In presenza di un clima freddo e umido, è bene seguire un'alimentazione corretta ed equilibrata in modo da tenere lontani i mali di stagione e seguire una vera e propria dieta per rinforzare le ossa, rendere i muscoli più flessibili, prevenire l’osteoporosi e l’indebolimento tipico da influenza stagionale e mantenere il proprio peso ideale.

Consigli alimentari nella dieta per rinforzare le ossa

Per avere buoni risultati, è necessario dunque seguire alcuni consigli alimentari, correggendo un po' la nostra dieta quotidiana. Durante i mesi invernali è consigliabile, in primis, limitare il consumo dello zucchero bianco, dei dolci industriali, della frutta tropicale, dei succhi di frutta confezionati e delle solanacee (pomodori, melanzane, peperoni e patate); è importante inoltre non eccedere con spezie, aceto e cioccolato, che favoriscono la demineralizzazione e l’intorpidimento degli arti, e disperdono rapidamente l'energia del corpo, provocando soltanto un momentaneo senso di vitalità.

Ridurre le proteine animali

Durante una dieta per rinforzare le ossa è necessario ridurre anche l'impiego di proteine animali (carne, salumi, latte e formaggi), che, se consumate in modo eccessivo, possono infiammare i tessuti e indebolire le ossa. È invece essenziale prediligere alimenti ricchi di sali minerali, come calcio, magnesio, zinco e silicio, contenuti principalmente nei cereali integrali, nel grano saraceno, nella frutta secca, nella zucca e nella crusca di frumento. Per favorire l’eliminazione delle tossine presenti nei tessuti articolari, è infine fondamentale bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno.

Per coloro che soffrono di dolori, si dovrebbero aumentare i tempi di cottura degli alimenti e consumare più radici e ortaggi in forma compatta (cavoli, rape, zucchine). Per potenziare l’effetto tonico e riscaldante dei cereali, nelle sindromi più dolorose è bene tostarli leggermente prima di cuocerli

Depurazione scorie: le sostanze da evitare

Durante le quotidiane attività metaboliche, il nostro organismo produce una certa quantità di tossine, che vengono solitamente espulse da fegato, intestino, reni, polmoni e pelle. La depurazione scorie è un processo molto importante per la salute del nostro organismo.

Quando si seguono diete sbagliate e con l'arrivo del caldo, la produzione di tossine accresce notevolmente; esse vengono incrementate soprattutto se non si pratica attività fisica e non si introduce un adeguato apporto quotidiano di liquidi.

L’infuso di tarassaco e la gramigna, ad esempio, sono erbe amare ricche di principi depurativi che stimolano i reni, riattivano la diuresi e sgonfiano. Una dieta corretta resta comunque il rimedio fondamentale per una depurazione profonda. È infatti indispensabile conoscere gli alimenti che si portano in tavola, imparare a leggere le etichette ed essere consapevoli di ciò che si sta introducendo nell’organismo.

Sostanze da evitare durante la depurazione scorie

Ci sono alcune sostanze che è preferibile evitare al fine di ottenere un'adeguata depurazione scorie e sono riportate dell'elenco che segue.

  • conservanti e coloranti: presenti in merendine, bevande, formaggi, salse, prodotti pre-confezionati da forno e alimenti in scatola, possono provocare allergie e intolleranze;
  • stabilizzanti (polifosfati): trattengono l’acqua dei prodotti, causando un aumento del tasso di colesterolo o provocando disturbi renali;
  • esaltatori di sapidità (glutammato monosodico): possono provocare disturbi intestinali;
  • antiossidanti: presenti in vino, birra, bibite gassate, succhi di frutta, formaggi, frutta secca, salse; sono eventuali responsabili di carie e disturbi digestivi;
  • dolcificanti naturali e sintetici: assunti indosi elevate possono causare disturbi intestinali;
  • grassi e oli idrogenati: presenti nei dolciumi e negli snack, che scatenano reazioni di intolleranza intestinale;
  • addensanti dall'effetto lassativo: presenti in dolci, caramelle, creme, gelati, formaggi a pasta molle e budini.
  • zucchero bianco (saccarosio): alza la glicemia, l’insulina e favorisce la formazione di ritenzione e cellulite.




Potrebbe interessarti


Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Leggi tutto...

Dieta scarsdale: dimagrire in 14 giorni di fuoco

La dieta Scarsdale è una dieta ipocalorica nata negli Stati Uniti nota anche come SMD (Scarsdale Medical Diet). Essa prevede un programma di due settimane dallo scarso apporto calorico, intorno alle 1000 kcal al giorno, costituito da un'alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche.

Leggi tutto...

Dieta south beach: i trucchi per dimagrire

La dieta south beach è un piano dietetico messo a punto dal medico cardiologo Arthur Agatston (luminare Statunitense) e si basa sulla restrizione dei carboidrati, sull'indice glicemico degli alimenti e sulla scelta di grassi ritenuti salutari per l'organismo.

Leggi tutto...

Gli spuntini: l'importanza di uno snack

 

Attualmente gli spuntini vengono spesso consigliati da medici e dietisti, dai giornali e dalle riviste di settore; la loro funzione è quella di regolarizzare l'assunzione di cibo. Dopo un lungo periodo di digiuno si tende ad assumere un quantitativo di cibo molto superiore al necessario, poiché occorrono almeno 20 minuti prima che il cervello recepisca i primi segnali di sazietà. L'attacco di fame insorge inevitabilmente se si lasciano passare troppe ore tra un pasto e l'altro; in questi casi l'unico modo per difendersi è quello di fare dei break durante l'arco della giornata.

Leggi tutto...

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Leggi tutto...

I più condivisi


Dieta estiva: come depurare il corpo dopo l'inverno

La primavera è alle porte e si respira già un’aria diversa, le giornate sono più lunghe e l’umore di molte persone è più allegro. La primavera è la stagione che porta la natura e risvegliarsi e a rinascere dopo il lungo e freddo inverno, purtroppo però è proprio grazie alle temperature più miti che la maggior parte delle persone si accorge, togliendo dall’armadio i pesanti e larghi maglioni, di aver preso qualche chilo.

Leggi tutto...

Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Leggi tutto...

Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è utile per depurare e a riequilibrare l'organismo e nasce da antichi dettami cinesi, che prevedono cibi freddi (yin) e caldi (yang). Questa dieta è ricca di fibre, il suo regime alimentare apporta circa 1300 calorie giornaliere e il consumo dei cibi va scelto anche in base al tipo di benessere psicofisico che cerchiamo.

Leggi tutto...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...

Dieta 1300 calorie: dimagrire velocemente

Una dieta che consente di perdere peso in modo veloce prevede un regime alimentare con un apporto calorico di circa 1300 calorie giornaliere. E' importante al termine della dieta 1300 calorie, continuare a seguire un regime alimentare corretto ed equilibrato, per non riprendere i chili persi.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Dieta Birmingham: i segreti per tornare in forma

La dieta Birmingham, conosciuta anche con il nome di “Birmingham Heart Hospital Diet” e "Cardiac Unit of UAB Hospital Diet", è un tipo di regime alimentare molto in voga in America e utilizzato principalmente nei pazienti obesi che soffrono di problemi cardiaci.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Trattamento Scrub Detossinante: ecco i benefici

Per riuscire ad eliminare tutte le cellule morte del nostro corpo ed aiutare il processo di rinnovamento della pelle, spesso, può essere necessario un trattamento scrub detossinante conosciuto anche come gommage oppure con il termine peeling.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top