La teoria di un regime dietetico di tipo dissociato fu concepita dal Dottor William Howard Hay circa 20 anni fa, nel 1921, infatti nel mondo questo stile alimentare è conosciuto anche sotto il nome di food combining e dieta Hay. Il dottor Howard Hay prese la laurea in medicina nel 1891 e nei successivi sedici anni praticò la professione di medico. In seguito ad una sua importante malattia, che colpì il funzionamento dei suoi reni, il dottor Hay iniziò a sperimentare su se stesso una dieta dissociata, che lo aiutò a migliorare le sue condizioni di salute.

Che cos’è una dieta dissociata

l principio fondamentale sul quale si basa questa dieta è che, per evitare l’accumulo eccessivo di sostanze deleterie per il regolare funzionamento del metabolismo e dei reni, è necessario introdurre nel corpo in maniera dissociata alcune categorie di alimenti. Secondo il dottor William Howard Hay, l’accumulo di sostanze dannose per l’organismo è la conseguenza di quattro differenti abitudini alimentari sbagliate, che sono le seguenti:

  • mangiare quantità elevate di carboidrati raffinati;
  • mangiare quantità elevate di carne (come nella dieta dukan);
  • mangiare più cibo di quanto in realtà il nostro corpo ha bisogno;
  • non conoscere le modalità della digestione.

Le cinque regole del regime dietetico

Questo regime dietetico si basa su cinque regole fondamentali, che sono riportate di seguito.

  • Consumare quotidianamente quantità massicce di frutta e verdura.
  • Consumare cibi che contengono farina integrale.
  • Limitare l’assunzione di cibi che contengono grassi, amido e proteine.
  • La distanza di tempo che intercorre tra un pasto e l’altro deve essere di almeno 4 ore e mezzo.

E’ importante sapere che sono stati condotte, da parte di altri nutrizionisti, numerose ricerche sulla validità della dieta dissociata, la maggior parte di essi ha affermato che è preferibile seguire una sana alimentazione bilanciata ed equilibrata.

La dieta dissociata: una dieta depurativa

Menù dieta dissociata: combinare tra loro i cibi

Lunedì

  • Colazione: un bicchiere di latte scremato con fiocchi di cereali, possibilmente integrali
  • Spuntino metà mattinata: una spremuta di pompelmo
  • Pranzo: 80 g di pasta condita con pomodoro e basilico, 150 gr di carote crude condite con 1 cucchiaino di olio e limone
  • Merenda metà pomeriggio: una pera
  • Cena: 150 gr di polpo lesso con contorno di verdure cotte

Martedì

  • Colazione: uno yogurt magro e un caffè d'orzo
  • Spuntino metà mattinata: una spremuta di agrumi
  • Pranzo: 150 gr di dentice cotto al cartoccio con contorno di insalata verde condita con succo di limone e un cucchiaino di olio
  • Merenda metà pomeriggio: un kiwi
  • Cena: minestra di verdure e legumi con contorno di insalata verde

Mercoledì

  • Colazione: un bicchiere di latte scremato con cereali
  • Spuntino metà mattinata: una pesca
  • Pranzo: 80 gr di riso con zucchine e melanzane grigliate
  • Merenda metà pomeriggio: una banana
  • Cena: 50 gr di prosciutto

Giovedì

  • Colazione: uno yogurt magro
  • Spuntino metà mattinata: due albicocche
  • Pranzo: 80 gr di pasta al pomodoro e basilico con contorno di verdure crude in pinzimonio
  • Merenda metà pomeriggio: un centrifugato di carote
  • Cena: 80 gr di tonno al naturale con contorno di insalata verde

Venerdì

  • Colazione: un bicchiere di latte scremato con cereali
  • Spuntino metà mattinata: una spremuta di agrumi
  • Pranzo: 150 gr di petto di pollo 
  • Merenda metà pomeriggio: una pesca
  • Cena: carciofi e patate 

Sabato

  • Colazione: uno yogurt magro
  • Spuntino metà mattinata: una mela
  • Pranzo: 80 gr di riso ai funghi e insalata verde mista
  • Merenda metà pomeriggio: una spremuta di agrumi
  • Cena: 150 gr di scaloppine al limone con contorno di insalata di indivia e ravanelli

Domenica

  • Colazione: un bicchiere di latte con cereali
  • Spuntino metà mattinata: due fette di ananas
  • Pranzo: 80 gr di coniglio con contorno di melanzane grigliate
  • Merenda metà pomeriggio: un succo di frutta
  • Cena: 50 gr di riso e carote e insalata verde mista

E’ importante riuscire a bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, preferibilmente lontano dai pasti

 

 

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dieta antiossidante: scopri come renderla funzionale

Questo regime alimentare si basa su una bilanciata ripartizione di alimenti essenziali (idrati di carbonio, proteine e grassi), e cibi icchi di sostanze anti-invecchiamento. La dieta antiossidante infatti, favorisce la perdita di peso...