Se si desidera dimagrire potrebbe essere utile una dieta a base di Vitamina B7 (Inositolo); questa sostanza può essere una ottima alleata soprattutto nei casi di gonfiore addominale. Una dieta che si basa sul consumo di questa sostanza permette di ottenere in poco tempo il proprio peso ideale.

Alimenti che contengono la questo componente

Come abbiamo già detto la vitamina B7 èun ottimo rimedio per dimagrire in modo sano ed è contenuta in numerosi alimenti, alcuni dei quali sono presenti nell'elenco che segue:

  • prugne secche (470 mg/100 g),
  • crusca,
  • fiocchi d'avena (320 mg/100 g),
  • legumi,
  • fegato (340 mg/100 g),
  • germe di grano (690 mg/100 g),
  • lievito di birra,
  • frutta fresca come melone (170 mg/100 g),
  • arancia (150 mg/100 g)
  • banana (120 mg/100 g)
  • noci (180 mg/100 g)
  • frutta secca.

Se l'Inositolo viene associato allo yogurt, è possibile ottenere effetti maggiori, facilitando l'assorbimento della sostanza stessa e la purificazione della flora batterica intestinale.

Gli integratori alimentari a base di vitamina b7

La vitamina B7 può essere in alternativa presa mediante integratori alimentari, evitando però l'assunzione di più di quattro compresse giornaliere, che potrebbero avere effetti lassativi.
Questa sostanza aiuta a regolare il flusso mitocondriale, agevolando un miglior funzionamento del fegato, e ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo all'interno dell'organismo.
La vitamina B7 è inoltre utilizzata per depurare il sangue, i reni e disintossicare il corpo, soprattutto a livello epatico e dopo cicli di eccesso di alcol, farmaci quali cortisone e antibiotici, e vita alimentare non regolare; viene infatti somministrato in alte dosi ai soggetti sottoposti a chemioterapia.
Altre parti del nostro organismo che ricavano proprietà benefiche dalla vitamina B7 sono il sistema immunitario, il cuore e il cervello; l'Inositolo viene dunque usato anche nei casi di affaticamento mentale, per accrescere le capacità di memorizzazione. L'Inositolo è infine importante nei casi di stress e per prevenire situazioni legate agli attacchi di panico.

Le altre vitamine di tipo B

Questa particolare vitamina B7, rientra nel generale gruppo B: tutte hanno la caratteristica di essere idrosolubili e di intervenire direttamente sul metabolismo delle cellule.
In generale tutte queste sostanze sono necessarie per un corretto funzionamento dell'organismo: dalla cura del sistema nervoso a quella della cute e dei capelli. Anche organi come quelli dell'apparato gastrointestinale beneficiano dell'apporto delle vitamine B, in particolare il fegato. Inoltre, agiscono sul metabolismo dei lipidi e contribuiscono alla produzione di energia necessaria a sostenere il nostro organismo.

Come accorgersi della sua carenza 

Vitamina B7: le caratteristiche principali

Se nel nostro corpo non abbiamo a sufficienza la vitamina B7 o comunque quelle del gruppo B, possono sopraggiungere diversi sintomi, atti a segnalare l'esigenza di integrare vitamine attraverso gli alimenti che abbiamo già evidenziato. Innanzitutto, la pelle tende a seccarsi e diventare ruvida, così come i capelli rischiano di diventare più fragili.

Altri sintomi più evidenti sono la perdita di appetito, l'insonnia e la stitichezza. La causa potrebbe essere, oltre ad una carenza patologica, l'abuso di sostanze alcoliche, zuccheri e caffè, che sfruttano le vitamine B per altri scopi rispetto a quelli per cui nascono.

La scioccante verità sui multivitaminici

Viviamo in un’era in cui l’idea di sfidare sempre di più la nostra salute è ormai una mania.

Si sentono in ogni momento storie riguardanti metodi portentosi per allungare la vita o per avere una salute migliore attraverso semplici trucchi, tutto questo sicuramente per attirare molta attenzione.

Tutti oggi conoscono l’importanza delle vitamine per il corretto funzionamento e la salute del nostro corpo.

Se assumete tutte le vitamine di cui avete bisogno, avrete la garanzia di sentirvi sempre al massimo della forma.

Quindi, se ci fosse un modo per prendere tutte le vitamine (tra cui la vitamina B7) giornaliere da un solo posto, come una sorta di assicurazione per una salute migliore, sareste pazzi a non farlo, vero?

Questo è quello che i multivitaminici e gli altri integratori di vitamine rappresentano per milioni di Americani che li prendono ogni giorno.

Ecco perché gli integratori alimentari sono un’industria incredibile da 19 miliardi di dollari all’anno.

gli integratori racchiudono in una pillola diverse vitamine che normalmente si trovano nel cibo o in altre fonti naturali come spesso raccontato sul blog vailo.it

Possono essere usati anche per fornire quelle vitamine essenziali che non si assumono attraverso la regolare alimentazione.

Nei vostri integratori ci sono quindi molte vitamine e minerali.

Una delle marche più famose, Centrum, ha diverse opzioni tra cui potete scegliere per soddisfare al meglio il vostro fabbisogno nutritivo.

Alcune delle sostanze che si trovano in ogni pillola:

  • Vitamine C, D, E, K, B6, B12 e A
  • zinco
  • manganese
  • magnesio
  • niacina
  • riboflavina
  • tiamina
  • selenio
  • fosforo
  • potassio
  • luteina e zeaxantina
  • molibdeno
  • acidi grassi omega-3
  • licopene
  • ferro
  • iodio
  • acido folico
  • rame
  • calcio
  • biotina

Sono tanti nutrienti ed ogni persona potrebbe avere diversi bisogno per ognuno di essi.

Se avete un’insufficienza di vitamine causata da una malattia, una gravidanza, una scarsa nutrizione, problemi gastrointestinali o altre condizioni, potreste prendere un integratore  per rimediare.

Quasi il 40% degli adulti prende un integratore regolarmente.

Si presentano in pastiglie che possono essere ingoiate o masticate, capsule o liquidi da assumere oralmente.

Si prendono di solito una volta al giorno.

La faccenda diventa un po’ più confusa quando vi iniziate a chiedere quanto possa essere efficace utilizzare gli integratori.

Alcuni dottori vi consiglieranno sinceramente di prendere un integratore ogni giorno, altri potrebbero non essere d’accordo e dirvi di prendere integratori specifici per fare il pieno di dosi massicce delle sostanze di cui avete bisogni, altri ancora potrebbero totalmente lasciare la scelta al paziente.

Quindi cosa ci guadagnate dall’assumere un integratore?

Se non ricevete una nutrizione adeguata, potreste soffrire di alcuni seri effetti sulla salute.

Uno studio dell’Università della California, Berkeley, ha scoperto che le insufficienze di molti micronutrienti potrebbe portare a danneggiare il DNA stesso, cosa che potrebbe condurre ad un invecchiamento precoce e ad alti rischi di malattie croniche.

Se assumente poca vitamina C, potreste ammalarvi di scorbuto.

Poca vitamina D può portare al rachitismo.

Poca vitamina B1 può causare beriberi.

In un mondo perfetto, tutti mangerebbero soltanto i migliori cibi pieni di sostanze nutrienti.

Ogni piatto sarebbe pieno di verdure e frutta e non ci sarebbe nemmeno un alimento processato all’orizzonte.

Sfortunatamente, non è il nostro caso.

La nostra alimentazione tende ad essere alquanto sbagliata, anche per chi pensa di essere un fanatico della salute.

Il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) stima che gli Americani mangino solo un frutto e al massimo due verdure in una giornata tipica.

Con questi dati, è ovvio il perché così poche persone raggiungano la quantità raccomandata giornaliera di vitamine e minerali.

Meir Stampfer, professore di medicina all’Harvard Medical School, dice: “Quando confrontiamo le raccomandazione di vitamine e minerali con il consumo attuale, molti Americani non si avvicinano neanche al raggiungimento del fabbisogno per quanto riguarda diversi nutrienti”.
Alcuni di questi.

  • Calcio
  • Magnesio
  • Vitamina C
  • Vitamina E

Se non assumente una corretta nutrizione, con il passare del tempo possono sorgere dei problemi, soprattutto se aspettate un bambino, o se siete vegetariani o anziani.

Potreste soffrire di anemia, difetti congeniti, danni al sistema nervoso e altro ancora.

E’ giusto ammettere che tutti sbagliamo ogni tanto, a meno che non siate nel mezzo di una fase di calcolo delle calorie e allenamento, starete sicuramente per fare degli errori indulgendo nella scelta di cibi non sani.

Ecco il punto in cui l’idea di un integratore ha un impatto maggiore.
Quindi, se state per assumere un integratore alimentare, cosa dovreste sapere prima?

Cosa dovreste sapere?

Vitamina B7: le caratteristiche principali alt=

Magari assumete già regolarmente degli integratori, ma ci sono delle linee guida che dovreste seguire mentre li prendete:

  • Non dovrete mai prenderne più della dose raccomandata
  • Consultatevi col vostro medico, soprattutto se volete continuare a prenderli regolarmente
  • A meno che non abbiate indicazioni di un medico, non prendete più di un integratore per volta
  • Overdosi di vitamine A, D, E o K possono causare effetti collaterali pericolosi per la vostra vita
  • Non dovreste mai prendere integratori con i latticini, integratori di calcio o antiacidi che contengono calcio perché il calcio può interferire con l’assorbimento di altri nutrienti

Potreste pensare di prende un integratore perché pensate che la vostra alimentazione non sia abbastanza, ma molte persone negli Stati Uniti ricevono tutta la vitamina A di cui hanno bisogno da uova, latticini, verdure a foglie verdi, arance e frutta gialla.

Il fabbisogno di vitamina B7 e vitamine del gruppo B viene soddisfatto quasi sicuramente attraverso l’alimentazione moderna e l’eccesso che assumete attraverso gli integratori verrà espulso dal corpo attraverso l’urina.

Studi sull’uso della vitamina E tendono a variare: alcuni ritengono che una carenza non abbia effetti reali sul corpo, altri che sia una vera minaccia.

Uno studio ha dimostrato che gli uomini più in là con gli anni che prendevano integratori di selenio stavano aumentando realmente il rischio di sviluppare cancro alla prostata, e bloccando i coaguli di sangue.

I multivitaminici funzionano davvero?

La maggior parte delle persone che assume itegratori regolarmente ha un pensiero molto chiaro: “tanto al massimo non fanno male, no?”.

Ma dovreste continuare a spendere soldi, aspettandovi dei benefici sulla salute?

Studi pubblicati negli Annali di Medicina Interna, hanno scoperto che i multivitaminici e gli integratori di minerali non sono stati efficaci nel prevenire problemi cardiaci, perdita di memoria o nel prolungare la vita rispetto a delle pillole di placebo.

Un professore di epidemiologia alla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health ha detto che crede che sia chiaro che le vitamine non stanno funzionando.
E’ un’affermazione molto forte.

Tuttavia, cosa non è stato menzionato riguardo questi studi è che le persone esaminate erano adulti sani che ricevevano una nutrizione adeguata derivante da diete ben bilanciate.
In ognuno dei tre studi, i risultati non hanno mostrato nessuna differenza significativa nel rischio di cancro, cataratta, infarto, stanchezza, ictus, dolore al petto, arterie bloccate o morte, tra chi prendeva gli integratori e chi prendeva i placebo.

Quindi, fino a che ulteriori ricerche non dimostrino il contrario, sembra che prendere integratori non abbia dei benefici considerevoli sulla salute, se siete già delle persone sane. Ma, se avete altri problemi di salute che potrebbero migliorare ricevendo livelli più alti di alcune delle vitamine presenti nelle pillole, allora potreste trarne dei benefici.

Duffy MacKay, vice presidente degli affari scientifici e governativi per il Council for Responsible Nutrition, ha detto che tutti abbiamo bisogno di gestire le nostre aspettative sul motivo per cui prendiamo integratori.

La ricerca mostra che le due ragioni principali che spingono le persone ad assumerli sono avere una salute e un benessere migliori e per compensare delle carenze di nutrienti.
La scienza ancora dimostra che gli integratori funzionano per questi scopi.”

A causa di come questa evidenza minima ha dimostrato i loro effetti, positivi o negativi, è difficile arrivare ad una conclusione assoluta sulla loro efficacia.

Lo stesso studio riportato negli Annali ha sottolineato che “l’evidenza disponibile non esclude benefici o danni piccoli nella popolazione generale o benefici o danni grandi in piccoli sottogruppi”.

Ogni integratore può anche avere diverse formule, rendendo le conclusioni ancora più difficili.

Come possiamo sapere con certezza quali componenti in ogni pillola sono stati responsabili delle dosi?

Quando qualcuno assume una quantità eccessiva di un nutriente o di un altro nella propria alimentazione, come possiamo sapere se sono state le pillole o qualcosa che hanno mangiato?

A causa di questa incertezza nella comunità medica e scientifica, non è possibile schierarsi da una parte o dall’altra e sapere se sono davvero benefici per la salute.

Quali sono le alternative?

Se siete il tipo di persona a cui non piace molto l’idea di affidarsi ad un presidio medico ogni giorno per ricevere le sostanze nutritive, la prima cosa che potete fare è iniziare un’alimentazione ben bilanciata.

Potete capire bene come fare, soprattutto per i vostri fabbisogni, dando uno sguardo alle raccomandazioni ufficiali USDA su ChooseMyPlate.gov.

Altri modi per avere una dieta completa e assicurarvi di ricevere tutto ciò di cui il vostro corpo ha bisogno, è concentrarvi su determinati gruppi di cibi, in particolare su quelli chiamati “super cibi”.

Il CDC ha pubblicato una ricerca che identifica la frutta e la verdura più ricca di nutrienti, potete usare questa lista la prossima volta che andate dal fruttivendolo.

Ogni cibo su quella lista garantisce di fornire al vostro corpo i nutrienti che non riceverete in nessun modo se non con l’alimentazione, e in alcuni casi non ci sarà bisogno di prendere pillole.

Per fare davvero bene alla vostra salute, oltre ad avere un’alimentazione sana, potrete inserire nel vostro programma dell’attività fisica.

Questo aiuterà il vostro corpo a processare quei nutrienti e ad usarli in modo più efficace per bruciare i grassi, costruire i muscoli e mantenervi in forma negli anni.

Pensieri finali

Gli integratori potrebbero essere in qualche modo efficaci perché sono una fonte di vitamine che non potreste assumere da altre parti.

Ma non sono pillole magiche che vi offrono una salute perfetta per il resto della vostra vita, finché li assumente una volta al giorno.

Una buona salute può arrivare solo grazie ad un’alimentazione attenta e all’attività fisica. Ironicamente, molte persone interessate agli integratori sono già individui ben nutriti che si preoccupano di migliorare la loro salute.

Quelli che potrebbero beneficiare maggiormente dalle pillole, le persone che sono seriamente malnutrite, sono probabilmente quelli meno interessati a prenderli.
L’idea di una medicina meravigliosa che possiamo prendere per avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno è stato sempre il sogno dei nutrizionisti.

E forse un giorno scopriremo un modo per modificare gli integratori e far sì che diventano degli integratori perfetti.

Fino ad allora, dobbiamo solo affidarci alla scienza e impegnarci a fare una vita sana.

 


Potrebbe interessarti

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Protesi per capelli: caratteristiche e costi

Ideali per coprire sia piccole zone del cranio sia l'intera testa, le protesi per capelli sono prodotte su misura a seconda del singolo caso e non sono assolutamente invasive. Non si parla di un trattamento chirurgico, bensì di una struttura di base formata da particolari polimeri traspiranti cui vengono collegati i capelli sintetici o naturali.

Rimedi contro la cellulite: sconfiggere la ritenzione idrica

Il lungo inverno ci sta finalmente salutando e la primavera con l’estate sono alle porte. E’ proprio in questo periodo che la maggior parte delle persone si accorge di aver perso il proprio peso forma, a causa anche delle lunghe e fredde giornate trascorse in casa a sgranocchiare snack vari e di dover correre ai rimedi contro la cellulite.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Diabete mellito tipo 2: cosa mangiare per una vita sana

diabete

Il diabete mellito tipo 2 è una tipologia di diabete, ovvero una patologia della quale soffrono molte persone e che si può manifestare in età giovanile o in età adulta. Le persone affette da diabete devono necessariamente seguire una dieta diabete particolare ma non faticosa e spesso hanno bisogno di assumere farmaci specifici.

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Centro dimagrimento Roma: semplici mosse per dimagrire

Purtroppo non sempre le diete e lo sport aiutano a perdere i chili di troppo, spesso è necessario affidarsi nelle mani di esperti per riuscire a raggiungere di nuovo il proprio peso ideale.

Leggi anche...

Dieta dissociata: per regolare il metabolismo

La teoria di un regime dietetico di tipo dissociato fu concepita dal Dottor William Howard Hay circa 20 anni fa, nel 1921, infatti nel mondo questo stile alimentare è conosciuto anche sotto il nome di food combining e dieta Hay.

Leggi anche...

Trattamento Scrub Detossinante: ecco i benefici

Per riuscire ad eliminare tutte le cellule morte del nostro corpo ed aiutare il processo di rinnovamento della pelle, spesso, può essere necessario un trattamento scrub detossinante conosciuto anche come gommage oppure con il termine peeling.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.