In questi ultimi anni viviamo in una società in cui viene data molta importanza alla cura ed al benessere generale del corpo. E tra le parti di questo che risultano più curate vi è senz'altro il viso, in quanto zona più sensibile e vulnerabile allo stress di vario genere, come ad esempio quello causato da un'eccessiva esposizione al sole estivo oppure al freddo ed al vento invernale. Se magari a tutto ciò associamo stress emotivi, gli effetti dell'età e del tempo, ecco che la pelle in generale e in particolare quella di alcune zone specifiche del corpo comincia a perdere quella freschezza ed elasticità consueta.

Molto spesso il nostro viso può risultare spento e teso; questo è dovuto principalmente allo smog che la nostra pelle assorbe, agli agenti atmosferici e alle cellule morte che si trovano sull’epidermide. Tutto ciò rende il nostro aspetto poco attraente. Niente paura però! Infatti esiste un trattamento, detto maschera osmotica, che consente di donare nuovamente alla pella quella luminosità e quello splendore che con il tempo si è perso.

Tutto questo risulta importante in quanto presentare un viso ed un'epidermide curata sotto ogni suo aspetto aiuta a sentirsi bene ed a relazionarsi anche in maniera positiva con gli altri, in ogni genere di contesto, compresso quello lavorativo. Ma in cosa consiste in maniera particolare questo genere di trattamento? Quali vantaggi esso consente di ottenere? Cerchiamo di scoprire di più su tale argomento e rispondere a queste domande.

Cos’è un trattamento osmotico?

Un prodotto detto osmoticamente attivo, serve a favorire l’eliminazione delle tossine, delle scorie metaboliche e dell’acqua in eccesso, svolgendo una efficace azione circolatoria. L’osmosi in generale, rappresenta il passaggio di un solvente (come ad esempio l’acqua) dalla soluzione in cui i soluti sono più diluiti a quella in cui sono maggiormente concentrati, fino a raggiungere uno stato di equilibrio tra le due soluzioni.

Le cellule del corpo umano sono circondate da una membrana plastica semipermeabile, ossia che consente il passaggio di molecole di piccole dimensioni attraverso l’osmosi. È importante quindi mantenere nel corpo un equilibrio osmotico nei fluidi corporei, in modo tale da offrire alle cellule un ambiente ottimale dove vivere.

La maschera osmotica, spesso è realizzata a partire da estratti vegetali naturali, come per esempio alghe, fanghi e particolari argille, composti da diversi minerali dalle azioni benefiche per la pelle.

Una volta applicata e lasciata agire, la maschera osmotica, donerà benefici immediati infatti, quando il prodotto utilizzato viene rimosso dalla pelle, viene eliminato lo stato superficiale del derma che porta via con sé anche le impurità e le tossine che sono state accumulate.

I vantaggi di una maschera osmotica

L’epidermide risulterà immediatamente purificata e rivitalizzata, donando benefici anche alla microcircolazione e quindi al rassodamento e alla tonificazione del viso. La maschera osmotica spesso è composta da fanghi, questo perché la loro azione osmotica è maggiore rispetto ad altri estratti. In più, oltre alla proprietà di osmosi, si contrasta la formazione di impurità come punti neri o brufoli, l’eliminazione di cellule morte e delle impurità cutanee, rendendo l’epidermide luminosa, morbida ed idratata.

In pratica, un primo effetto positivo per la pelle del viso è che essa appare notevolmente più compatta e levigata, grazie anche all'effetto di maggiore idratazione e rimpolpamento della cute stessa. Se poi questo genere di trattamento viene effettuato periodicamente, si denotano anche consistenti benefici nel lungo periodo. Tra questi troviamo ad esempio un notevole appianamento delle rughe superficiali, quindi minore presenza di cosiddette zampe di gallina e rughe d'espressione, sia nelle zone limitrofe agli occhi che alle labbra.

Poi, tale trattamento non soltanto produce effetti benefici sulle rughe e quindi sugli sgradevoli inestetismi di cui ciascuna persona potrebbe soffrire, ma elimina anche tossine e impurità dell'epidermide, che come abbiamo detto si accumulano col passare del tempo se non curate periodicamente e sistematicamente (come ad esempio possono essere le cellule morte). A questi effetti positivi immediati, si combinano benefici anche di lungo periodo, che come abbiamo accennato permettono di ritardare l'insorgenza o il ritorno delle rughe sul viso.

L’osmosi e il sale

Non tutti sanno che le maschere osmotiche non sono utili solo per il viso ma sono perfette anche per trattare i fastidiosi inestetismi della cellulite. In questo caso, infatti, è possibile sfruttare i benefici effetti drenanti del sale. Infatti, se questo alimento, quando si assume esageratamente è fortemente sconsigliato perché favorisce l’ipertensione e gli squilibri renali, in cosmetica diventa una sostanza altamente funzionale perfetta per contrastare i liquidi in eccesso proprio grazie al suo grande potere osmotico che permette, appunto l’eliminazione. Il principio dell’osmosi del sale non è affatto una novità, infatti da anni esistono prodotti che lo contengono come gli scrub ai sali del mar morto che, da diversi anni, sono famosi per l’eccezionale effetto dovuto proprio alle proprietà osmotiche

Infatti, quando si applica uno scrub al sale o un prodotto come una maschera o una crema che contengono Cloruro di Sodio avviene un processo del genere: immaginiamo due scomparti, in uno scomparto in cui si trova una soluzione acquosa con un determinato quantitativo di sale abbiamo il ristagno di liquidi, in un altro scomparto si trova una soluzione acquosa con ancora più sale; entrambi sono separati uno dall’altro da una membrana semipermeabile che permette il passaggio solo ad alcune molecole che hanno determinate dimensioni.  La crema o lo scrub, che sono la parte ipotonica, quando vengono in contatto con la pelle, attivano il processo osmotico che rilascia i liquidi in eccesso. Quindi, si verrà a creare un gradiente di concentrazione del Cloruro di Sodio nei due lati della membrana ed anche un equilibrio che viene dal passaggio della soluzione acquosa dall’area in cui vi è meno sale disciolto, alla zona in cui ce n’è di più.

Alla fine, il risultato sarà un miglioramento della microcircolazione con una attenuazione della stasi venosa e dell’infiammazione tessuto adiposo.

Come abbiamo visto, attraverso un trattamento naturale, semplice e destinato a diverse parti del corpo, è possibile ottenere diversi tipi di benefici estetici. Piccoli gesti che aiutano a sentirsi bene e ad apparire in forma nella vita di ogni giorno. 



Potrebbe interessarti

Dieta di insalata: perdere peso in modo naturale

Un ottimo rimedio per perdere i chili di troppo potrebbe essere quello di affidarsi a una dieta a base di insalate varie. Oltre ad aiutare il dimagrimento consentendo di perdere anche quattro chili in un mese, con un apporto calorico di circa 1.300 calorie; fornisce inoltre al nostro organismo numerosi principi nutritivi.

Leggi tutto...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...

Mangiare veloce fa ingrassare: aumenta il rischio

Oggi, a causa dei tempi dei pasti sempre più ridotti e dell'imperante filosofia slow, siamo portati a mangiare in fretta, non masticandolo bene, e aumentando così il rischio di digerire male e di finire in sovrappeso. 

Leggi tutto...

Dieta energetica: combinare dimagrimento ed energia

Il modo migliore per dimagrire e tornare al proprio peso forma è seguire una dieta equilibrata unita alla necessità di bruciare quelle calorie in eccesso, che, trasformandosi in tessuto adiposo, fanno ingrassare.

Leggi tutto...

Benessere psicologico: i cibi che incidono sulla salute mentale

Perché quando si è di cattivo umore spesso si avverte il desiderio di mangiare la cioccolata? 
Oppure perché quando si vuole conciliare il sonno ci si coccola con un bicchiere di latte e biscotti? E ancora, come mai durante il ciclo mestruale alcune donne sentono il bisogno di mangiare i dolci? C’è una risposta scientifica a tutto questo e risiede nella produzione di una sostanza chiamata serotonina.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Dieta colite: l'aiuto di una giusta alimentazione

La colite è molto spesso legata a cause di natura nervosa e una cattiva alimentazione potrebbe incidere negativamente su questa sindrome, aggravandone e scatenandone i suoi sintomi tipici. Per evitare problemi di questo tipo, è consigliabile seguire una vera e propria dieta contro la colite, ricca di fibre e acqua.

Leggi tutto...

Gli spuntini nella dieta: l'importanza di uno snack

 

Attualmente gli spuntini vengono spesso consigliati da medici e dietisti, dai giornali e dalle riviste di settore; la loro funzione è quella di regolarizzare l'assunzione di cibo. Dopo un lungo periodo di digiuno si tende ad assumere un quantitativo di cibo molto superiore al necessario, poiché occorrono almeno 20 minuti prima che il cervello recepisca i primi segnali di sazietà. L'attacco di fame insorge inevitabilmente se si lasciano passare troppe ore tra un pasto e l'altro; in questi casi l'unico modo per difendersi è quello di fare dei break durante l'arco della giornata.

Leggi tutto...

Dieta anticellulite: combattere gli inestetismi

La cellulite è uno dei nemici più agguerriti della bellezza fisica delle donne e purtroppo colpisce ad ogni età, anche le adolescenti. Le donne che vogliono dichiarare guerra alla cellulite devono seguire un’alimentazione bilanciata, assumendo un numero limitato di calorie e praticare una moderata attività fisica.

Leggi tutto...

Dieta rapida: perdere peso in poco tempo

Molte persone (in particolar modo le donne) non si sentono a proprio agio con il proprio corpo; guardandosi allo specchio vedono quei fastidiosi chili di troppo e la presenza di grasso localizzato, che non gli permette di indossare magari qual vestito che amano tanto. Sentono un peso che, oltre a gravarli fisicamente, li appesantisce anche nell'animo.

Leggi tutto...

Dieta ricca di fibre: i segreti per dimagrire

La dieta fibre nasce nei primi anni '80 negli USA grazie all'omonimo libro scritto da Audrey Eyton ed è basata sul consumo di fibre (30-35 grammi al giorno circa) nell'alimentazione quotidiana.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dieta e stitichezza: cosa mangiare per regolare l'intestino?

La stitichezza è un disturbo intestinale molto diffuso che si manifesta con sintomi vari tra cui dolori all’addome, meteorismo e difficoltà durante l’evacuazione. Come aiutare il nostro organismo a prevenire questa fastidiosa alterazione dell’equilibrio intestinale?

Leggi tutto...

Leggi anche...

Trattamento viso e occhi Hydradermie Guinot: per una pelle più luminosa e ossigenata

Uno dei trattamenti più indicato per ottenere dei benefici immediati, quali carnagione più luminosa e più colorata, è il trattamento Hydradermie Guinot in grado di soddisfare qualsiasi tipo di pelle, che sia grassa o sensibile o secca.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top