Quando il natale è alle porte risulta difficilissimo evitare di ingrassare durante tutto l'arco delle feste e non riuscire poi a smaltire i chili di troppo; in questo caso è necessario cercare di seguire una dieta per il Natale equilibrata, che permetta di passare le feste in allegria senza doversi poi pentire di tutto il cibo mangiato in eccesso.

Mangiare con criterio è il primo passo per una dieta per il Natale

Durante il periodo che và dalle feste natalizie fino all'epifania, è davvero difficile resistere a tutto il cibo presente in tavola, alle leccornie, ai dolci ecc. La buona notizia è che non è impossibile avere un pò più un occhio di riguardo e magari non strafogarsi di cibo, ma mangiare con criterio; in ogni caso, nel periodo delle feste natalizie, è praticamente molto difficile eseguire una vera dieta Natale e rinunciare a brindisi e varie cibarie.

Tutti sanno che i pranzi e le cene durante il periodo natalizio ci portano ad assumere tantissime calorie che non si riescono a smaltire immediatamente in particolar modo quelle assunte dai tantissimi dolci come panettoni, pandori, torroni, biscotti, torte ecc. Se siete dei tipi che non vogliono perdersi alcun tipo di pasto, allora è bene prepararsi nel miglior dei modi attravero una dieta atta a non dimagrire ma per depurare il corpo in vista delle festività. Nel caso in cui non volete abbuffarvi e non volete in nessun modo perdere la linea, allora è bene mangiare con moderazione e magari seguire una dieta per il Natale.

Ridurre le porzioni dei pasti

Un modo abbastanza semplice per mantenere la linea durante il periodo delle feste natalizie è quello di ridurre le porzioni, anche durante il periodo che precedono i giorni festivi, una strategia consigliata anche dai nutrizionisti, che consente di arrivare al Natale con qualche chilo in meno. In questo caso sono consigliatissime le verdure, sia crude che cotte, che, se condite con le giuste dosi di olio, aceto e sale, non rischiano di far aumentare la taglia dei pantaloni.

Insomma, è bene cominciare a mangiare con moderazione anche nel periodo che precede le festività, in modo tale da arrivare più leggeri e sani e magari concedersi un peccato di gola in più del solito.

Caratteristiche

Durante una dieta di questo tipo, per cercare di mantenere il proprio peso ideale, è importante cercare di seguire un'alimentazione varia ed equilibrata, senza esagerare con le porzioni. Di seguito sono illustrati alcuni segreti utili da seguire durante una dieta per il Natale.

  • Iniziare la giornata con una colazione abbondante, evitando però biscotti e dolciumi. È infatti preferibile un tazza di latte scremato, un frutto, cereali e pane integrale.
  • In previsione dei super-calorici pranzi natalizi, durante l'arco della giornata è fondamentale eliminare o ridurre l'assunzione di dolci e bevande ricche di zucchero.
  • Sarebbe opportuno evitare tartine con salse (3 cucchiai di salsa russa forniscono circa 300 kcal), olive, patatine e salumi ricchi di grasso. Tra gli insaccati, è infatti preferibile optare per la bresaola (la più magra).
  • L'alcol ha invece un elevato apporto calorico, ecco perché bisogna scegliere sempre un aperitivo analcolico.
  • È importante aumentare il consumo di frutta e verdura fresca in sostituzione di snack iper-calorici, limitando l'assunzione di frutta secca a fine pasto.
  • Nel preparare i dolci sarebbe preferibile optare per ingredienti meno calorici sostituendo: la farina bianca con quella integrale, il burro con la margarina, lo zucchero con il miele, la frutta candita con quella secca.
  • Potrebbe essere utile uno spruzzatore d'olio, utensile che riduce le quantità del liquido usato per cucinare “vaporizzandolo” sulla padella, e l'accompagnare i fritti a fette di limone e aceto, che “alleggeriscono” il contenuto di grassi nei cibi.

Durante le feste non dimentichiamo l'attività fisica

È necessario infine, durante una dieta per il Natale, fare più movimento fisico possibile per riuscire a smaltire in modo ottimale tutte le calorie in eccesso e ricordarsi che il pandoro apporta ben 430 Kcal ogni 100 g; per chi ha seri problemi di linea, è consigliabile quindi solo un assaggio. In questo periodo è molto importante fare movimento e non essere sedentari, per esempio è bene fare almeno una mezzora di passeggiata, di corsa o di cyclette e invece di prendere l'ascensore per salire su casa è meglio fare le scale!

Rimedi per il colon irritabile (soprattutto dopo le feste)

Non si capisce bene il perché, ma con i cambi di stagione cambia il tempo e anche i problemi spesso associati al colon irritabile, alla colite e ai problemi intestinali in genere. Così, succede che anche i pazienti che convivevano tranquillamente con i loro gonfiori sino a primavera, durante l’estate avvertono un nuovo picco di dolore.

In questo articolo cercheremo proprio di analizzare i rimedi naturali speciali per contrastare questa fastidiosissima sindrome del colon, preparati da un esperto del settore, il Dr. Luca Lombardi, che dopo anni di studi e ricerche ha trovato un efficace protocollo per ritrovare l’equilibrio intestinale perduto. Vediamo di cosa si tratta.

Sicuramente, la maggiore disidratazione dell’organismo ed una abbondante sudorazione creano situazioni non proprio piacevole e, se a questo aggiungiamo il caldo afoso dei mesi estivi, allora tutto diventa ancora più complicato.

Anche se, c’è da dire che i maggior casi di colon irritabile si verificano nel mese di Gennaio, forse perché è il periodo subito dopo le festività natalizie e dunque è consigliato seguire innanzitutto una dieta per depurarsi dopo le feste. Sta di fatto che molti considerano il colon irritabile una malattia sintomatica, a causa dei sintomi con cui si manifesta, iniziando dalla diarrea.

Sintomi spesso tipici di situazioni emotive, come drammi familiari, delusioni amorose e via dicendo. A tal proposito, il Dr. Luca Lombardi indica tutti quei segnali che potrebbero avere a che fare con questo problema: perdita di peso, difficoltà di ascolto e suscettibilità. E non solo. Perché anche l’ansia può causare problemi al colon.

Fortunatamente, a questo problema hanno lavorato gastroenterologi e naturopati che hanno rivalutato i classici rimedi della nonna, con l’assunzione di piante curative, accompagnata da particolari esercizi fisici e approcci psicologici in grado di guarire il colon irritabile.

A questo si aggiungono alcuni consigli da mettere in pratica o esami clinici atti a aumentare le possibilità di curare questo problema dell’intestino.

Il Bioscreening, tecnica molto efficace, in grado di scovare eventuali intolleranze agli alimenti o pericolose mancanze minerali, che provocano un indebolimento del tratto gastrointestinale con aumento dell’irritabilità.

L’Aloe Vera, sistema naturale per il colon irritato che se assunto quotidianamente, favorisce lo sgonfiamento addominale e restituisce quel senso di leggerezza che sembrava ormai perduto. In ultimo, è importante ricordare che non bisogna mai sottovalutare la nostra colonna vertebrale e cercare di tenere il più dritta possibile la schiena per far si che il nostro colon funzioni perfettamente.


Potrebbe interessarti

Dieta per il Natale: mangiare con gusto senza ingrassare

 

Quando il natale è alle porte risulta difficilissimo evitare di ingrassare durante tutto l'arco delle feste e non riuscire poi a smaltire i chili di troppo; in questo caso è necessario cercare di seguire una dieta per il Natale equilibrata, che permetta di passare le feste in allegria senza doversi poi pentire di tutto il cibo mangiato in eccesso.

Dieta rapida: perdere peso in poco tempo

Molte persone (in particolar modo le donne) non si sentono a proprio agio con il proprio corpo; guardandosi allo specchio vedono quei fastidiosi chili di troppo e la presenza di grasso localizzato, che non gli permette di indossare magari qual vestito che amano tanto. Sentono un peso che, oltre a gravarli fisicamente, li appesantisce anche nell'animo.

Vitamina B7: scopriamo le sue caratteristiche principali

Vitamina B7: le caratteristiche principali

Se si desidera dimagrire potrebbe essere utile una dieta a base di Vitamina B7 (Inositolo); questa sostanza può essere una ottima alleata soprattutto nei casi di gonfiore addominale. Una dieta che si basa sul consumo di questa sostanza permette di ottenere in poco tempo il proprio peso ideale.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Tema sull'obesità infantile: un problema in crescente aumento

L'obesità infantile, soprattutto nei paesi sviluppati, è attualmente un problema da tenere in considerazione. Sono infatti molti i bambini a rischio di obesità; l'obesità infantile è inoltre affrontata e sottolineata da molti nutrizionisti.

Dieta uomo: ritrovare il peso forma

eliminare pancia uomo

Sono sempre più numerosi i ragazzi e gli uomini che tengono particolarmente alla linea, che praticano un’intensa attività fisica e che seguono un’alimentazione controllata e bilanciata.

Dimagrire in modo sano: vi sveliamo i segreti per farlo!

Dimagrire in modo sano: vi sveliamo i segreti per farlo!

Quando si sceglie di intraprendere una dieta, è indispensabile dimagrire in modo sano e graduale, in modo tale da ottenere una perdita di peso duratura. Certe diete promettono dimagrimenti veloci, spesso al termine del regime, i chili vengono riacquistati con facilità e velocità.

Leggi anche...

Gli spuntini nella dieta: l'importanza di uno snack

 

Attualmente gli spuntini vengono spesso consigliati da medici e dietisti, dai giornali e dalle riviste di settore; la loro funzione è quella di regolarizzare l'assunzione di cibo. Dopo un lungo periodo di digiuno si tende ad assumere un quantitativo di cibo molto superiore al necessario, poiché occorrono almeno 20 minuti prima che il cervello recepisca i primi segnali di sazietà. L'attacco di fame insorge inevitabilmente se si lasciano passare troppe ore tra un pasto e l'altro; in questi casi l'unico modo per difendersi è quello di fare dei break durante l'arco della giornata.

Leggi anche...

Trattamento acido glicolico per il corpo: il peeling più usato

L’acido glicolico è un estratto dalla canna di zucchero che grazie alle sue qualità chimiche, viene utilizzato per trattamenti dermatologici. Aiuta ad eliminare e rimuovere tutte quelle cellule morte che con il passare del tempo si accumulano sotto l’epidermide.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.