La dieta last minute (o dieta dell'ultimo minuto) è una dieta ipocalorica che consente di perdere al massimo 2-3 chili ed è consigliabile seguirla al massimo per cinque giorni. Durante questo periodo bisogna evitare l’allenamento troppo duro, preferendo esercizi di stretching o pilates per rilassare e allungare la muscolatura.

Caratteristiche della dieta last minute

Questa dieta rapida, veloce e molto semplice da seguire, è utile per ridurre i gonfiori, eliminare liquidi e perdere peso; con un ridotto contenuto di zuccheri, privilegia le proteine. Questo regime alimentare è indicato per quegli individui che devono dimagrire in breve tempo per problemi di salute (come coloro che devono sottoporsi a operazioni chirurgiche e l'eccesso di peso potrebbe rappresenta un grave pericolo), oppure per gli sportivi professionisti che devono rientrare in determinate categorie di peso per gareggiare: tutti soggetti che possono essere seguiti da uno staff medico e che hanno serie motivazioni per ottenere il massimo dimagrimento nel minor tempo possibile.

A chi è sconsigliata

La dieta last minute è invece sconsigliata nei casi in cui si desidera unicamente apparire in forma in occasione di un giorno importante o della “prova bikini” estiva, perché, spesso senza il supporto di un esperto e senza avere idea dei risultati che è possibile ottenere, si raggiungerebbero esiti fallimentari. Questa dieta riduce il metabolismo, ma rende sempre più difficile il mantenimento del peso o il dimagrimento. Di fatto, capita spesso che i chili persi vengano subitaneamente ripresi nel giro di qualche settimana.

Alcune considerazioni

Questo regime dietetico non deve essere assolutamente considerata la soluzione per potersi abbuffare di cibo e poi perdere un paio di chili velocemente: l’effetto fisarmonica, vale a dire il corpo che si ingrassa e dimagrisce di continuo, può essere molto deleterio e arrecare gravi danni all’organismo. La cosa migliore da fare per vivere bene e in forma è seguire con costanza un’alimentazione bilanciata e corretta, che si basi sul consumo di tutte le sostanze nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno per vivere. Di seguito sono illustrati alcuni consigli utili per riuscire a mantenere inalterato il proprio peso forma.

  • Mangiare cinque porzioni di pesce la settimana
  • Utilizzare preferibilmente i cibi realizzati a base di farina integrale
  • Consumare i pasti in modo regolare, cercando di rispettare il più possibile gli stessi orari
  • Praticare una moderata attività fisica, non è necessario iscriversi in una palestra o piscina, ma si possono anche eseguire dei semplici esercizi di ginnastica a corpo libero in casa, oppure una bella passeggiata a passa svelto nel parco, della durata di almeno trenta minuti. Lo sport è di fondamentale importanza perchè serve a bruciare parte delle calorie assunte con il cibo e mantiene in forma l’apparato cardio-respiratorio e circolatorio, i muscoli e le generali condizioni del corpo.
  • Bere almeno un litro e mezzo di acqua naturale il giorno, che aiuta a depurare e idratare l’organismo.

La dieta lastminute dei 2 giorni

Abbiamo già detto che questa tipologia di dieta deve essere seguita esclusivamente per brevissimi periodi. Può sicuramente aiutarci in caso di occasioni particolari, in cui desideriamo apparire al meglio, o per rientrare in un vestito che ultimamente stringe un po’ troppo. Ecco allora un menu studiato appositamente per essere seguito in un paio giorni.

Un menu effetto “urto”

Nella prima giornata è consentita l’assunzione quasi esclusivamente di frutta. A colazione un frullato con latte scremato e frutto a piacere, 2 spuntini (a metà mattina e a metà pomeriggio) con ghiacciolo alla frutta, a pranzo e cena una macedonia mista di circa 200 gr.

Durante il secondo e terzo giorno l’alimentazione è più varia e prevede:

Colazione:

latte scremato + 1 fetta biscottata con poca marmellata diet

Pranzo:

una porzione da 150 gr. di pesce cotto al vapore o ai ferri + porzione di verdura + 40 gr. di pane

Cena:

130 gr. di carne magra e priva di grasso (preferire le carni bianche come pollo e tacchino) + porzione di verdura + 40 gr. di pane

Fino a – 10 kg: la dieta lastminute che dura un mese

Ideale solo per chi è effettivamente in sovrappeso, può essere un valido aiuto per vedere in breve tempo dei risultati ed essere incoraggiati nel proseguire poi con un regime alimentare sano e bilanciato.

Studiata sull’alternanza di menu giornalieri, consente di variare gli alimenti assunti e prevede di volta in volta il reintegro anche dei grassi.

Colazione a scelta tra:

  • Biscotti integrali (n.3) + caffè o tè oppure con un frutto di stagione
  • Fette biscottate (n.2) + 200 ml di latte preferibilmente scremato oppure 150 ml di spremuta d’arancia
  • Yogurt magro con 2 cucchiai di cereali

Spuntini a scelta tra:

  • 2 biscotti integrali
  • Yogurt magro
  • 1 frutto a piacere

Pranzo dei giorni pari:

  • Minestrone di verdura + 40 gr. di pane

oppure

  • 100 gr. di legumi a scelta tra piselli, ceci, fagioli o lenticchie + una porzione di verdura al vapore o bollita

Pranzo dei giorni dispari:

  • Una porzione di riso o pasta da 70 gr. accompagnata da 80 gr. di bresaola + insalata

oppure

  • la stessa quantità di carboidrati + 100 gr. di petto di pollo e una porzione di verdura a scelta

Cena dei giorni pari a scelta tra:

  • un uovo + insalata + 30 gr. di pane
  • 100 gr formaggio (ricotta o mozzarella) + verdura + 30 gr. di pane

Cena dei giorni dispari a scelta tra:

  • Pesce a scelta cotto al vapore + insalata + 30 gr. di pane
  • Carne bianca + verdura + 30 gr. di pane

Il sabato o la domenica (un solo giorno a scelta) è possibile cenare con una pizza margherita.

Anche in questa dieta si consiglia di seguire poche semplici regole per ottenere i risultati sperati. Mai saltare i pasti (rallenta il lavoro del metabolismo), fare un po’ di attività fisica (anche una passeggiata a passo svelto), bere almeno 2 lt di acqua al dì per depurare l’organismo e sgonfiarsi più velocemente.


Potrebbe interessarti

Dieta per il Natale: mangiare con gusto senza ingrassare

 

Quando il natale è alle porte risulta difficilissimo evitare di ingrassare durante tutto l'arco delle feste e non riuscire poi a smaltire i chili di troppo; in questo caso è necessario cercare di seguire una dieta per il Natale equilibrata, che permetta di passare le feste in allegria senza doversi poi pentire di tutto il cibo mangiato in eccesso.

La dieta del minestrone: dimagrire con l'aiuto delle verdure

La dieta del minestrone fu inventata da un cardiochirurgo del Sacred Memorial Hospital di St. Louis, per soggetti obesi cardiopatici che dovevano essere sottoposti a interventi di cardiochirurgia. Essa è infatti adatta esclusivamente a chi è in sovrappeso di almeno 7-8 kg; non è perciò consigliabile a chi ha solo qualche chilo di troppo. 

Dieta 5 giorni: per riequilibrare le funzionalità dell' intestino

L'intestino viene considerato il nostro "secondo cervello" e ha un ruolo nell'organismo di notevole importanza. Cervello e intestino infatti si allenano per svolgere delle importanti funzioni che hanno ripercussioni sull'intero organismo: per questo è importante garantire il benessere intestinale e mentale.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Dieta Montignac: conosciamone i trucchi

La dieta Montignac, che si avvale di un testimonial d'eccezione, l'attore Gerard Depardieu, si basa sull'indice glicemico degli alimenti e sul metabolismo insulinico. Questo tipo di dieta punta da un lato a far perdere peso, e dall'altro a tenere sotto controllo la fame eccessiva e il desiderio di cibo.

Dieta liquidi: combattere la ritenzione idrica

Si sa che il nostro corpo è composto dalla maggior parte di liquidi; ed è anche certo che bere molto fa discretamente bene al nostro organismo. Quella che presentiamo oggi è una dieta che prende questi principi e li radicalizza in un percorso pratico, volto a favorire il corretto funzionamento del nostro corpo. 

Calorie della Bresaola: scopriamo il suo apporto nutrizionale

calorie della bresaola

Cibi sani? Le poche calorie della bresaola, per gli amanti di insaccati e salumi sono una manna dal cielo, infatti questo salume si può mangiare in quasi tutti i regimi dietetici che devono essere poveri di calorie.

Leggi anche...

Esempio di dieta per aumentare la massa muscolare

Una dieta che riguardi la massa muscolare rappresenta un regime alimentare nel quale sono assunti in prevalenza cibi che aiutano appunto lo sviluppo e la crescita della massa del nostro corpo. La dieta per la massa è dunque composta da un’alimentazione ricca di proteine e carboidrati: le proteine servono a far crescere i muscoli mentre i carboidrati forniscono energia al corpo.

Leggi anche...

Eliminare la pancia uomo: come perdere i cm di troppo

Le donne tendono ad ingrassare soprattutto a livello dei fianchi, cosce e glutei mentre gli uomini ingrassano a livello dell’addome, la famosa pancetta con le maniglie dell’amore. Quando si avvicina l’estate e si ripongono negli armadi i pesanti maglioni, ci si rende conto dei chili accumulati durante l’inverno e si corre ai ripari.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.