Il massaggio sportivo, di solito, viene utilizzato prima, durante o dopo degli avvenimenti sportivi. Obiettivo di questo massaggio è quello di indurre l’atleta alle massime prestazioni, alleviando tensioni e gonfiori muscolari, prevenendo infortuni e stanchezza e favorendo la flessibilità muscolare.

Tecniche e scopi

A seconda dello sport che si pratica, l’atlelta utilizza un gruppo di muscoli preciso. Il massaggio sportivo si utilizza per affrontare i diversi problemi muscolari in base allo sport in cui l’atleta di applica, con l’obiettivo di far raggiungere ai muscoli sani le massime prestazioni e a guarire i muscoli tesi. In questo modo il pericolo di avere lesioni si riduce drasticamente. Esistono svariati tipi di massaggio sportivo, il più comune è un misto tra il massaggio tradizionale e quello Shiatsu, ideato per la manipolazione muscolare di atleti professionisti.

Questo tipo di massaggio viene svolto principalmente in pre-gara e post-gara.

  • Il massaggio sportivo pre-gara ha il compito di prevenire i traumi decontrando la muscolatura, migliorare l’articolazione e ridurre lo stress dell’atleta. In questa fase, infatti, l’atleta risulta con una esaltazione nervosa dovuta dalla tensione della gara e con una muscolatura contratta causata dallo stato adrenalitico.
  • Il massaggio post-gara invece, serve per ridurre la sensazione di pesantezza e stanchezza fisica dell’atleta. Il trattamento deve aiutare il drenaggio e la decongestione dei muscoli; deve essere svolto con movimenti lenti e delicati.

Lo scopo del massaggio sportivo è quello di aiutare ad abbattere lesioni a causa di sforzi eccessivi in gara o in fase di allenamento. Aiuta anche a prevenire diversi tipi di infortuni che di solito ostacolano l’allenamento dell’alteta, contribuendo ad alleviare tensioni e stress muscolari che si accumulano durante le varie attività fisiche.

Benefici del massaggio sportivo

Oltre a lavorare sui muscoli, i benefici del massaggio si ritrovano anche nell’apparato circolatorio. Questo infatti aiuta a ridurre la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, aumentandone la circolazione, in tal modo si ottiene un alleviamento del dolore e un immediata sensazione di benessere.

Come si diventa massaggiatore sportivo

Per diventare massaggiatori sportivi occorre seguire un corso professionale riconosciuto, infatti, i corsi di massaggio sportivo devono poter essere convertiti nel Diploma Nazionale CSEN per poter lavorare legalmente nei centri sportivi nazionali, nelle palestre, nei centri benessere, hotel, villaggi turistici, club sportivi o aprire un prorpio centro di massaggi.

I corsi insegnano a trattare gli atleti amatoriali o professionisti per aiutare e velocizzare i tempi di recupero in caso di infortuni. Le materie di studio sono, principalmente, anatomia e tecniche e manovre di massaggio in base anche alle diverse discipline sportive, e inoltre, postura, manovre complementari, analisi delle funzioni e delle tecniche di stretching, le varie tipologie di massaggio pre-infra, post-gara, defatigante e decongestionante.

Il massaggiatore sportivo professionista è una figura di riferimento importante per l’atleta, sia in fase di preparazione e allenamento che in fase di gara. Fin dall’antichità era nota e riconosciuta l’importanza del massaggio muscolare per agevolare il recupero dopo un intenso sforzo fisico. Nella cultura cinese e indiana, il massaggio sportivo, oltra ad una finalità pratica, ha anche un’importante valenza filosofica e psicologica per indurre l’atleta nelle migliori condizioni di benessere psico-fisico per approntare la gara.

Il massaggiatore professionista è spesso richiesto come membro dello staff medico o di preparazione atletica all’interno delle squadre sportive e oltre a intervenire per risanare un affaticamento muscolare, drenare i liquidi o rilassare l’atleta, viene impiegato nella regolare preparazione agonistica per migliorare le prestazioni sportive. Nasce, così,l’esigenza di un bravo massaggiatore sportivo in grado di utilizzare tutte le tecniche dallo sfioramento al frizionamento, dalla vibrazione allo stretching all’impastamento che sono tutte manovre utili a migliorare e preparare  muscoli in vista di una gara.

In fase di allenamento, il massaggiatore sportivo viene chiamato per preparare i muscoli a sforzi intensivi tramite massaggi periodici e costanti nel tempo. Al termine di uno sforzo fisico, invece, il massaggio serve a sciogliere la tensione acculata e liberare le tossine grazie agli effetti decontratturanti e rilassanti del massaggio sportivo. Vi sono, inoltre, azioni antiinfiammatorie e analgesiche del massaggio che stimolano la rigenerazione dei tessuti.

Diventare, quindi, massaggiatore sportivo significa aprirsi a un’opportunità di lavoro in forte richiesta, ma prima occorre prepararsi adeguatamente e coscienziosamente, perché si ha letteralmente tra le mani il futuro e la carriera di un atleta.


Potrebbe interessarti

Eliminare la pancia di un uomo: come perdere i cm di troppo

Le donne tendono ad ingrassare soprattutto a livello dei fianchi, cosce e glutei mentre gli uomini ingrassano a livello dell’addome, la famosa pancetta con le maniglie dell’amore. Quando si avvicina l’estate e si ripongono negli armadi i pesanti maglioni, ci si rende conto dei chili accumulati durante l’inverno e si corre ai ripari.

Extension ciglia 3D: come avere uno sguardo seducente in poche mosse

extension ciglia 3D

Per le donne avere uno sguardo profondo e seducente è importantissimo, tanto che il trucco degli occhi è quello a cui si presta maggiore tempo e attenzione. Le ciglia in particolare giocano un ruolo fondamentale, più sono lunghe, folte e incurvate e più conferiscono all'occhio un'effetto magnetico.

Maschera Osmotica: eliminare le tossine cutanee

Molto spesso il nostro viso può risultare spento e teso; questo è dovuto principalmente allo smog che la nostra pelle assorbe, agli agenti atmosferici e alle cellule morte che si trovano sull’epidermide. Tutto ciò rende il nostro aspetto poco attraente. Niente paura però! Infatti esiste un trattamento, detto maschera osmotica, che consente di donare nuovamente alla pella quella luminosità e quello splendore che con il tempo si è perso.

I più condivisi

Dieta diabetici: mantenere sotto controllo la glicemia

Il primo passo da fare per mantenere sotto controllo il diabete è eliminare le abitudini alimentari sbagliate, magari seguendo una dieta per diabetici. E’ consigliabile ridurre il più possibile i cibi dolci e salati. I cereali e le fibre sono degli ottimi alleati. E’ utile sapere che le melanzane aiutano a ridurre il bisogno di mangiare cibi dolci e ricchi di carboidrati.

Dieta di primavera: rinascere con la natura

L'avvento della primavera è considerato un periodo di rinnovamento in diversi ambiti della vita quotidiana. Grazie alla dieta di primavera il vostro organismo ha la possibilità di depurarsi, allontanando lo stress accumulato durante la stagione invernale e perdere quei chili di troppo che minacciano il nostro peso forma.

Trattamento viso e occhi Hydradermie Guinot: per una pelle più luminosa e ossigenata

Uno dei trattamenti più indicato per ottenere dei benefici immediati, quali carnagione più luminosa e più colorata, è il trattamento Hydradermie Guinot in grado di soddisfare qualsiasi tipo di pelle, che sia grassa o sensibile o secca.

Leggi anche...

Dieta colite: l'aiuto di una giusta alimentazione

La colite è molto spesso legata a cause di natura nervosa e una cattiva alimentazione potrebbe incidere negativamente su questa sindrome, aggravandone e scatenandone i suoi sintomi tipici. Per evitare problemi di questo tipo, è consigliabile seguire una vera e propria dieta contro la colite, ricca di fibre e acqua.

Leggi anche...

Agopuntura cervicale: ottimo rimedio contro le infiammazioni

L'agopuntura è un metodo di cura cinese che consiste nell'inserire dei sottili aghi non forati nei tessuti del corpo; si utilizzano solitamente 9 modelli diversi di aghi a seconda del tipo di problema da trattare. 

Leggi anche...

Benefici del pilates: scopriamo insieme quali sono i maggiori

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.