La dieta Scarsdale è una dieta ipocalorica nata negli Stati Uniti nota anche come SMD (Scarsdale Medical Diet). Essa prevede un programma di due settimane dallo scarso apporto calorico, intorno alle 1000 kcal al giorno, costituito da un'alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche.

La Scarsdale è stata inventata da un cardiologo americano (H.Tarnower) residente nel quartiere di New York che dà il nome alla dieta. Particolarmente diffusa dai salutisti che si riconoscono facilmente nei principi di questo regime alimentare.

Essa è basata sull’alternanza di due cicli nutrizionali che corrispondono a 2 ben precisi programmi alimentari da seguire per 14 giorni ciascuno. Infatti è proprio l’alternanza a determinare un drastico calo del peso. Nella prima fase si consiglia di ridurre i carboidrati e gli zuccheri a favore delle proteine. Nella seconda fase c’è un parziale reinserimento dei carboidrati e anche di alcuni grassi. Seguendo questa dieta si arriverebbe a perdere mezzo chilo al giorno, anche se i risultati più evidenti emergono a lungo termine. La Scarsdale rientra nella categoria delle diete low-carb in cui è la drastica riduzione dei carboidrati a fare la differenza. Nello specifico è una dieta consigliata per coloro che necessitano di perdere peso in breve tempo con risultati duraturi.

Tanto è vero che viene usata da molti attori nella preparazione di un personaggio lontano anni luce dalla propria costituzione fisica. Attenzione però che uno degli errori frequenti è abbandonare la dieta dopo aver raggiunto i risultati piuttosto evidenti che la dieta Scardsale garantisce su tutta la linea. Ragion per cui una volta ottenuti gli obiettivi prefissati bisogna proseguire con la fase di mantenimento salutare per l’organismo.

Praticamente la dieta è strutturata su 3 pasti principali, laddove gli spuntini fuori pasto sono aboliti, compresi quelli di metà mattina e della merenda nel pomeriggio. In casi eccezionali però, per contrastare gli attacchi di fame si possono mangiare le verdure crude, come le carote e il sedano. Inoltre bisogna assolutamente evitare le bevande alcoliche e di utilizzare nella preparazione dei piatti l’olio, il burro, il sale e le varie salse come la majonese.

(Fonte: http://sosmalattie.com/)

 Caratteristiche dieta Scarsdale

Sviluppata alla fine degli anni settanta da un Cardiologo Americano, il Dottor Herman Tarnower, questo metodo per perdere peso consiglia anche l'aumento del consumo di liquidi, in modo tale da favorire l'eliminazione delle scorie azotate prodotte dalla metabolizzazione delle proteine. Queso regime alimentare fa parte delle diete proteiche.

La strategia dimagrante del Dottor Herman promette una perdita di peso che può raggiungere i 450 grammi al giorno, senza che si associ alla dieta alcuno esercizio fisico, ma soltanto consumando, durante le due settimane previste, alimenti poveri di glucidi e materie grasse e ricchi di proteine.

Il sistema dietetico Scarsdale è un metodo di dimagramento adatto a persone sane, che non abbiano quindi malattie o disturbi in corso. Deve essere seguita per massimo 14 giorni (due settimane) per poi passare a una dieta di mantenimento dall'alimentazione più ricca (tre uova alla settimana, due fette di pane al giorno, marmellata senza zucchero, noci e un bicchiere di vino al giorno). Nel caso in cui si acquisissero 2 kg in più rispetto al peso ideale è possibile ricominciare la dieta.

Regole fondamentali metodo Scarsdale

Se si vuole intraprendere la dieta Scarsdale è importante conoscere delle regole fondamentali, alcune delle quali sono elencate di seguito:

  • mangiare esattamente quello che è stato stabilito;
  • niente alcol;
  • consumare spuntini a base di carote e sedano;
  • condire insalata e verdura con limone o aceto;
  • la carne deve essere molto magra e preparata senza burro, margarina, olio o altri grassi.

Fra gli alimenti assolutamente vietati, nonostante siano apparentemente sani e appartenenti al mondo vegetale, abbiamo mais e legumi come piselli, patate, lenticchie, fagioli.

Gli ideatori e l'origine del nome

Abbiamo già indicato il nome degli ideatori di questo particolare regime dietetico, basato sulla bassissima presenza di alimenti contenenti carboidrati. In pochi sanno che il nome è stato preso dalla cittadina omonima in cui operarono i due medici che diedero vita alla dieta Scarsdale.

Esempio del regime dietetico da seguire

Ecco dunque quella che potrebbe essere prescritta dal proprio nutrizionista di fiducia: si consiglia sempre di iniziare a seguire una alimentazione così scarsamente calorica sempre dopo aver effettuato esami sullo stato fisiologico e in assenza di particolari patologie.

Colazione, valido per tutti i giorni: frutta di stagione, 1 fetta di pane integrale, caffè o tè senza zucchero;

Lunedì:

Pranzo: carni fredde assortite a scelta, pomodori, caffè o tè o acqua tonica dietetica;

Cena: pesce magro, insalata mista, una fetta di pane integrale, frutta di stagione

Martedì:

Pranzo, macedonia di frutta, caffè o tè;

Cena, hamburger magro alla griglia, verdure miste

Mercoledì:

Pranzo: insalata di tonno al naturale condita con limone, frutta di stagione, caffè o tè;

Cena: agnello arrosto senza grasso, insalata

Giovedì:

Pranzo: 2 uova, formaggio magro, zucchine o pomodori, 1 fetta di pane integrale, caffè o tè;

Cena: pollo, verdure

Venerdì:

Pranzo: formaggi magri, spinaci, 1 fetta di pane integrale, caffè o tè;

Cena: pesce magro, verdure miste, 1 fetta di pane integrale

Sabato:

Pranzo: macedonia di frutta, caffè o tè;

Cena: pollo o tacchino arrosto, insalata di pomodori e lattuga, frutta di stagione

Domenica:

Pranzo: tacchino o pollo, verdure miste, frutta di stagione,caffè o tè;

Cena: vitello arrosto magro, insalata.





Potrebbe interessarti

Bagno turco: i benefici del vapore

Il bagno turco (o Hamman) nasce per merito degli antichi egizi che scoprirono gli effetti benefici del vapore. Il bagno turco, ottimo per uomini e donne, consente di ottenere una pulizia profonda del corpo ed è un utile strumento per combattere lo stress, i dolori reumatici, le tensioni muscolari, l'insonnia e le infiammazioni alle vie respiratorie.

Leggi tutto...

Dieta Glicemia: l'alimentazione consigliata

L'innalzamento del tasso di glicemia (livelli poco al di sopra di 90 mg/dl sono già un campanello di allarme) può provocare danni alla salute, anche in casi di assenza di diabete

Leggi tutto...

La dieta e gli alimenti senza lieviti: i segreti

La dieta senza lieviti è ideale per tutti coloro che avvertono dei disturbi quando mangiano dei cibi, ad esempio la pizza, che al loro interno contengono lieviti. Il consumo di alimenti contenenti lieviti, può spesso provocare senso di pesantezza, mancanza di energie e gonfiore alla pancia. 

Leggi tutto...

Dieta 10 kg: dimagrire in un mese

Tra poco si festeggia il Natale, il Capodanno oppure siete stati invitati ad un matrimonio e il vestito dell'anno scorso non vi entra più a causa dei chili di troppo accumulati durante l'anno passato?

Leggi tutto...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...

I più condivisi

Peso ideale: alimentazione bilanciata e attività fisica

Il peso ideale di un individuo varia in base a fattori differenti, che sono età, sesso, corporatura, altezza, massa corporea ecc. La stragrande maggioranza delle persone desidera raggiungere il proprio peso forma, per motivi essenzialmente estetici, magari per togliere quella fastidiosa pancetta che non gli permette più di indossare quel paio di jeans tanto amati.

Leggi tutto...

Esempio di dieta per aumentare la massa muscolare

Una dieta che riguardi la massa muscolare rappresenta un regime alimentare nel quale sono assunti in prevalenza cibi che aiutano appunto lo sviluppo e la crescita della massa del nostro corpo. La dieta per la massa è dunque composta da un’alimentazione ricca di proteine e carboidrati: le proteine servono a far crescere i muscoli mentre i carboidrati forniscono energia al corpo.

Leggi tutto...

Dieta minestra: sveliamone le caratteristiche

La dieta a base di minestra è ideale da seguire soprattutto l'inverno. Le minestre e le zuppe sono una delle pietanze più consumate durante il periodo invernale. Oltre a essere piatti caldi e facili da preparare, le minestre e le zuppe concedono al nostro organismo importanti benefici, sia dal punto di vista nutrizionale che dietetico, offrendo un buon apporto di liquidi e contribuendo a raggiungere più velocemente il livello di sazietà.

Leggi tutto...

10 diete dai risultati rapidi ma poco duraturi

E' il desiderio un po' di tutti quello di riuscire a perdere peso il più velocemente possibile. Chiunque vorrebbe ottenere un corpo snello in poco tempo, anche se questo dovesse comportare enormi sacrifici. Ed è proprio quello che succede a molti da qualche anno a questa parte, soprattutto dopo l'avvento della tecnologia e di internet.

Leggi tutto...

Dieta energetica: combinare dimagrimento ed energia

Il modo migliore per dimagrire e tornare al proprio peso forma è seguire una dieta equilibrata unita alla necessità di bruciare quelle calorie in eccesso, che, trasformandosi in tessuto adiposo, fanno ingrassare.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è utile per depurare e a riequilibrare l'organismo e nasce da antichi dettami cinesi, che prevedono cibi freddi (yin) e caldi (yang). Questa dieta è ricca di fibre, il suo regime alimentare apporta circa 1300 calorie giornaliere e il consumo dei cibi va scelto anche in base al tipo di benessere psicofisico che cerchiamo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Trattamento viso e occhi Hydradermie Guinot: per una pelle più luminosa e ossigenata

Uno dei trattamenti più indicato per ottenere dei benefici immediati, quali carnagione più luminosa e più colorata, è il trattamento Hydradermie Guinot in grado di soddisfare qualsiasi tipo di pelle, che sia grassa o sensibile o secca.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top