Molto spesso il nostro viso può risultare spento e teso; questo è dovuto principalmente allo smog che la nostra pelle assorbe, agli agenti atmosferici e alle cellule morte che si trovano sull’epidermide. Tutto ciò rende il nostro aspetto poco attraente. Niente paura però! Infatti esiste un trattamento, detto maschera osmotica, che consente di donare nuovamente alla pella quella luminosità e quello splendore che con il tempo si è perso.

Cos’è un trattamento osmotico?

Un prodotto detto osmoticamente attivo, serve a favorire l’eliminazione delle tossine, delle scorie metaboliche e dell’acqua in eccesso, svolgendo una efficace azione circolatoria. L’osmosi in generale, rappresenta il passaggio di un solvente (come ad esempio l’acqua) dalla soluzione in cui i soluti sono più diluiti a quella in cui sono maggiormente concentrati, fino a raggiungere uno stato di equilibrio tra le due soluzioni.

Le cellule del corpo umano sono circondate da una membrana plastica semipermeabile, ossia che consente il passaggio di molecole di piccole dimensioni attraverso l’osmosi. È importante quindi mantenere nel corpo un equilibrio osmotico nei fluidi corporei, in modo tale da offrire alle cellule un ambiente ottimale dove vivere.

La maschera osmotica, spesso è realizzata a partire da estratti vegetali naturali, come per esempio alghe, fanghi e particolari argille, composti da diversi minerali dalle azioni benefiche per la pelle.

Una volta applicata e lasciata agire, la maschera osmotica, donerà benefici immediati infatti, quando il prodotto utilizzato viene rimosso dalla pelle, viene eliminato lo stato superficiale del derma che porta via con sé anche le impurità e le tossine che sono state accumulate.

I vantaggi di una maschera osmotica

L’epidermide risulterà immediatamente purificata e rivitalizzata, donando benefici anche alla microcircolazione e quindi al rassodamento e alla tonificazione del viso. La maschera osmotica spesso è composta da fanghi, questo perché la loro azione osmotica è maggiore rispetto ad altri estratti. In più, oltre alla proprietà di osmosi, si contrasta la formazione di impurità come punti neri o brufoli, l’eliminazione di cellule morte e delle impurità cutanee, rendendo l’epidermide luminosa, morbida ed idratata.

L’osmosi e il sale

Non tutti sanno che le maschere osmotiche non sono utili solo per il viso ma sono perfette anche per trattare i fastidiosi inestetismi della cellulite. In questo caso, infatti, è possibile sfruttare i benefici effetti drenanti del sale. Infatti, se questo alimento, quando si assume esageratamente è fortemente sconsigliato perché favorisce l’ipertensione e gli squilibri renali, in cosmetica diventa una sostanza altamente funzionale perfetta per contrastare i liquidi in eccesso proprio grazie al suo grande potere osmotico che permette, appunto l’eliminazione. Il principio dell’osmosi del sale non è affatto una novità, infatti da anni esistono prodotti che lo contengono come gli scrub ai sali del mar morto che, da diversi anni, sono famosi per l’eccezionale effetto dovuto proprio alle proprietà osmotiche

Infatti, quando si applica uno scrub al sale o un prodotto come una maschera o una crema che contengono Cloruro di Sodio avviene un processo del genere: immaginiamo due scomparti, in uno scomparto in cui si trova una soluzione acquosa con un determinato quantitativo di sale abbiamo il ristagno di liquidi, in un altro scomparto si trova una soluzione acquosa con ancora più sale; entrambi sono separati uno dall’altro da una membrana semipermeabile che permette il passaggio solo ad alcune molecole che hanno determinate dimensioni.  La crema o lo scrub, che sono la parte ipotonica, quando vengono in contatto con la pelle, attivano il processo osmotico che rilascia i liquidi in eccesso. Quindi, si verrà a creare un gradiente di concentrazione del Cloruro di Sodio nei due lati della membrana ed anche un equilibrio che viene dal passaggio della soluzione acquosa dall’area in cui vi è meno sale disciolto, alla zona in cui ce n’è di più.

Alla fine, il risultato sarà un miglioramento della microcircolazione con una attenuazione della stasi venosa e dell’infiammazione tessuto adiposo.





Potrebbe interessarti

Centro dimagrimento Roma: semplici mosse per dimagrire

Purtroppo non sempre le diete e lo sport aiutano a perdere i chili di troppo, spesso è necessario affidarsi nelle mani di esperti per riuscire a raggiungere di nuovo il proprio peso ideale.

Leggi tutto...

Dieta diabete tipo 1: i cibi concessi

Il diabete è una malattia che non permette all’organismo di metabolizzare lo zucchero che si trova nel sangue. Le persone che soffrono di diabete devono seguire una dieta diabete che non però non è molto restrittiva.

Leggi tutto...

Benessere psicologico: i cibi che incidono sulla salute mentale

Perché quando si è di cattivo umore spesso si avverte il desiderio di mangiare la cioccolata? 
Oppure perché quando si vuole conciliare il sonno ci si coccola con un bicchiere di latte e biscotti? E ancora, come mai durante il ciclo mestruale alcune donne sentono il bisogno di mangiare i dolci? C’è una risposta scientifica a tutto questo e risiede nella produzione di una sostanza chiamata serotonina.

Leggi tutto...

Bevande energetiche naturali: facciamo chiarezza

Le bevande energetiche o Energy drink – come quelle di Vitelica – sono sempre più richieste sul mercato per le loro proprietà “energizzanti” appunto, per il senso di appagamento che infondono.

Leggi tutto...

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Leggi tutto...

I più condivisi

L'endermologia nel trattamento contro la cellulite

L'Endermologia (nota anche come LPG Endermologie) è una tecnica non invasiva, molto efficace come terapia contro la cellulite, che evidenzia a livello del tessuto cutaneo un miglioramento del flusso linfatico e vascolare oltre che del metabolismo delle cellule adipose e dei fibroblasti.

Leggi tutto...

Dieta antiossidante: sveliamone i segreti

La dieta antiossidante prevede l'assunzione di alimenti ricchi di vitamine A, C, E, che si trovano in carote, spinaci, agrumi, pomodori, flavonoidi e minerali come il selenio, che aiuta a prevenire i radicali liberi e a nutrire pelle e unghie.

Leggi tutto...

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Leggi tutto...

Qual è la corretta dieta per un atleta?

Sappiamo tutti quanto sia importante per un atleta seguire una corretta alimentazione: ma qual è la migliore dieta per un atleta?. Il mangiare in maniera delicata e proporzionata al proprio impegno atletico è molto importante, soprattutto in considerazione del fatto che può essere considerata a tutti gli effetti un arma in più. 

Leggi tutto...

Dieta menopausa: l'alimentazione giusta

Una delle fasi più importanti di una donna è sicuramente quella della menopausa; essa provoca l'interruzione del lavoro delle ovaie e una ridotta diminuzione della produzione di estrogeni. Per riuscire ad alleviare gli effetti negativi della menopausa, sarebbe utile seguire una dieta menopausa, prima che il fenomeno si verifichi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dieta minestra: sveliamone le caratteristiche

La dieta a base di minestra è ideale da seguire soprattutto l'inverno. Le minestre e le zuppe sono una delle pietanze più consumate durante il periodo invernale. Oltre a essere piatti caldi e facili da preparare, le minestre e le zuppe concedono al nostro organismo importanti benefici, sia dal punto di vista nutrizionale che dietetico, offrendo un buon apporto di liquidi e contribuendo a raggiungere più velocemente il livello di sazietà.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top