La teoria di un regime dietetico di tipo dissociato fu concepita dal Dottor William Howard Hay circa 20 anni fa, nel 1921, infatti nel mondo questo stile alimentare è conosciuto anche sotto il nome di food combining e dieta Hay. Il dottor Howard Hay prese la laurea in medicina nel 1891 e nei successivi sedici anni praticò la professione di medico. In seguito ad una sua importante malattia, che colpì il funzionamento dei suoi reni, il dottor Hay iniziò a sperimentare su se stesso una dieta dissociata, che lo aiutò a migliorare le sue condizioni di salute.

Che cos’è una dieta dissociata

l principio fondamentale sul quale si basa questa dieta è che, per evitare l’accumulo eccessivo di sostanze deleterie per il regolare funzionamento del metabolismo e dei reni, è necessario introdurre nel corpo in maniera dissociata alcune categorie di alimenti. Secondo il dottor William Howard Hay, l’accumulo di sostanze dannose per l’organismo è la conseguenza di quattro differenti abitudini alimentari sbagliate, che sono le seguenti:

  • mangiare quantità elevate di carboidrati raffinati;
  • mangiare quantità elevate di carne (come nella dieta dukan);
  • mangiare più cibo di quanto in realtà il nostro corpo ha bisogno;
  • non conoscere le modalità della digestione.

Le cinque regole del regime dietetico

Questo regime dietetico si basa su cinque regole fondamentali, che sono riportate di seguito.

  • Consumare quotidianamente quantità massicce di frutta e verdura.
  • Consumare cibi che contengono farina integrale.
  • Limitare l’assunzione di cibi che contengono grassi, amido e proteine.
  • La distanza di tempo che intercorre tra un pasto e l’altro deve essere di almeno 4 ore e mezzo.

E’ importante sapere che sono stati condotte, da parte di altri nutrizionisti, numerose ricerche sulla validità della dieta dissociata, la maggior parte di essi ha affermato che è preferibile seguire una sana alimentazione bilanciata ed equilibrata.

La dieta dissociata: una dieta depurativa

Menù dieta dissociata: combinare tra loro i cibi

Lunedì

  • Colazione: un bicchiere di latte scremato con fiocchi di cereali, possibilmente integrali
  • Spuntino metà mattinata: una spremuta di pompelmo
  • Pranzo: 80 g di pasta condita con pomodoro e basilico, 150 gr di carote crude condite con 1 cucchiaino di olio e limone
  • Merenda metà pomeriggio: una pera
  • Cena: 150 gr di polpo lesso con contorno di verdure cotte

Martedì

  • Colazione: uno yogurt magro e un caffè d'orzo
  • Spuntino metà mattinata: una spremuta di agrumi
  • Pranzo: 150 gr di dentice cotto al cartoccio con contorno di insalata verde condita con succo di limone e un cucchiaino di olio
  • Merenda metà pomeriggio: un kiwi
  • Cena: minestra di verdure e legumi con contorno di insalata verde

Mercoledì

  • Colazione: un bicchiere di latte scremato con cereali
  • Spuntino metà mattinata: una pesca
  • Pranzo: 80 gr di riso con zucchine e melanzane grigliate
  • Merenda metà pomeriggio: una banana
  • Cena: 50 gr di prosciutto

Giovedì

  • Colazione: uno yogurt magro
  • Spuntino metà mattinata: due albicocche
  • Pranzo: 80 gr di pasta al pomodoro e basilico con contorno di verdure crude in pinzimonio
  • Merenda metà pomeriggio: un centrifugato di carote
  • Cena: 80 gr di tonno al naturale con contorno di insalata verde

Venerdì

  • Colazione: un bicchiere di latte scremato con cereali
  • Spuntino metà mattinata: una spremuta di agrumi
  • Pranzo: 150 gr di petto di pollo 
  • Merenda metà pomeriggio: una pesca
  • Cena: carciofi e patate 

Sabato

  • Colazione: uno yogurt magro
  • Spuntino metà mattinata: una mela
  • Pranzo: 80 gr di riso ai funghi e insalata verde mista
  • Merenda metà pomeriggio: una spremuta di agrumi
  • Cena: 150 gr di scaloppine al limone con contorno di insalata di indivia e ravanelli

Domenica

  • Colazione: un bicchiere di latte con cereali
  • Spuntino metà mattinata: due fette di ananas
  • Pranzo: 80 gr di coniglio con contorno di melanzane grigliate
  • Merenda metà pomeriggio: un succo di frutta
  • Cena: 50 gr di riso e carote e insalata verde mista

E’ importante riuscire a bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, preferibilmente lontano dai pasti

 

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

I più condivisi

Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo. Ma ci sono dei metodi interessanti per snellire i fianchi: scopriamoli.

Dieta del gelato: dimagrire con gusto

L’estate freme ad arrivare e con essa anche la nostra voglia di una linea impeccabile che spesso però vorremmo raggiungere senza troppe rinunce. Per raggiungere dei buoni risultati però le rinunce ci sono e come, e di conseguenza è bene mettersi l’anima in pace a fare i sacrifici richiesti.

Potrebbe interessarti

Dieta dei liquidi: combattere la ritenzione idrica con l'alimentazione

Dieta dei liquidi

Si sa che il nostro corpo è composto dalla maggior parte di liquidi; ed è anche certo che bere molto fa discretamente bene al nostro organismo. Quella che presentiamo oggi è una dieta che prende questi principi e li radicalizza in un percorso pratico, volto a favorire il corretto funzionamento del nostro corpo. 

Pentola a pressione: l'importanza di possederne una

Gestire i ritmi casalinghi per una famiglia, con due genitori che lavorano e si dividono i compiti relativamente agli impegni dei figli e della cura della casa, è una sfida giornaliera.
Questo comporta spesso fare pranzi e cene veloci, magari ordinando cibo da asporto o fermandosi al primo fast food.

Calorie della Bresaola: scopriamo il suo apporto nutrizionale

calorie della bresaola

Cibi sani? Le poche calorie della bresaola, per gli amanti di insaccati e salumi sono una manna dal cielo, infatti questo salume si può mangiare in quasi tutti i regimi dietetici che devono essere poveri di calorie.

Leggi anche...

Dieta Hollywood: ti mostriamo la dieta delle celebrità

La Dieta Hollywood è un metodo dimagrante conosciuto anche come Dieta di Beverly Hills (la famosa località americana); la sua fama è esplosa negli anni ’90 e gode di grande popolarità ancora oggi. 

Leggi anche...

Massaggi per la Cervicale: quali sono i benefici

Uno dei malanni fisici più comuni, che magari non ci riguarda in maniera diretta ma che comunque colpisce un’altissima quantità di persone in tutto il mondo, è sicuramente la cervicalgia che tutti noi siamo più propensi a chiamare con il riduttivo ‘cervicale’.

Leggi anche...

Benefici del pilates: scopriamo insieme quali sono i maggiori

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.