Gestire i ritmi casalinghi per una famiglia, con due genitori che lavorano e si dividono i compiti relativamente agli impegni dei figli e della cura della casa, è una sfida giornaliera.
Questo comporta spesso fare pranzi e cene veloci, magari ordinando cibo da asporto o fermandosi al primo fast food. Un'abitudine che nuoce al portafoglio, ma sopratutto alla salute.
Non bisogna rinunciare a nutrirsi con cibo sano. Introdurre tra gli strumenti utilizzati in cucina un utensile adatto ad ogni esigenza, come può essere una pentola a pressione, aiuta a risparmiare tempo senza però rinunciare alla qualità delle pietanze che ci si appresta a cucinare.

Come funziona

Come già anticipato, la pentola a pressione è un utensile di cui non possiamo fare, senza ombra di dubbio, a meno.
E’ molto indicata per ogni tipo di dieta perché la cottura non comporta l’utilizzo di molti grassi e allo stesso tempo conserva tutti i valori nutrizionali e il sapore di qualunque elemento nutritivo. Conserva il calore dei cibi per un tempo maggiore rispetto ad una tradizionale pentola.
Ma come funziona?
E’ una speciale pentola dalle pareti piuttosto spesse; è dotata di una chiusura ermetica che permette di bloccare la fuoriuscita del vapore e, di conseguenza, si alzano sia la pressione sia la temperatura al suo interno che risulta essere più alta rispetto a quella ambientale (circa 120°), consentendo così alle pietanze di cuocersi in tempi ridotti, in particolare per quegl'alimenti che necessitano di una cottura prolungata come ad esempio i legumi o i cereali. Un esempio di prodotto valido è la "Lagotsina Domina Vitam 7L" che riduce i tempi di cottura fino ad arrivare al 50% in meno.
I coperchi usati per questa tipologia di pentole dispongono di valvole (occorre di tanto in tanto svitarle e pulirle dalla sporcizia) che controllano la pressione interna: infatti, in caso di pressioni eccessive e temperature troppo elevate, una delle valvole si alzerà consentendo la fuoriuscita del vapore. In questo modo la temperatura e la pressione diminuiranno. E’ un ottimo sistema di sicurezza che permette di cucinare in tranquillità.

La manutenzione

A proposito di sicurezza: esistono una miriade di leggende metropolitane del tutto infondate che parlano di esplosioni, ustioni alle persone o di danni irreparabili alle mura di casa. E' in invece proprio l'esistenza delle valvole di sfogo che garantisce l'affidibilità nel cucinare con la pentola a pressione.
E' bene comunque in ogni caso, avere una serie di accortezze. Tra queste rientrano:

  • la pulizia ordinaria;
  • l'utilizzo di fornelli adatti al diametro del fondo della pentola (più piccoli o al massimo uguali);
  • accendere la fiamma solo se all'interno, oltre ai cibi, è presente anche una piccola quantità di acqua o altro liquido per evitare che i cibi stessi si brucino;
  • evitare di cuocere cibi avvolti in un involucro di varia natura oppure in scatola;
  • non togliere mai il coperchio durante l'ebollizione per evitare la fuoriuscita degli alimenti;
  • non lavare assolutamente il coperchio (e la sua guarnizione) in lavastoviglie.

Quale scegliere

La scelta va in base alle varie esigenze di chi decide di acquistarla, come illustrate sul sito www.pentolapressione.com.
Un elemento da conto è il materiale di cui la pentola è composta: ad esempio ne esistono in acciaio oppure in alluminio: le prime hanno il pregio di essere infrangibili, ma le seconde sono più pratiche in quanto più leggere e maneggevoli. Si trovano in commercio anche quelle in rame e in vetro temperato: sono più piccole e possono essere usate all’interno di un forno.
Una funzione della quale non si può per nessun motivo fare a meno, di cui dispone ad esempio a "Lagotsina Domina Vitam 7L", è quella dell'apertura facilitata del coperchio: può avvenire addirittura usando una sola mano riducendo l'eccessiva pressione sulla pentola stessa.
Se l’esigenza è quella di cucinare per un numero di perdone non superiore a 4, è consigliato acquistarne una piccola, quindi da 3/4 litri; se invece la famiglia è composta da un numero di persone che va da 6 a 8, una pentola più capiente da 6/7 litri è sicuramente quella più adatta al caso.

E' palesemente un'ottima alleata in cucina, i vantaggi che si traggono avendone una sono veramente tantissimi, allora, perché no?

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

L'intimo contenitivo: essenziale per riuscire a far sentire una donna completa

intimo-contenitivo-black.jpg

Un numero sempre maggiore di donne decidono di orientarsi verso l'utilizzo di lingerie modellanti per definire meglio non soltanto la silhouette ma anche per migliorare totalmente il proprio benessere.

Menù dieta mediterranea: scopri il perfetto regime alimentare

menù dieta mediterranea

Il menù dieta mediterranea è un importante regime alimentare conosciuto in tutto il mondo e consigliato da svariati nutrizionisti.

Massaggi per dimagrire: capiamo meglio come funzionano!

Spesso associamo la dieta solo con rinunce di tipo alimentare.

I più condivisi

Dieta south beach: i trucchi per dimagrire

 

Dieta dei tre giorni : dimagrire in poco tempo

La dieta dei tre giorni permette infatti di accelerare i processi metabolici, favorendo un più veloce modo per eliminare liquidi e grassi in eccesso.

Bevande energetiche naturali: facciamo chiarezza

Le bevande energetiche o Energy drink – come quelle di Vitelica – sono sempre più richieste sul mercato per le loro proprietà “energizzanti” appunto, per il senso di appagamento che infondono.

Leggi anche...

Dieta ipocalorica: scopri come funziona

 

Il mondo delle diete è un mondo che definire vulcanico significa dir poco, dal momento che ne nascono di continue, ogni anno c’è la tanto annunciata “dieta rivoluzionaria”. Detto ciò, aggiungiamo anche che ogni dieta professa delle cose buone e delle cose che lo sono meno. Ultimamente sempre più spesso si sente parlare di una dieta liberamente ispirata alla dieta, al regime alimentare e allo stile di vita dei cacciatori-raccoglitori del Paleolitico.

Leggi anche...

Riflessologia plantare per dimagrire: scopriamo insieme i benefici

La vita quotidiana frenetica e stressante tende, nel corso del tempo, ad avere ripercussioni sulla salute e benessere delle persone. Queste, per fronteggiare tali problematiche fisiche, cercano di incrementare le attività salutari per l'organismo, come lo sport ad esempio, o di porre maggiore attenzione all'alimentazione. Altre, invece, si rivolgono direttamente a terapie mediche, sia tradizionali che cosiddette alternative. Di queste ultime, alcuni ne diffidano, mentre altri si dichiarano estimatori dei benefici della riflessologia plantare ad esempio o di altre pratiche.

Leggi anche...

Benefici del pilates: scopriamo insieme quali sono i maggiori

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.