Il massaggio sportivo, di solito, viene utilizzato prima, durante o dopo degli avvenimenti sportivi. Obiettivo di questo massaggio è quello di indurre l’atleta alle massime prestazioni, alleviando tensioni e gonfiori muscolari, prevenendo infortuni e stanchezza e favorendo la flessibilità muscolare.

Tecniche e scopi

A seconda dello sport che si pratica, l’atlelta utilizza un gruppo di muscoli preciso. Il massaggio sportivo si utilizza per affrontare i diversi problemi muscolari in base allo sport in cui l’atleta di applica, con l’obiettivo di far raggiungere ai muscoli sani le massime prestazioni e a guarire i muscoli tesi. In questo modo il pericolo di avere lesioni si riduce drasticamente. Esistono svariati tipi di massaggio sportivo, il più comune è un misto tra il massaggio tradizionale e quello Shiatsu, ideato per la manipolazione muscolare di atleti professionisti.

Questo tipo di massaggio viene svolto principalmente in pre-gara e post-gara.

  • Il massaggio sportivo pre-gara ha il compito di prevenire i traumi decontrando la muscolatura, migliorare l’articolazione e ridurre lo stress dell’atleta. In questa fase, infatti, l’atleta risulta con una esaltazione nervosa dovuta dalla tensione della gara e con una muscolatura contratta causata dallo stato adrenalitico.
  • Il massaggio post-gara invece, serve per ridurre la sensazione di pesantezza e stanchezza fisica dell’atleta. Il trattamento deve aiutare il drenaggio e la decongestione dei muscoli; deve essere svolto con movimenti lenti e delicati.

Lo scopo del massaggio sportivo è quello di aiutare ad abbattere lesioni a causa di sforzi eccessivi in gara o in fase di allenamento. Aiuta anche a prevenire diversi tipi di infortuni che di solito ostacolano l’allenamento dell’alteta, contribuendo ad alleviare tensioni e stress muscolari che si accumulano durante le varie attività fisiche.

Benefici del massaggio sportivo

Oltre a lavorare sui muscoli, i benefici del massaggio si ritrovano anche nell’apparato circolatorio. Questo infatti aiuta a ridurre la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, aumentandone la circolazione, in tal modo si ottiene un alleviamento del dolore e un immediata sensazione di benessere.

Come si diventa massaggiatore sportivo

Per diventare massaggiatori sportivi occorre seguire un corso professionale riconosciuto, infatti, i corsi di massaggio sportivo devono poter essere convertiti nel Diploma Nazionale CSEN per poter lavorare legalmente nei centri sportivi nazionali, nelle palestre, nei centri benessere, hotel, villaggi turistici, club sportivi o aprire un prorpio centro di massaggi.

I corsi insegnano a trattare gli atleti amatoriali o professionisti per aiutare e velocizzare i tempi di recupero in caso di infortuni. Le materie di studio sono, principalmente, anatomia e tecniche e manovre di massaggio in base anche alle diverse discipline sportive, e inoltre, postura, manovre complementari, analisi delle funzioni e delle tecniche di stretching, le varie tipologie di massaggio pre-infra, post-gara, defatigante e decongestionante.

Il massaggiatore sportivo professionista è una figura di riferimento importante per l’atleta, sia in fase di preparazione e allenamento che in fase di gara. Fin dall’antichità era nota e riconosciuta l’importanza del massaggio muscolare per agevolare il recupero dopo un intenso sforzo fisico. Nella cultura cinese e indiana, il massaggio sportivo, oltra ad una finalità pratica, ha anche un’importante valenza filosofica e psicologica per indurre l’atleta nelle migliori condizioni di benessere psico-fisico per approntare la gara.

Il massaggiatore professionista è spesso richiesto come membro dello staff medico o di preparazione atletica all’interno delle squadre sportive e oltre a intervenire per risanare un affaticamento muscolare, drenare i liquidi o rilassare l’atleta, viene impiegato nella regolare preparazione agonistica per migliorare le prestazioni sportive. Nasce, così,l’esigenza di un bravo massaggiatore sportivo in grado di utilizzare tutte le tecniche dallo sfioramento al frizionamento, dalla vibrazione allo stretching all’impastamento che sono tutte manovre utili a migliorare e preparare  muscoli in vista di una gara.

In fase di allenamento, il massaggiatore sportivo viene chiamato per preparare i muscoli a sforzi intensivi tramite massaggi periodici e costanti nel tempo. Al termine di uno sforzo fisico, invece, il massaggio serve a sciogliere la tensione acculata e liberare le tossine grazie agli effetti decontratturanti e rilassanti del massaggio sportivo. Vi sono, inoltre, azioni antiinfiammatorie e analgesiche del massaggio che stimolano la rigenerazione dei tessuti.

Diventare, quindi, massaggiatore sportivo significa aprirsi a un’opportunità di lavoro in forte richiesta, ma prima occorre prepararsi adeguatamente e coscienziosamente, perché si ha letteralmente tra le mani il futuro e la carriera di un atleta.


Potrebbe interessarti

Antiossidanti: cosa sono e cosa fanno questi elementi

donna sorriso

Gli antiossidanti sono sostanze chimiche naturalmente presenti in alcuni alimenti. Esistono diversi tipi di antiossidanti, inclusi oligoelementi, micronutrienti e alcune vitamine, come le vitamine A, C ed E. Gli alimenti in cui sono presenti sono principalmente frutta e verdura. Ad esempio, la vitamina A è presente nelle uova, nei latticini; la vitamina C in agrumi, fragole, peperoni... e la vitamina E in spinaci, asparagi, mandorle, noci e altro ancora. Inoltre, frutta, verdura e cereali integrali ricchi di antiossidanti sono anche tipicamente ricchi di fibre, a basso contenuto di grassi saturi e colesterolo e buone fonti di vitamine e minerali. 

Pressoterapia: funziona? Risveglia la circolazione?

La pressoterapia è un efficace trattamento di compressione, che aiuta a ripristinare la funzionalità circolatoria venosa e linfatica, riducendo il gonfiore, la tensione muscolare, lo stress e il dolore.
 Questa tecnica può infatti divenire una risposta ai principali inestetismi del corpo, in particolare di addome, gambe e fianchi.

Dieta del gelato: dimagrire con gusto

L’estate freme ad arrivare e con essa anche la nostra voglia di una linea impeccabile che spesso però vorremmo raggiungere senza troppe rinunce.
Per raggiungere dei buoni risultati però le rinunce ci sono e come, e di conseguenza è bene mettersi l’anima in pace a fare i sacrifici richiesti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Trattamento detossinante: come eliminare le impurità cutanee

Trattamento detossinante

Il trattamento viso detossinante è l’ideale per depurare in profondità e per eliminare tutte quelle tossine che tendono ad accumularsi nell’epidermide. Ideale per eliminare le impurità da qualsiasi tipo di pelle, anche le più sensibili.

Calorie della Bresaola: scopriamo il suo apporto nutrizionale

calorie della bresaola

Cibi sani? Le poche calorie della bresaola, per gli amanti di insaccati e salumi sono una manna dal cielo, infatti questo salume si può mangiare in quasi tutti i regimi dietetici che devono essere poveri di calorie.

Calorie da assumere in una dieta: ecco la giusta dose!

Le calorie che si assumono durante la dieta, chiamate anche calorie alimentari, sono indicate dalla sigla Cal o kcal, e indicano l’apporto energetico che ogni alimento offre al nostro corpo.

Leggi anche...

Dieta Plank: scopri come perdere 9 kg in due settimane

Immagine d'esempio usata nell'articolo Dieta Plank: scopri come perdere 9 kg in due settimane

Le origini della dieta Plank non sono ancora conosciute, erroneamente la si associa alla Max Planck Society, il cui fondatore è Max Karl Ernst Ludwig Planck, un pilastro della fisica contemporanea, anche se il legame è privo di fondamenta.

Leggi anche...

Massaggio alla nuca antistress: come liberarsi dallo stress e dalle tensioni quotidiane

Il mal di testa è una situazione comune a tantissime persone e molto spesso, esso, è provocato da una postura sbagliata mantenuta per un tempo prolungato o dallo stress a cui quotidianamente siamo sottoposti. Un massaggio nuca antistress può aiutare a rilassarsi, liberando tutto il corpo da ogni tipo di tensione e da tutti gli stress alleviando, quando è presente, il mal di testa.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.