Quando il natale è alle porte risulta difficilissimo evitare di ingrassare durante tutto l'arco delle feste e non riuscire poi a smaltire i chili di troppo; in questo caso è necessario cercare di seguire una dieta per il Natale equilibrata, che permetta di passare le feste in allegria senza doversi poi pentire di tutto il cibo mangiato in eccesso.

Mangiare con criterio è il primo passo per una dieta per il Natale

Durante il periodo che và dalle feste natalizie fino all'epifania, è davvero difficile resistere a tutto il cibo presente in tavola, alle leccornie, ai dolci ecc. La buona notizia è che non è impossibile avere un pò più un occhio di riguardo e magari non strafogarsi di cibo, ma mangiare con criterio; in ogni caso, nel periodo delle feste natalizie, è praticamente molto difficile eseguire una vera dieta Natale e rinunciare a brindisi e varie cibarie.

Tutti sanno che i pranzi e le cene durante il periodo natalizio ci portano ad assumere tantissime calorie che non si riescono a smaltire immediatamente in particolar modo quelle assunte dai tantissimi dolci come panettoni, pandori, torroni, biscotti, torte ecc. Se siete dei tipi che non vogliono perdersi alcun tipo di pasto, allora è bene prepararsi nel miglior dei modi attravero una dieta atta a non dimagrire ma per depurare il corpo in vista delle festività. Nel caso in cui non volete abbuffarvi e non volete in nessun modo perdere la linea, allora è bene mangiare con moderazione e magari seguire una dieta per il Natale.

Ridurre le porzioni dei pasti

Un modo abbastanza semplice per mantenere la linea durante il periodo delle feste natalizie è quello di ridurre le porzioni, anche durante il periodo che precedono i giorni festivi, una strategia consigliata anche dai nutrizionisti, che consente di arrivare al Natale con qualche chilo in meno. In questo caso sono consigliatissime le verdure, sia crude che cotte, che, se condite con le giuste dosi di olio, aceto e sale, non rischiano di far aumentare la taglia dei pantaloni.

Insomma, è bene cominciare a mangiare con moderazione anche nel periodo che precede le festività, in modo tale da arrivare più leggeri e sani e magari concedersi un peccato di gola in più del solito.

Caratteristiche

Durante una dieta di questo tipo, per cercare di mantenere il proprio peso ideale, è importante cercare di seguire un'alimentazione varia ed equilibrata, senza esagerare con le porzioni. Di seguito sono illustrati alcuni segreti utili da seguire durante una dieta per il Natale.

  • Iniziare la giornata con una colazione abbondante, evitando però biscotti e dolciumi. È infatti preferibile un tazza di latte scremato, un frutto, cereali e pane integrale.
  • In previsione dei super-calorici pranzi natalizi, durante l'arco della giornata è fondamentale eliminare o ridurre l'assunzione di dolci e bevande ricche di zucchero.
  • Sarebbe opportuno evitare tartine con salse (3 cucchiai di salsa russa forniscono circa 300 kcal), olive, patatine e salumi ricchi di grasso. Tra gli insaccati, è infatti preferibile optare per la bresaola (la più magra).
  • L'alcol ha invece un elevato apporto calorico, ecco perché bisogna scegliere sempre un aperitivo analcolico.
  • È importante aumentare il consumo di frutta e verdura fresca in sostituzione di snack iper-calorici, limitando l'assunzione di frutta secca a fine pasto.
  • Nel preparare i dolci sarebbe preferibile optare per ingredienti meno calorici sostituendo: la farina bianca con quella integrale, il burro con la margarina, lo zucchero con il miele, la frutta candita con quella secca.
  • Potrebbe essere utile uno spruzzatore d'olio, utensile che riduce le quantità del liquido usato per cucinare “vaporizzandolo” sulla padella, e l'accompagnare i fritti a fette di limone e aceto, che “alleggeriscono” il contenuto di grassi nei cibi.

Durante le feste non dimentichiamo l'attività fisica

È necessario infine, durante una dieta per il Natale, fare più movimento fisico possibile per riuscire a smaltire in modo ottimale tutte le calorie in eccesso e ricordarsi che il pandoro apporta ben 430 Kcal ogni 100 g; per chi ha seri problemi di linea, è consigliabile quindi solo un assaggio. In questo periodo è molto importante fare movimento e non essere sedentari, per esempio è bene fare almeno una mezzora di passeggiata, di corsa o di cyclette e invece di prendere l'ascensore per salire su casa è meglio fare le scale!

Rimedi per il colon irritabile (soprattutto dopo le feste)

Non si capisce bene il perché, ma con i cambi di stagione cambia il tempo e anche i problemi spesso associati al colon irritabile, alla colite e ai problemi intestinali in genere. Così, succede che anche i pazienti che convivevano tranquillamente con i loro gonfiori sino a primavera, durante l’estate avvertono un nuovo picco di dolore.

In questo articolo cercheremo proprio di analizzare i rimedi naturali speciali per contrastare questa fastidiosissima sindrome del colon, preparati da un esperto del settore, il Dr. Luca Lombardi, che dopo anni di studi e ricerche ha trovato un efficace protocollo per ritrovare l’equilibrio intestinale perduto. Vediamo di cosa si tratta.

Sicuramente, la maggiore disidratazione dell’organismo ed una abbondante sudorazione creano situazioni non proprio piacevole e, se a questo aggiungiamo il caldo afoso dei mesi estivi, allora tutto diventa ancora più complicato.

Anche se, c’è da dire che i maggior casi di colon irritabile si verificano nel mese di Gennaio, forse perché è il periodo subito dopo le festività natalizie e dunque è consigliato seguire innanzitutto una dieta per depurarsi dopo le feste. Sta di fatto che molti considerano il colon irritabile una malattia sintomatica, a causa dei sintomi con cui si manifesta, iniziando dalla diarrea.

Sintomi spesso tipici di situazioni emotive, come drammi familiari, delusioni amorose e via dicendo. A tal proposito, il Dr. Luca Lombardi indica tutti quei segnali che potrebbero avere a che fare con questo problema: perdita di peso, difficoltà di ascolto e suscettibilità. E non solo. Perché anche l’ansia può causare problemi al colon.

Fortunatamente, a questo problema hanno lavorato gastroenterologi e naturopati che hanno rivalutato i classici rimedi della nonna, con l’assunzione di piante curative, accompagnata da particolari esercizi fisici e approcci psicologici in grado di guarire il colon irritabile.

A questo si aggiungono alcuni consigli da mettere in pratica o esami clinici atti a aumentare le possibilità di curare questo problema dell’intestino.

Il Bioscreening, tecnica molto efficace, in grado di scovare eventuali intolleranze agli alimenti o pericolose mancanze minerali, che provocano un indebolimento del tratto gastrointestinale con aumento dell’irritabilità.

L’Aloe Vera, sistema naturale per il colon irritato che se assunto quotidianamente, favorisce lo sgonfiamento addominale e restituisce quel senso di leggerezza che sembrava ormai perduto. In ultimo, è importante ricordare che non bisogna mai sottovalutare la nostra colonna vertebrale e cercare di tenere il più dritta possibile la schiena per far si che il nostro colon funzioni perfettamente.





Potrebbe interessarti


Torboterapia corpo: come curare artrosi ed inestetismi in modo naturale

La torboterapia corpo è un metodo usato fin dall’antichità per contrastare diversi tipi di patologie. Grazie a degli specifici principi attivi estratti da alcuni vegetali, è stato possibile trovare un trattamento di prevenzione di diversi disturbi reumatologici e del dolore.

Leggi tutto...

Dieta e stitichezza: cosa mangiare per regolare l'intestino?

La stitichezza è un disturbo intestinale molto diffuso che si manifesta con sintomi vari tra cui dolori all’addome, meteorismo e difficoltà durante l’evacuazione. Come aiutare il nostro organismo a prevenire questa fastidiosa alterazione dell’equilibrio intestinale?

Leggi tutto...

Elettroporazione: lotta contro la cellulite

Uno dei nemici più agguerriti e odiati dalle donne è senza ombra di dubbio la cellulite, che spesso non le fa sentire a proprio agio, soprattutto quando arriva l’estate ed è arrivato il momento della prova costume. Grazie all’elettroporazione è possibile combattere l’effetto buccia d’arancia.

Leggi tutto...

Dieta Weight Watchers: i guardiani del peso

La dieta Weight Watchers, tradotto letteralmente "i guardiani del peso", nasce nel lontano 1963 ad opera di Jean Nidetch. Questa dieta si basa sul rispetto di una sana alimentazione, sorretta dalla consulenza di un'equipe specializzata di esperti nutrizionisti (di qui l'accezione "guardiani del peso").

Leggi tutto...

Dimagrire in modo sano: i segreti

Quando si decide di intraprendere una dieta, è importante dimagrire in modo sano e graduale, in modo tale da ottenere un dimagrimento efficace e duraturo. Alcune diete promettono dimagrimenti facili e veloci, am spesso al termine del regime dietetico, i chili persi vengono riacquistati con altrettanta facilità e velocità.

Leggi tutto...

I più condivisi


Rimedi naturali per ridurre la cellulite

La cellulite, oltre ad essere un mero problema estetico, è una disfunzione della microcircolazione sanguigna le cui cause possono essere diverse dalla sedentarietà alla ritenzione idrica, da fattori costituzionali, ormonali o vascolari, motivo per cui ne soffrono anche persone molto magre. L’inestetismo a livello epidermico si manifesta con la cellulite quando una cattiva microcircolazione sanguigna stressa il tessuto adiposo sottocutaneo. Esistono diversi tipi di cellulite, a seconda del grado di gravità del disturbo.

Leggi tutto...

App per la dieta: alimentazione per dimagrire su iPhone e Android

I chili in eccesso non sono sempre facili da gestire e con l'estate oramai in corso la necessità di perdere peso si fa più incalzante, tanto da indurre alla sperimentazione di vari metodi dimagranti, non sempre benefici per la salute. Da oggi però, un aiuto concreto e sicuro nella lotta ai chili in eccesso lo si può ottenere dalle app per dimagrire.

Leggi tutto...

L'endermologia nel trattamento contro la cellulite

L'Endermologia (nota anche come LPG Endermologie) è una tecnica non invasiva, molto efficace come terapia contro la cellulite, che evidenzia a livello del tessuto cutaneo un miglioramento del flusso linfatico e vascolare oltre che del metabolismo delle cellule adipose e dei fibroblasti.

Leggi tutto...

Dieta Detox in 3 giorni: sveliamone i segreti

Purtroppo molto spesso ci sentiamo appesantiti e iniziamo e vedere nel nostro corpo l’antiestetico grasso localizzato, che nelle donne si concentra in particolar modo nelle cosce e nei fianchi.

Leggi tutto...

Dieta mestruazioni: quali cibi mangiare

Uno dei periodi più critici per tutte le donne, è quello del ciclo; durante la fase mestruale infatti ci si sente gonfie e pesanti, si ha spesso fame e sale la voglia di dolci, pane, focacce e pasta.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Qual è la corretta dieta per un atleta?

Sappiamo tutti quanto sia importante per un atleta seguire una corretta alimentazione: ma qual è la migliore dieta per un atleta?. Il mangiare in maniera delicata e proporzionata al proprio impegno atletico è molto importante, soprattutto in considerazione del fatto che può essere considerata a tutti gli effetti un arma in più. 

Leggi tutto...

Leggi anche...


Dimagrimento localizzato: perdere i cm su fianchi, pancia e glutei

L’estate è ormai alle porte ed è proprio in questo periodo che molte persone sentono il bisogno di perdere i chili di troppo accumulati durante l’inverno per riuscire a superare la prova costume.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top