forma.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Esempio di dieta per aumentare la massa muscolare

Una dieta che riguardi la massa muscolare rappresenta un regime alimentare nel quale sono assunti in prevalenza cibi che aiutano appunto lo sviluppo e la crescita della massa del nostro corpo. La dieta per la massa è dunque composta da un’alimentazione ricca di proteine e carboidrati: le proteine servono a far crescere i muscoli mentre i carboidrati forniscono energia al corpo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Trattamento Scrub Detossinante: ecco i benefici

Per riuscire ad eliminare tutte le cellule morte del nostro corpo ed aiutare il processo di rinnovamento della pelle, spesso, può essere necessario un trattamento scrub detossinante conosciuto anche come gommage oppure con il termine peeling.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top