La dieta Mayo prende il nome da una clinica americana molto famosa negli anni ’80, anni in cui questa dieta andò particolarmente di moda. È basata su un principio di una semplicità impressionante: si mangia talmente poco che per forza di cose si dimagrisce.

La dieta Mayo è estremamente rigida e restrittiva, per questo è destinata a persone dotate di una ferrea disciplina, permette il consumo di un numero limitato di alimenti fino ad un massimo di 1000 calorie al giorno, ed è fondamentale non seguirla per più di due settimane.

Vantaggi della dieta Mayo

I vantaggi di questo regime alimentare dietetico partono dalle allettanti aspettative: la perdita da 5 a 7 kg in 14 giorni. È una dieta economica e non richiede una particolare abilità culinaria. Inoltre se consumate i pasti in ufficio, è possibile portarli tranquillamente da casa.

Rischi

D’altro canto la dieta Mayo se viene seguita superficialmente e per più delle due settimane previste, rischia di provocare gravi complicazioni metaboliche. Può favorire l’arteriosclerosi, l’osteoporosi e seri problemi a livello cardiovascolare. Provoca gravi carenze proteiche, di vitamine e si sali minerali. Inoltre la Dieta Mayo oltre a far perdere peso istantaneamente, è capace di far riprendere i chili persi con altrettanta velocità.
Malgrado i rischi siano decisamente più rilevanti rispetto ai vantaggi, la Dieta Mayo è ancora molto popolare, quindi se si decide si seguirla è raccomandabile essere seguiti dal proprio medico o da un dietista.

Alimenti concessi

Le uova (sei al giorno) costituiscono la base di questa dieta, sono ricche di proteine e povere di calorie, quindi capaci di donare un rapido senso di sazietà. Carne e pesce devono essere magri ed esclusivamente bolliti o cotti alla griglia. I farinacei sono tutti vietati, tranne una fetta di pane o una fetta biscottata al giorno. Questa dieta inoltre prevede l’assunzione di un unico frutto, il pompelmo, di alcune verdure come lattuga, spinaci, cetrioli, spinaci, sedano, fagiolini e zucchine, e consente di bere solo acqua, tè, caffè e bevande edulcolorate.

L'altra dieta Mayo

Molto spesso la dieta che prende il nome dalla clinica viene confusa con una dieta chetogenica omonima: si tratta di un regime alimentare che ha più di settant'anni di età, e che fu poi ottimizzata durante gli anno '80. Si tratta di una strategia molto molto dura per perdere perso, che si basa su circa due settimane di riduzione ferrea delle calorie, e due giorni in cui invece è possibile mangiare in maniera “normale”. L'obiettivo è quello di perdere velocemente chili di adipe, ma a causa della carenza di particolari alimenti, si perdono anche molti grammi di massa muscolare, ossea e cutanea.

Durante i tre pasti quotidiani, non vengono garantite più di 1000 calorie! Durante i 14 giorni, fra le varie pietanze che sono da abolire del tutto, rientrano tutti i latticini, tranne lo yogurt, gli zuccheri, i cereali ed i legumi; anche la frutta è praticamente bandita, ad eccezione del pompelmo.

Il piatto forte di questo regime alimentare sono le uova, che vanno consumate nella misura che va dalle 12 alle 72 per tutto il periodo! Una fetta di pane al giorno è consentita.
Questo è lo schema generale del regime Mayo, suddivisi fra pranzi e cene durante i 14 giorni.

  • 11 pasti a base di uova
  • 10 pasti a base di carne
  • 3 pasti a base di pesce
  • 2 pasti a base di frutta
  • 1 pasto a base di yogurt

Menù settimanale

Riportiamo un esempio di menù settimanale della dieta Mayo, che ricordiamo va seguito con particolare attenzione essendo ricco di proteine. Questo programma dovrà essere seguito per due settimane. I pasti previsti da questa dieta sono esclusivamente a base di uova, carne bianca, pesce azzurro, yogurt magro e frutta tra le quali è consentito solo il pompelmo.

Lunedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova sode
  • 30 gr di pane di segale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova all’occhio di bue o sode
  • 1 Pompelmo
  • Caffè o tè non zuccherati

Cena:

  • 90 gr di carne bianca cotta alla piastra
  • Verdura: pomodoro, sedano, spinaci o insalata

Martedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 1 fetta biscottata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di tacchino cotto ai ferri
  • Verdura, pomodori o insalata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata

Mercoledì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane integrale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova sode
  • 1 yogurt magro
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 100 gr di pesce azzurro
  • Verdura o insalata
  • 1 Pompelmo

Giovedì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 1 fetta biscottata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di petti di pollo cotto in padella senza condimento
  • Verdura, pomodori o insalata
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata
  • 1 yogurt magro

Venerdì

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane di segale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 2 uova all’occhio di bue senza condimento
  • Verdura, pomodori o insalata
  • 1 Pompelmo
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 100 gr di pesce azzurro non condito
  • 1 Pompelmo

Sabato

Colazione:

  • 1 Pompelmo
  • 2 uova
  • 30 gr di pane integrale
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Pranzo:

  • 90 gr di tacchino bollito
  • Verdura, pomodori o insalata
  • 1 pompelmo
  • Tè oppure caffè non zuccherati

Cena:

  • 2 uova
  • Verdura o insalata

Potrebbe interessarti

Dieta studio: alimentare il cervello

Quando si studia o si svolge un’attività intellettuale è importante però seguire una dieta studio che si basi sul consumo di alimenti che possono aumentare la concentrazione ma che non siano una minaccia al peso ideale

Programma Disintossicante: scopri come purificare l'organismo

Immagine esemplificativa usata nell'articolo Programma Disintossicante: scopri come purificare l'organismo

Un programma disintossicante è utile per purificare il nostro organismo. Disintossicare significa togliere antibiotici, tossine, additivi ed ormoni che sono soltanto alcune delle sostanze nocive che si introducono con l’alimentazione quotidiana.

Ecco in cosa consiste una dieta Lemme completa

L’avere un fisico sempre tonico e snello è il sogno di tante persone e per questo motivo si tende a cercare di mantenersi in forma svolgendo dell’attività sportiva oppure a seguire una dieta. In quest’ultimo caso, da decenni ormai sono presentati vari regimi alimentari che promettono di fare miracoli. L’ultima novità arriva da un farmacista italiano, il Dott.Lemme, che promette di far perdere 10 kg in un mese. Cerchiamo di scoprire in cosa consista una dieta Lemme completa.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Massaggio schiena: come alleviare il mal di schiena

Il più diffuso tra i massaggi, allevia il dolore e ridona vigore alla schiena. Il mal di schiena è una delle zona del corpo più sensibile a dolori dovuti da posizioni non corrette o da uno stile di vita sbagliato. Il massaggio alla schiena è un ottimo rimedio ai dolori muscolari.

Maschere naturali per il viso: una cura extra per la nostra pelle

immagine di una ragazza che sta facendo una maschera per il viso

La pelle del viso, si sa, ha bisogno di ricevere un’attenzione particolare da parte nostra. É il nostro biglietto da visita e anche una delle parti del corpo più soggette a mostrare i segni dell’invecchiamento. 

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo. Ma ci sono dei metodi interessanti per snellire i fianchi: scopriamoli.

Leggi anche...

Ecco in cosa consiste una dieta Lemme completa

L’avere un fisico sempre tonico e snello è il sogno di tante persone e per questo motivo si tende a cercare di mantenersi in forma svolgendo dell’attività sportiva oppure a seguire una dieta. In quest’ultimo caso, da decenni ormai sono presentati vari regimi alimentari che promettono di fare miracoli. L’ultima novità arriva da un farmacista italiano, il Dott.Lemme, che promette di far perdere 10 kg in un mese. Cerchiamo di scoprire in cosa consista una dieta Lemme completa.

Leggi anche...

Maschera Osmotica: eliminare le tossine cutanee

Molto spesso il nostro viso può risultare spento e teso; questo è dovuto principalmente allo smog che la nostra pelle assorbe, agli agenti atmosferici e alle cellule morte che si trovano sull’epidermide. Tutto ciò rende il nostro aspetto poco attraente. Niente paura però! Infatti esiste un trattamento, detto maschera osmotica, che consente di donare nuovamente alla pella quella luminosità e quello splendore che con il tempo si è perso.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.