La dieta Mayo prende il nome da una clinica americana molto famosa negli anni ’80, anni in cui questa dieta andò particolarmente di moda. È basata su un principio di una semplicità impressionante: si mangia talmente poco che per forza di cose si dimagrisce.

Vantaggi della dieta Mayo

I vantaggi di questo regime alimentare dietetico partono dalle allettanti aspettative: la perdita da 5 a 7 kg in 14 giorni. È una dieta economica e non richiede una particolare abilità culinaria. Inoltre se consumate i pasti in ufficio, è possibile portarli tranquillamente da casa.

Rischi

D’altro canto la dieta Mayo se viene seguita superficialmente e per più delle due settimane previste, rischia di provocare gravi complicazioni metaboliche. Può favorire l’arteriosclerosi, l’osteoporosi e seri problemi a livello cardiovascolare. Provoca gravi carenze proteiche, di vitamine e si sali minerali. Inoltre la Dieta Mayo oltre a far perdere peso istantaneamente, è capace di far riprendere i chili persi con altrettanta velocità.
Malgrado i rischi siano decisamente più rilevanti rispetto ai vantaggi, la Dieta Mayo è ancora molto popolare, quindi se si decide si seguirla è raccomandabile essere seguiti dal proprio medico o da un dietista.

L'altra dieta Mayo

Molto spesso la dieta che prende il nome dalla clinica viene confusa con una dieta chetogenica omonima: si tratta di un regime alimentare che ha più di settant'anni di età, e che fu poi ottimizzata durante gli anno '80. Si tratta di una strategia molto molto dura per perdere perso, che si basa su circa due settimane di riduzione ferrea delle calorie, e due giorni in cui invece è possibile mangiare in maniera “normale”. L'obiettivo è quello di perdere velocemente chili di adipe, ma a causa della carenza di particolari alimenti, si perdono anche molti grammi di massa muscolare, ossea e cutanea.

Durante i tre pasti quotidiani, non vengono garantite più di 1000 calorie! Durante i 14 giorni, fra le varie pietanze che sono da abolire del tutto, rientrano tutti i latticini, tranne lo yogurt, gli zuccheri, i cereali ed i legumi; anche la frutta è praticamente bandita, ad eccezione del pompelmo.

Il piatto forte di questo regime alimentare sono le uova, che vanno consumate nella misura che va dalle 12 alle 72 per tutto il periodo! Una fetta di pane al giorno è consentita.
Questo è lo schema generale del regime Mayo, suddivisi fra pranzi e cene durante i 14 giorni.

  • 11 pasti a base di uova
  • 10 pasti a base di carne
  • 3 pasti a base di pesce
  • 2 pasti a base di frutta
  • 1 pasto a base di yogurt

Menù settimanale

Riportiamo un esempio di menù settimanale della dieta Mayo, che ricordiamo va seguito con particolare attenzione essendo ricco di proteine. Questo programma dovrà essere seguito per due settimane. I pasti previsti da questa dieta sono esclusivamente a base di uova, carne bianca, pesce azzurro, yogurt magro e frutta tra le quali è consentito solo il pompelmo.

Lunedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova sode
  • 30 gr di pane di segale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova all’occhio di bue o sode
  • 1 Pompelmo
  • Caffè o tè non zuccherati

Cena:

  • 90 gr di carne bianca cotta alla piastra
  • Verdura: pomodoro, sedano, spinaci o insalata

Martedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 1 fetta biscottata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di tacchino cotto ai ferri
  • Verdura, pomodori o insalata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata

Mercoledì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane integrale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova sode
  • 1 yogurt magro
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 100 gr di pesce azzurro
  • Verdura o insalata
  • 1 Pompelmo

Se alla tua Dieta vuoi abbinare anche un pò di esercizi, dai un'occhiata a quest'offerta di Amazon

panca.png

Giovedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 1 fetta biscottata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di petti di pollo cotto in padella senza condimento
  • Verdura, pomodori o insalata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata
  • 1 yogurt magro

Venerdì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane di segale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova all’occhio di bue senza condimento
  • Verdura, pomodori o insalata
  • 1 Pompelmo
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 100 gr di pesce azzurro non condito
  • 1 Pompelmo

Sabato

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane integrale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di tacchino bollito
  • Verdura, pomodori o insalata
  • 1 pompelmo
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

I più condivisi

Dieta del pomodoro: i segreti per dimagrire

pomodoro.jpg

La dieta del pomodoro si basa ovviamente sul consumo del pomodoro, un ortaggio che contiene il licopene, un pigmento capace di ridurre i danni provocati dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

Grazie ai sali minerali e agli antisossidanti, depura l'organismo; ha effetti benefici sul colesterolo e prepara la pelle al sole. Aiuta la digestione, ma va mangiato con la buccia. Se si soffre di calcoli ai reni, bisognerà però optate per un regime alimentare diverso.

La dieta del pomodoro dura 5 giorni consente di perdere fino a 2 kg; terminato il programma, lo schema può essere ripetuto dopo due mesi.

Dieta per un ventre piatto: ecco i segreti per snellire l'addome

Immagine per l'articolo Dieta ventre piatto: ecco i segreti per snellire l'addome

La dieta per un ventre piatto è molto ambita da chi ha il grasso localizzato nella zona dell’addome e vorrebbero avere una pancia piatta. Grazie alla dieta pancia piatta questo desiderio può diventare realtà.

Balneoterapia: l'acqua come strumento terapeutico

Presso i centri termali più all’avanguardia, la balneoterapia è abbinata ad altri due trattamenti complementari, l'idroterapia e la talassoterapia. 

Potrebbe interessarti

Reduslim: come dimagrire senza diete drastiche

reduslim

Quando l’inverno finisce spesso lascia in eredità qualche chilo di troppo. E se sotto maglioni o cappotti si può anche camuffare un po’, con l’arrivo della bella stagione e il cambio di vestiario non si è sempre contenti del proprio aspetto.

Depilazione con filo orientale: ecco il segreto del filo di cotone

Depilazione con filo

La depilazione con filo di cotone è una pratica che, in Italia, si è diffusa solo da pochi anni. Questo miracoloso filo però non fa magie: il segreto è semplicemente l’uso di un filo di cotone di buona qualità tessuto molto finemente.

Vitamina B7: scopriamo le sue caratteristiche principali

Vitamina B7: le caratteristiche principali

Se si desidera dimagrire potrebbe essere utile una dieta a base di Vitamina B7 (Inositolo); questa sostanza può essere una ottima alleata soprattutto nei casi di gonfiore addominale. Una dieta che si basa sul consumo di questa sostanza permette di ottenere in poco tempo il proprio peso ideale.

Leggi anche...

Dieta ipocalorica: scopri come funziona

 

Il mondo delle diete è un mondo che definire vulcanico significa dir poco, dal momento che ne nascono di continue, ogni anno c’è la tanto annunciata “dieta rivoluzionaria”. Detto ciò, aggiungiamo anche che ogni dieta professa delle cose buone e delle cose che lo sono meno. Ultimamente sempre più spesso si sente parlare di una dieta liberamente ispirata alla dieta, al regime alimentare e allo stile di vita dei cacciatori-raccoglitori del Paleolitico.

Leggi anche...

Massaggi tantra: aumenta il tuo benessere psicofisico

wellness-285587_1280.jpg

Il massaggio tantrico deriva dal Tantra, ovvero un’antica disciplina orientale che utilizza un linguaggio simbolico con lo scopo di permettere la più alta realizzazione del Sé attraverso l’espressione della natura.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.