Si sa che il nostro corpo è composto dalla maggior parte di liquidi; ed è anche certo che bere molto fa discretamente bene al nostro organismo. Quella che presentiamo oggi è una dieta che prende questi principi e li radicalizza in un percorso pratico, volto a favorire il corretto funzionamento del nostro corpo. La dieta liquidi è una dieta consigliata a chi soffre di ritenzione idrica e ha difficoltà circolatorie. Pensate che questa dieta aiuta a perdere fino a 3 chili in 7 giorni; oltre a tutto ciò, come se non bastasse, migliora la cute e i processi digestivi, controllando i disordini metabolici. Riteniamo comunque che non sia da sconsigliare, soprattutto per chi soffre di ritenzione idrica, utilizzare anche delle creme anticellulite durante il regime dietetico in questione.

Caratteristiche della dieta liquidi

La dieta liquidi è povera di sale e ricca di cibi freschi e poco elaborati come la frutta e la verdura. Nel seguire la dieta dei liquidi, vanno dunque privilegiati i carboidrati complessi come pasta e pane, limitando il consumo degli zuccheri semplici; i grassi devono essere assunti con moderazione dando la preferenza ai grassi vegetali; per quel che concerne le proteine da preferire? Sono senza dubbio quelle vegetali o del pesce.

Il programma dietetico (che lo ricordiamo si dipana in 7 giorni) prevede due giornate iniziali ad apporto calorico basso, a base di frullati e centrifugati di frutta e verdura (questo per depurare l’organismo, favorendone il drenaggio); gli altri 5 giorni, invece, prevedono una scelta di alimenti completa, così come descritto sopra.

Consigli utili

Per ottenere i risultati prefissati è necessario adottare dei semplici comportamenti (da seguire tuttavia con molta attenzione) che aumentano le potenzialità della dieta liquidi e sono elencati di seguito.

  • bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno (lontano dai pasti per non favorire il gonfiore di stomaco)
  • evitare bevande alcoliche, gassate o zuccherate (che comunque fanno male per altre mille ragioni)
  • bere succhi di frutta non confezionati (occhio ai quantitativi di zucchero presenti in queste confezioni)
  • per condire non superare i due cucchiai di olio extravergine d’oliva al giorno (meglio a crudo ovviamente, evitando i soffritti)
  • nella minestra utilizzare 1 dado da brodo vegetale (molto meglio se senza conservanti)
  • per dolcificare usare il fruttosio, un dolcificante naturale;
  • fare largo uso di erbe aromatiche.

Esempio menù dieta dei liquidi

Com’è stato già detto in precedenza questo particolare regime alimentare aiuta il corpo a depurarsi, a combattere l’inestetismo della cellulite e ad eliminare qualche chilo di troppo. Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta dei liquidi, che deve essere seguito per una settimana e può permettere di perdere fino a tre chili.

Lunedì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 50 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: frullato con 50 ml di latte parzialmente scremato, 100 g di banane, 100 g di frutta di stagione e 100 g di uva.
Merenda pomeridiana: un frullato con 50 g di yogurt magro, 100 g di mele, 100 g d i pere e 50 g di arancia.
Cena: un frullato di 100 g di latte parzialmente scremato, 200 g di pere, 50 g di arancia, 200 g di kiwi
Prima di andare a dormire: un vasetto di yogurt magro o mousse magra.

Martedì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 50 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: frullato di 50 ml di latte parzialmente scremato, 100 g kiwi, 100 g di banane, 100 g di mele.
Merenda pomeridiana: un frullato con 50 g di yogurt magro, 100 g di mele, 100 g d i pere e 50 g di arancia.
Cena: un frullato di 100 g di latte parzialmente scremato, 30 g di prugne secche, 30 g di fichi secchi e 100 g di uva.
Prima di andare a dormire: un vasetto di yogurt magro o mousse magra.

Mercoledì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 50 g di pasta al pomodoro con basilico e 5 g di formaggio grattugiato; 200 g di insalata a base di lattuga e ravanelli; 200 di frutta di stagione.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 100 g di petto di pollo arrosto con contorno di 200 g di insalata verde mista; 50 g di pane integrale; 200 g di macedonia di kiwi e mele.

Giovedì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 100 g di scaloppine di vitello al limone con contorno di 200 g di insalata di patate e prezzemolo, 200 g di pera.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 100 g di ricotta con 200 g di insalata verde, 50 g di pane integrale, 200 g di frutta di stagione.

Venerdì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 50 g di pasta condita con 40 g di tonno; 200 g di insalata verde; 200 g di kiwi.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 200 g di insalata di gamberetti con contorno di 250 g di carciofi; 150 g di cavolo cappuccio saltato in padella; 50 g di pane integrale, 200 g di macedonia di arance e mele.

Sabato
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 50 g di spaghetti con aglio, olio, peperoncino e 5 g di formaggio grattugiato; 200 g di insalata di lattuga; 200 g di frutta di stagione.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 60 g di bresaola con contorno di 200 g di insalata mista verde; 50 g di pane integrale; 150 g di frutta si stagione.

Domenica
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 100 g di filetto ai ferri con contorno di 100 g di patate arrosto; 100 g di frutta di stagione.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 150 g di nasello al pomodoro con contorno di 200 g di insalata verde mista; 50 g di pane integrale; 200 g di macedonia di mele e pere.

 





Potrebbe interessarti


Torboterapia corpo: come curare artrosi ed inestetismi in modo naturale

La torboterapia corpo è un metodo usato fin dall’antichità per contrastare diversi tipi di patologie. Grazie a degli specifici principi attivi estratti da alcuni vegetali, è stato possibile trovare un trattamento di prevenzione di diversi disturbi reumatologici e del dolore.

Leggi tutto...

Dieta e stitichezza: cosa mangiare per regolare l'intestino?

La stitichezza è un disturbo intestinale molto diffuso che si manifesta con sintomi vari tra cui dolori all’addome, meteorismo e difficoltà durante l’evacuazione. Come aiutare il nostro organismo a prevenire questa fastidiosa alterazione dell’equilibrio intestinale?

Leggi tutto...

Elettroporazione: lotta contro la cellulite

Uno dei nemici più agguerriti e odiati dalle donne è senza ombra di dubbio la cellulite, che spesso non le fa sentire a proprio agio, soprattutto quando arriva l’estate ed è arrivato il momento della prova costume. Grazie all’elettroporazione è possibile combattere l’effetto buccia d’arancia.

Leggi tutto...

Dieta Weight Watchers: i guardiani del peso

La dieta Weight Watchers, tradotto letteralmente "i guardiani del peso", nasce nel lontano 1963 ad opera di Jean Nidetch. Questa dieta si basa sul rispetto di una sana alimentazione, sorretta dalla consulenza di un'equipe specializzata di esperti nutrizionisti (di qui l'accezione "guardiani del peso").

Leggi tutto...

Dimagrire in modo sano: i segreti

Quando si decide di intraprendere una dieta, è importante dimagrire in modo sano e graduale, in modo tale da ottenere un dimagrimento efficace e duraturo. Alcune diete promettono dimagrimenti facili e veloci, am spesso al termine del regime dietetico, i chili persi vengono riacquistati con altrettanta facilità e velocità.

Leggi tutto...

I più condivisi


Rimedi naturali per ridurre la cellulite

La cellulite, oltre ad essere un mero problema estetico, è una disfunzione della microcircolazione sanguigna le cui cause possono essere diverse dalla sedentarietà alla ritenzione idrica, da fattori costituzionali, ormonali o vascolari, motivo per cui ne soffrono anche persone molto magre. L’inestetismo a livello epidermico si manifesta con la cellulite quando una cattiva microcircolazione sanguigna stressa il tessuto adiposo sottocutaneo. Esistono diversi tipi di cellulite, a seconda del grado di gravità del disturbo.

Leggi tutto...

App per la dieta: alimentazione per dimagrire su iPhone e Android

I chili in eccesso non sono sempre facili da gestire e con l'estate oramai in corso la necessità di perdere peso si fa più incalzante, tanto da indurre alla sperimentazione di vari metodi dimagranti, non sempre benefici per la salute. Da oggi però, un aiuto concreto e sicuro nella lotta ai chili in eccesso lo si può ottenere dalle app per dimagrire.

Leggi tutto...

L'endermologia nel trattamento contro la cellulite

L'Endermologia (nota anche come LPG Endermologie) è una tecnica non invasiva, molto efficace come terapia contro la cellulite, che evidenzia a livello del tessuto cutaneo un miglioramento del flusso linfatico e vascolare oltre che del metabolismo delle cellule adipose e dei fibroblasti.

Leggi tutto...

Dieta Detox in 3 giorni: sveliamone i segreti

Purtroppo molto spesso ci sentiamo appesantiti e iniziamo e vedere nel nostro corpo l’antiestetico grasso localizzato, che nelle donne si concentra in particolar modo nelle cosce e nei fianchi.

Leggi tutto...

Dieta mestruazioni: quali cibi mangiare

Uno dei periodi più critici per tutte le donne, è quello del ciclo; durante la fase mestruale infatti ci si sente gonfie e pesanti, si ha spesso fame e sale la voglia di dolci, pane, focacce e pasta.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Qual è la corretta dieta per un atleta?

Sappiamo tutti quanto sia importante per un atleta seguire una corretta alimentazione: ma qual è la migliore dieta per un atleta?. Il mangiare in maniera delicata e proporzionata al proprio impegno atletico è molto importante, soprattutto in considerazione del fatto che può essere considerata a tutti gli effetti un arma in più. 

Leggi tutto...

Leggi anche...


Dimagrimento localizzato: perdere i cm su fianchi, pancia e glutei

L’estate è ormai alle porte ed è proprio in questo periodo che molte persone sentono il bisogno di perdere i chili di troppo accumulati durante l’inverno per riuscire a superare la prova costume.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top