Si sa che il nostro corpo è composto dalla maggior parte di liquidi; ed è anche certo che bere molto fa discretamente bene al nostro organismo. Quella che presentiamo oggi è una dieta che prende questi principi e li radicalizza in un percorso pratico, volto a favorire il corretto funzionamento del nostro corpo. La dieta liquidi è una dieta consigliata a chi soffre di ritenzione idrica e ha difficoltà circolatorie. Pensate che questa dieta aiuta a perdere fino a 3 chili in 7 giorni; oltre a tutto ciò, come se non bastasse, migliora la cute e i processi digestivi, controllando i disordini metabolici. Riteniamo comunque che non sia da sconsigliare, soprattutto per chi soffre di ritenzione idrica, utilizzare anche delle creme anticellulite durante il regime dietetico in questione.

Caratteristiche della dieta liquidi

La dieta liquidi è povera di sale e ricca di cibi freschi e poco elaborati come la frutta e la verdura. Nel seguire la dieta dei liquidi, vanno dunque privilegiati i carboidrati complessi come pasta e pane, limitando il consumo degli zuccheri semplici; i grassi devono essere assunti con moderazione dando la preferenza ai grassi vegetali; per quel che concerne le proteine da preferire? Sono senza dubbio quelle vegetali o del pesce.

Il programma dietetico (che lo ricordiamo si dipana in 7 giorni) prevede due giornate iniziali ad apporto calorico basso, a base di frullati e centrifugati di frutta e verdura (questo per depurare l’organismo, favorendone il drenaggio); gli altri 5 giorni, invece, prevedono una scelta di alimenti completa, così come descritto sopra.

Consigli utili

Per ottenere i risultati prefissati è necessario adottare dei semplici comportamenti (da seguire tuttavia con molta attenzione) che aumentano le potenzialità della dieta liquidi e sono elencati di seguito.

  • bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno (lontano dai pasti per non favorire il gonfiore di stomaco)
  • evitare bevande alcoliche, gassate o zuccherate (che comunque fanno male per altre mille ragioni)
  • bere succhi di frutta non confezionati (occhio ai quantitativi di zucchero presenti in queste confezioni)
  • per condire non superare i due cucchiai di olio extravergine d’oliva al giorno (meglio a crudo ovviamente, evitando i soffritti)
  • nella minestra utilizzare 1 dado da brodo vegetale (molto meglio se senza conservanti)
  • per dolcificare usare il fruttosio, un dolcificante naturale;
  • fare largo uso di erbe aromatiche.

Esempio menù dieta dei liquidi

Com’è stato già detto in precedenza questo particolare regime alimentare aiuta il corpo a depurarsi, a combattere l’inestetismo della cellulite e ad eliminare qualche chilo di troppo. Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta dei liquidi, che deve essere seguito per una settimana e può permettere di perdere fino a tre chili.

Lunedì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 50 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: frullato con 50 ml di latte parzialmente scremato, 100 g di banane, 100 g di frutta di stagione e 100 g di uva.
Merenda pomeridiana: un frullato con 50 g di yogurt magro, 100 g di mele, 100 g d i pere e 50 g di arancia.
Cena: un frullato di 100 g di latte parzialmente scremato, 200 g di pere, 50 g di arancia, 200 g di kiwi
Prima di andare a dormire: un vasetto di yogurt magro o mousse magra.

Martedì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 50 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: frullato di 50 ml di latte parzialmente scremato, 100 g kiwi, 100 g di banane, 100 g di mele.
Merenda pomeridiana: un frullato con 50 g di yogurt magro, 100 g di mele, 100 g d i pere e 50 g di arancia.
Cena: un frullato di 100 g di latte parzialmente scremato, 30 g di prugne secche, 30 g di fichi secchi e 100 g di uva.
Prima di andare a dormire: un vasetto di yogurt magro o mousse magra.

Mercoledì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 50 g di pasta al pomodoro con basilico e 5 g di formaggio grattugiato; 200 g di insalata a base di lattuga e ravanelli; 200 di frutta di stagione.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 100 g di petto di pollo arrosto con contorno di 200 g di insalata verde mista; 50 g di pane integrale; 200 g di macedonia di kiwi e mele.

Giovedì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 100 g di scaloppine di vitello al limone con contorno di 200 g di insalata di patate e prezzemolo, 200 g di pera.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 100 g di ricotta con 200 g di insalata verde, 50 g di pane integrale, 200 g di frutta di stagione.

Venerdì
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 50 g di pasta condita con 40 g di tonno; 200 g di insalata verde; 200 g di kiwi.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 200 g di insalata di gamberetti con contorno di 250 g di carciofi; 150 g di cavolo cappuccio saltato in padella; 50 g di pane integrale, 200 g di macedonia di arance e mele.

Sabato
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 50 g di spaghetti con aglio, olio, peperoncino e 5 g di formaggio grattugiato; 200 g di insalata di lattuga; 200 g di frutta di stagione.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 60 g di bresaola con contorno di 200 g di insalata mista verde; 50 g di pane integrale; 150 g di frutta si stagione.

Domenica
Colazione: 200 g di frullato di ananas e kiwi o una spremuta di pompelmo con 30 g di fette biscottate integrali.
Spuntino metà mattinata: 125 g di yogurt magro.
Pranzo: 100 g di filetto ai ferri con contorno di 100 g di patate arrosto; 100 g di frutta di stagione.
Merenda pomeridiana: 150 g di pera.
Cena: 150 g di nasello al pomodoro con contorno di 200 g di insalata verde mista; 50 g di pane integrale; 200 g di macedonia di mele e pere.

 


Potrebbe interessarti

Omeopatia: funziona davvero? Scoprilo con noi

omeopatia.jpg

"L’Antica Farmacia Orlandi" dal 1868 studia e vende rimedi fitoterapici e omeopatici, qualificandosi tra le prime farmacie campane a specializzarsi in questi campi. Ad oggi presenta una sezione di ordine e spedizione su piattaforma per la compravendita di Farmaci Omeopatici Online, qui infatti possiamo trovare una varietà di prodotti afferenti all’omeopatia, sotto forma di bioterapici, capsule, unguenti, colliri, gocce, olii, polveri, sciroppi, spray e supposte, ma soprattutto in granuli da sciogliere sotto alla lingua; ricordiamo che nei granuli le sostanze attive sono spesso disciolte nel lattosio, perciò è conveniente optare per altre soluzioni in caso di intolleranza a tale zucchero.

Ecco in cosa consiste una dieta Lemme completa

L’avere un fisico sempre tonico e snello è il sogno di tante persone e per questo motivo si tende a cercare di mantenersi in forma svolgendo dell’attività sportiva oppure a seguire una dieta. In quest’ultimo caso, da decenni ormai sono presentati vari regimi alimentari che promettono di fare miracoli. L’ultima novità arriva da un farmacista italiano, il Dott.Lemme, che promette di far perdere 10 kg in un mese. Cerchiamo di scoprire in cosa consista una dieta Lemme completa.

Radiofrequenza per combattere la cellulite: ottimo alleato della medicina estetica

La radiofrequenza per combattere la cellulite è una tecnica innovativa che, mediante onde elettromagnetiche, viene utilizzata in medicina estetica allo scopo di favorire il ringiovanimento cutaneo senza il ricorso alla chirurgia; funziona attraverso l'emissione di onde radio dal derma sino all'ipoderma, stimolando la sintesi di nuovo collagene.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Dieta antiossidante: scopri come renderla funzionale

La dieta antiossidante prevede l'assunzione di alimenti ricchi di vitamine A, C, E, che si trovano in carote, spinaci, agrumi, pomodori, flavonoidi e minerali come il selenio, che aiuta a prevenire i radicali liberi e a nutrire pelle e unghie.

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Dieta studio: alimentare il cervello

Quando si studia o si svolge un’attività intellettuale è importante però seguire una dieta studio che si basi sul consumo di alimenti che possono aumentare la concentrazione ma che non siano una minaccia al peso ideale

Leggi anche...

Dieta Birmingham: i segreti per tornare in forma

La dieta Birmingham, conosciuta anche con il nome di “Birmingham Heart Hospital Diet” e "Cardiac Unit of UAB Hospital Diet", è un tipo di regime alimentare molto in voga in America e utilizzato principalmente nei pazienti obesi che soffrono di problemi cardiaci.

Leggi anche...

Trucco giorno e sera: scoprire il giusto make-up

L’arte del make-up, oggi, è uno dei gesti quotidiani più comune che le donne compiono, spesso, anche più volte al giorno in modo da poter differenziare il trucco da giorno da quello da sera per riuscire a valorizzare al meglio il proprio viso.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.