In presenza di un clima freddo e umido, è bene seguire un'alimentazione corretta ed equilibrata in modo da tenere lontani i mali di stagione e seguire una vera e propria dieta per rinforzare le ossa, rendere i muscoli più flessibili, prevenire l’osteoporosi e l’indebolimento tipico da influenza stagionale e mantenere il proprio peso ideale.

Consigli alimentari nella dieta per rinforzare le ossa

Per avere buoni risultati, è necessario dunque seguire alcuni consigli alimentari, correggendo un po' la nostra dieta quotidiana. Durante i mesi invernali è consigliabile, in primis, limitare il consumo dello zucchero bianco, dei dolci industriali, della frutta tropicale, dei succhi di frutta confezionati e delle solanacee (pomodori, melanzane, peperoni e patate); è importante inoltre non eccedere con spezie, aceto e cioccolato, che favoriscono la demineralizzazione e l’intorpidimento degli arti, e disperdono rapidamente l'energia del corpo, provocando soltanto un momentaneo senso di vitalità.

Ridurre le proteine animali

Durante una dieta per rinforzare le ossa è necessario ridurre anche l'impiego di proteine animali (carne, salumi, latte e formaggi), che, se consumate in modo eccessivo, possono infiammare i tessuti e indebolire le ossa. È invece essenziale prediligere alimenti ricchi di sali minerali, come calcio, magnesio, zinco e silicio, contenuti principalmente nei cereali integrali, nel grano saraceno, nella frutta secca, nella zucca e nella crusca di frumento. Per favorire l’eliminazione delle tossine presenti nei tessuti articolari, è infine fondamentale bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno.

Per coloro che soffrono di dolori, si dovrebbero aumentare i tempi di cottura degli alimenti e consumare più radici e ortaggi in forma compatta (cavoli, rape, zucchine). Per potenziare l’effetto tonico e riscaldante dei cereali, nelle sindromi più dolorose è bene tostarli leggermente prima di cuocerli

Depurazione scorie: le sostanze da evitare

Durante le quotidiane attività metaboliche, il nostro organismo produce una certa quantità di tossine, che vengono solitamente espulse da fegato, intestino, reni, polmoni e pelle. La depurazione scorie è un processo molto importante per la salute del nostro organismo.

Quando si seguono diete sbagliate e con l'arrivo del caldo, la produzione di tossine accresce notevolmente; esse vengono incrementate soprattutto se non si pratica attività fisica e non si introduce un adeguato apporto quotidiano di liquidi.

L’infuso di tarassaco e la gramigna, ad esempio, sono erbe amare ricche di principi depurativi che stimolano i reni, riattivano la diuresi e sgonfiano. Una dieta corretta resta comunque il rimedio fondamentale per una depurazione profonda. È infatti indispensabile conoscere gli alimenti che si portano in tavola, imparare a leggere le etichette ed essere consapevoli di ciò che si sta introducendo nell’organismo.

Sostanze da evitare durante la depurazione scorie

Ci sono alcune sostanze che è preferibile evitare al fine di ottenere un'adeguata depurazione scorie e sono riportate dell'elenco che segue.

  • conservanti e coloranti: presenti in merendine, bevande, formaggi, salse, prodotti pre-confezionati da forno e alimenti in scatola, possono provocare allergie e intolleranze;
  • stabilizzanti (polifosfati): trattengono l’acqua dei prodotti, causando un aumento del tasso di colesterolo o provocando disturbi renali;
  • esaltatori di sapidità (glutammato monosodico): possono provocare disturbi intestinali;
  • antiossidanti: presenti in vino, birra, bibite gassate, succhi di frutta, formaggi, frutta secca, salse; sono eventuali responsabili di carie e disturbi digestivi;
  • dolcificanti naturali e sintetici: assunti indosi elevate possono causare disturbi intestinali;
  • grassi e oli idrogenati: presenti nei dolciumi e negli snack, che scatenano reazioni di intolleranza intestinale;
  • addensanti dall'effetto lassativo: presenti in dolci, caramelle, creme, gelati, formaggi a pasta molle e budini.
  • zucchero bianco (saccarosio): alza la glicemia, l’insulina e favorisce la formazione di ritenzione e cellulite.

Potrebbe interessarti

Rimedi per il bruciore di stomaco: contrastare acidità

Uno dei dolori più invasivi e fastidiosi che il corpo umano possa provare è il bruciore di stomaco. Si tratta di un disagio anche piuttosto frequente che può avere diverse cause, sia di natura fisica che psicologica.

Dieta per la candida: come curare il disturbo?

donna sorriso

Esiste uno stretto legame tra funghi e batteri, ecco perché curare la candida vuol dire anche curare la cistite. Ma alla base del problema non c’e’ il batterio o il fungo ma l’equilibrio della persona e gli alimenti che l’aiutano a ritrovarlo.

Pentola a pressione: l'importanza di possederne una

Gestire i ritmi casalinghi per una famiglia, con due genitori che lavorano e si dividono i compiti relativamente agli impegni dei figli e della cura della casa, è una sfida giornaliera.
Questo comporta spesso fare pranzi e cene veloci, magari ordinando cibo da asporto o fermandosi al primo fast food.

I più condivisi

Omeopatia: funziona davvero? Scoprilo con noi

omeopatia.jpg

"L’Antica Farmacia Orlandi" dal 1868 studia e vende rimedi fitoterapici e omeopatici, qualificandosi tra le prime farmacie campane a specializzarsi in questi campi. Ad oggi presenta una sezione di ordine e spedizione su piattaforma per la compravendita di Farmaci Omeopatici Online, qui infatti possiamo trovare una varietà di prodotti afferenti all’omeopatia, sotto forma di bioterapici, capsule, unguenti, colliri, gocce, olii, polveri, sciroppi, spray e supposte, ma soprattutto in granuli da sciogliere sotto alla lingua; ricordiamo che nei granuli le sostanze attive sono spesso disciolte nel lattosio, perciò è conveniente optare per altre soluzioni in caso di intolleranza a tale zucchero.

Eliminare l'adipe dell'addome: dire addio al tessuto grasso

Eliminare l'adipe dell'addome

L'adipe, conosciuto anche con il nome di tessuto adiposo, è formato da particolari cellule, gli adipociti e sono divise in tessuto adiposo bruno e bianco.

Massaggio Ayurveda: l'antico trattamento indiano

Ayurveda è un termine di origine indiana che sta a significare “scienza della vita”, Ayus “vita”, Veda “conoscenza”. In generale L’Ayurveda è un sistema di medicina nato in India più di 5000 anni fa, con lo scopo di controllare la nostra via senza l’ostacolo della vecchiaia o della malattia.

Leggi anche...

Dieta Miami: meglio perdere pochi chili ma in pochi giorni

Dieta Miami

Con la Dieta Miami non ci fa paura l'’estate è sempre più vicina. Proprio in questo periodo, infatti, la maggior parte delle persone si accorge di aver preso qualche chilo di troppo e di aver perso il proprio peso forma

Leggi anche...

L'intimo contenitivo: essenziale per riuscire a far sentire una donna completa

intimo-contenitivo-black.jpg

Un numero sempre maggiore di donne decidono di orientarsi verso l'utilizzo di lingerie modellanti per definire meglio non soltanto la silhouette ma anche per migliorare totalmente il proprio benessere.

Leggi anche...

Benefici del pilates: scopriamo insieme quali sono i maggiori

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.