Un po' tutti, almeno una volta nella vita, siamo stati accarezzati dall’idea di farci fare un bel massaggio nel tentativo di sciogliere la tensione nervosa che abbiamo accumulato negli ultimi giorni. Magari ci siamo immaginati distesi a pancia in giù su di un lettino, in una stanza illuminata da qualche candela, ed un bravo massaggiatore bravo a prendersi cura del nostro corpo.

Schiena, collo, spalle, gambe: ogni parte del nostro corpo ha bisogno di esser massaggiata per esser giustamente sciola e quindi rilassata. Ma avete mai pensato ai benefici che è possibile trarre da un bel massaggio ai piedi?

Sin fai tempi più antichi quello plantare è stato uno dei cavalli di battaglia nel campo dei massaggi: sulle estremità del nostro corpo, infatti, troviamo oltre 7000 terminazioni nervose che, se lavorate in modo adeguato, possono aiutarci a risolvere diversi problemi.
Tutto il corpo, difatti, ha un punto di collegamento instaurato sul piede: che sia sulle dita, in prossimità della caviglia, nel tallone o nella fascia plantare non vi è punto alcuno che non corrisponda con una determinata zona.

Oltre al benessere ‘letterale ‘fisico’ che ne può derivare da un sano massaggio lo è altrettanto quello che si può ricavare a livello psicologico. Il senso di rilassamento fisico, infatti, si riflette inesorabilmente sulla nostra psiche aiutandoci quindi ad avere una reattività e una elasticità mentale che poteva sembrare praticamente smarrita.

In caso di interesse per un bel massaggio ai piedi, ovviamente, è lecito recarsi da qualche professionista del settore ma non va comunque trascurata la praticità ‘autonoma’ che può tranquillamente essere eseguita quotidianamente. Anche se non siamo del mestiere, infatti, possiamo trarne giovamento e ora andremo a vedere come fare.

On Zon su: l’antico massaggio

Come abbiamo già detto la pratica del massaggio ai piedi è antichissima e non è un caso che ancora oggi siano in molte le persone a desiderarlo perché ne riconoscono le sensazioni di benessere che esso determina.
Molte delle grandi conoscenze del mondo derivano dall’Oriente e ad anche in questo caso la cultura del massaggio deriva proprio da questi luoghi che oggi definiamo sempre mistici ed interessanti.
Il massaggio ai piedi, in particolare, oggi definito sotto il nome di “riflessologia”, vide la luce in India ed in Cina attraverso l’On Zon Su, arte del massaggiare il piede ideata 2.500 anni fa dal saggio Mak Ki che, con il fascino che caratterizza gli orientali, definiva i piedi come le radici del nostro corpo che, come quelle degli alberi, possono anche stare sotto terra ma sono essi a reggerci e ad andare nel profondo.
Ad oggi la Tradizione Cinese rende il massaggio parte integrante della Medicina in quanto mezzo per la cura e la risoluzione dei problemi, sono infatti numerosi i medici che si basano su queste pratiche che rendono scettici gli occidentali.
L’antica arte risulta infatti poco “adatta” alle menti logiche e scientifiche soprattutto perché il massaggio viene effettuato in maniera diversa e tutto in base alla persona che si ha davanti e alla sua malattia, l’On Zon Su, infatti, non prevede una stretta teoria e non procede secondo pressione e punti precisi ma si tratta più di un’idea filosofica della vita che quindi va adattata alle diverse esigenze.
Come forse sapete già in Cina il corpo viene considerato in stretta relazione con l’universo, si parla anche di due diverse forza che governano l’essere umano rappresentate da due simboli: il drago e la tigre, uno ha una direzione ed uno in un’altra ed insieme creano un equilibrio.
Insomma, anche in quest’occasione l’Oriente ci dimostra come anche un semplice massaggio, per quanto vi possano essere ragioni scientifiche dietro, ha la sua valenza mistica e praticarlo fa bene al corpo ed alla mente, crea un legame con la natura e ci permette di vivere in sintonia con l’ambiente circostante.
Se quindi vi è possibile, rivolgetevi ad un professionista che con le sue conoscenze scientifiche sui punti da toccare e la vostra “coscienza mistica” avrete degli ottimi risultati.

Un massaggio in piena autonomia

Come detto il massaggio plantare può essere eseguito da professionisti ma anche e soprattutto in casa. La fascia oraria consigliata, comunque, è quella serale che anticipa le ore di sonno. Il motivo è semplice in quanto le ore che ci aspettano durante la notte permettono al corpo di metabolizzare il massaggio appena fatto e ripercuoterlo sul tutto il nostro organismo.

Tolte le scarpe e i calzini e fiondati a letto è giunto il momento di entrare nell’atto pratico: innanzitutto basilare è l’aver riscaldato a dovere la parte e per farlo basta strofinare il palmo della mano su tutto il piede con movimenti verticali e/o rotatori che accompagnano tutta l’area plantare.
Riscaldato il piede e resa la parte più morbida si passa al massaggio effettivo. In genere è consigliato iniziare con delle pressioni che vertono sulle estremità laterali (come se stessimo schiacciando il piede) dall’alto verso il basso, compreso il tallone. Fatta tale operazione il passaggio successivo riguarda le dita dei piedi: pressate, ripiegate su sé stesse e allungate permettono di ridurre parte del carico di stress accumulato durante la giornata.
Infine quasi obbligatoria diviene la pressione da fare sulla pianta del piede stesso: è la zona più ricca di terminazioni nervose e così facendo andremo a rendere il tutto praticamente perfetto.

Le terminazioni nervose del piede

Come detto più volte sui piedi vertono migliaia di terminazioni nervose che riguardano tutto il corpo. Anche le spalle, per esempio, che magari possono sembrare ‘lontane’ hanno un qualcheduno collegamento con i piedi stessi ergo ora andremo a vedere in quali punti dei piedi convergono i nostri organi:

  • Pianta del piede: vertono la colonna vertebrale, il cuore, i reni e la pressione sanguigna;
  • Alluce: il fegato, il polmone e l’intestino;
  • Primo dito: stomaco e intestino (sia tenue che crasso);
  • Secondo dito: cuore e occhi;
  • Terzo dito: cistifellea;
  • Parte superiore del piede: ghiandole renali, gola, naso e bronchi in generale;
  • Dal tallone al malleolo: organi genitali e sfera sessuale.

Ebbene si anche la nostra sfera sessuale è strettamente correlata con i piedi. Grandi e importanti studi condotti anche e soprattutto in paesi nordici (Norvegia e Danimarca) hanno dimostrato che la stimolazione plantare aiuta e migliora in modo netto le prestazioni sessuali. Sia da un punto di vista di libido generale che da un punto di vista di prestazione in sé e per sé i miglioramenti sono evidentissimi.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

L'intimo contenitivo: essenziale per riuscire a far sentire una donna completa

intimo-contenitivo-black.jpg

Un numero sempre maggiore di donne decidono di orientarsi verso l'utilizzo di lingerie modellanti per definire meglio non soltanto la silhouette ma anche per migliorare totalmente il proprio benessere.

Cibi Yang: scopri come unire cibi freddi ai cibi caldi

 Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è d'aiuto per depurarsi e a riequilibrare il proprio organismo. Essa nasce da antiche tradizioni cinesi, che prevedono dei cibi freddi (detti yin) e dei cibi caldi (detti cibi yang). La dieta a base di cibi yang è ricca di tante fibre, e apporta un regime di circa 1300 calorie al giorno; il consumo dei cibi yang o yin va scelto sopratutto in base alla tipologia di benessere psicofisico che stiamo cercando.

Mangiare veloce fa ingrassare: aumenta il rischio

Oggi, a causa dei tempi dei pasti sempre più ridotti e dell'imperante filosofia slow, siamo portati a mangiare in fretta, non masticandolo bene, e aumentando così il rischio di digerire male e di finire in sovrappeso. 

I più condivisi

Le importanti proprietà della frutta secca, utile per adulti, bambini e sportivi

le importanti proprietà della frutta secca

La frutta secca rappresenta una di quelle tipologie di alimenti che, nel tempo, ha visto cambiare radicalmente la considerazione che gli esperti hanno nei suoi confronti. Se in passato veniva indicato come alimento saporito e gustoso ma ricco di grassi, oggi invece è ormai appurato scientificamente come abbia una notevole quantità di proprietà positive e contenga una serie di principi nutritivi fondamentali per il nostro benessere psicofisico, sia nella vita di tutti i giorni che come supporto per chi pratica attività sportiva.

Diete alternative: sveliamone i segreti

pomodoro

Secondo gli esperti dell’alimentazione, nessuno stile alimentare alternativo coincide totalmente con quello ritenuto ideale per un soggetto adulto, perché la dieta, per essere sana, deve essere varia ed equilibrata.

Peso ideale: alimentazione bilanciata e attività fisica

Il peso ideale di un individuo varia in base a fattori differenti, che sono età, sesso, corporatura, altezza, massa corporea ecc. La stragrande maggioranza delle persone desidera raggiungere il proprio peso forma, per motivi essenzialmente estetici, magari per togliere quella fastidiosa pancetta che non gli permette più di indossare quel paio di jeans tanto amati.

Leggi anche...

Dieta estiva: come depurare il corpo dopo l'inverno

La primavera è alle porte e si respira già un’aria diversa, le giornate sono più lunghe e l’umore di molte persone è più allegro. La primavera è la stagione che porta la natura e risvegliarsi e a rinascere dopo il lungo e freddo inverno, purtroppo però è proprio grazie alle temperature più miti che la maggior parte delle persone si accorge, togliendo dall’armadio i pesanti e larghi maglioni, di aver preso qualche chilo.

Leggi anche...

Come combattere gli inestetismi della cellulite naturalmente

inestetismi della cellulite

Hai provato di tutto. A forza di auto-massaggi hai le braccia da culturista. Il mobiletto del bagno straripa di creme e oli dalle etichette miracolose e tutti i giorni bevi tisane dal sapore discutile. Ma niente. La cellulite è ancora lì. Questo perché la cellulite è un inestetismo che origina da dentro ed è da lì che devi partire per un trattamento davvero efficace. In questo articolo scopriamo come combattere la cellulite naturalmente e tanto altro.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.