Le donne in menopausa si chiedono e chiedono agli esperti il perché dell’accumulo adiposo sull’addome e soprattutto se ci sia un modo per eliminarlo.

Dare una risposta a questa domanda non sempre è semplice e allo stesso tempo bisogna tenere conto del fatto che con il trascorrere degli anni il fisico cambia e si iniziano a notare inestetismi prima assenti, ma non si tratta di semplici fissazioni: il grasso addominale in menopausa è comune e lo è per diversi motivi che adesso vedremo insieme.

Per prima cosa, diversi studi degli ultimi anni, hanno dimostrato che dopo i 40 anni si perde all’incirca il 2% del metabolismo basale e con la menopausa in particolare varia anche la distribuzione del grasso che tende ad accumularsi a livello addominale.
Il grasso addominale in menopausa se in accesso appare essere un problema perché si tratta di un tessuto metabolicamente attivo per via del rilascio di numerose sostanze oltre che della modulazione degli ormoni corporei che potrebbe apparire alterata e quindi inficiare sul corretto funzionamento del proprio corpo.

È stato dimostrato, infatti, che l’adipe viscerale è uno dei fattori di rischio di diverse patologie, tra cui il diabete di tipo 2, patologie cardiovascolari ed epatiche, insomma, non proprio qualcosa da sottovalutare al di là del disagio estetico che ne deriva.

Grasso addominale in menopausa: ecco alcuni consigli

Il modo migliore per affrontare un cambiamento come quello della menopausa è accettare che sia fisiologico e in quanto tale inevitabile e che per questo disperarsi appare insensato.

Ma allo stesso tempo, riconoscere che il proprio corpo sta cambiando significa riconoscere di non poter più mantenere le stesse abitudini di prima e quindi se quello che desiderate è davvero eliminare il grasso addominale in menopausa il primo passo è quello di impegnarvi al cambiamento e fare una buona dieta per la menopausa.
A variare devono essere tanto le abitudini alimentari quanto quelle fisiche e per questo cercheremo di darvi alcuni consigli che siano in grado di migliorarvi e sostenibili nel tempo.
Sicuramente per eliminare il grasso addominale in menopausa occorre riconoscerlo per quello che è e quindi un accumulo di tessuto adiposo, senza per questo affidarci a chi promette dimagrimenti localizzati in tempi brevi: il dimagrimento localizzato non esiste e non esistono soluzioni che possano darvi risultati in poco tempo, per questo occorre armarsi di pazienza e buona volontà ed in quel caso i risultati saranno assicurati.
Il primo passo è avere un piano alimentare che sia ipocalorico ma che non vi faccia percepire costantemente la fame o che vi faccia sentire prive di energia.

In ogni caso spesso bastano piccoli accorgimenti per poter ottenere buoni risultati, il grasso addominale in menopausa può essere eliminato attraverso la riduzione degli zuccheri aggiunti dalla propria alimentazione, cercando ad esempio di evitare bibite zuccherate (spesso si ignora che ciò che si beve possa essere dannoso) o spuntini che non saziano ma allo stesso tempo contengono molto zucchero.

Cercate inoltre di ridurre il consumo di sale e favorire quello di altre spezie per insaporire i vostri piatti: il sale, se consumato in grandi dosi, può determinare ritenzione idrica oltre che aumentare il grasso addominale in menopausa.
Il modo migliore per eliminare il grasso addominale in menopausa, però, è quello di variare il più possibile i cereali utilizzati, optate, quando possibile, per quelli integrali: manterrete i giusti livelli di glicemia nel sangue e allo stesso tempo vi garantirete un corretto funzionamento dell’intestino.
Infine, dal punto di vista alimentare, assicuratevi di assumere quotidianamente la giusta quantità di proteine. In menopausa, infatti, la densità muscolare e quella ossea diminuiscono, quindi è importante fornire al corpo il giusto quantitativo di proteine e allo stesso tempo assumere fonti di calcio per le ossa.

Grasso addominale in menopausa: il ruolo dell’allenamento

grasso addominale in menopausa

Se siete donne sedentarie questo influirà sicuramente sull’entità del vostro grasso addominale in menopausa e forse è anche un messaggio da parte del proprio corpo per dire che qualcosa deve cambiare.

Riconosciamo anche noi che l’allenamento richiede tempo e impegno e che non sempre è facile introdurlo nella propria quotidianità ma si tratta di un elemento essenziale per stare bene con se stessi, con il proprio corpo e con la propria mente.
Il nostro principale consiglio è quello di optare per sport che riducano lo stress, elemento che influisce sul grasso addominale in menopausa, come l’allenamento prima a corpo libero e piano piano con pesi, ma anche allenamenti che siano in grado di stimolare l’attività cardiovascolare e bruciare calorie, preservando la salute del cuore.

Tra i migliori per l’eliminazione del grasso addominale in menopausa non possiamo non inserire nuoto, spinning, corsi dinamici di gruppo e, perché no, l’Ashtanga Yoga, un tipo di yoga dinamico in grado di combinare l’attività cardiovascolare a quella muscolare ed infine allo stretching: la salute dei vostri muscoli e delle vostre ossa è assicurata, senza sottovalutare quella della vostra mente.


Potrebbe interessarti

Eliminare la pancia uomo: come perdere i cm di troppo

Le donne tendono ad ingrassare soprattutto a livello dei fianchi, cosce e glutei mentre gli uomini ingrassano a livello dell’addome, la famosa pancetta con le maniglie dell’amore. Quando si avvicina l’estate e si ripongono negli armadi i pesanti maglioni, ci si rende conto dei chili accumulati durante l’inverno e si corre ai ripari.

Smagliature uomo: quali sono rimedi e soluzioni migliori?

Immagine usata nell'articolo Smagliature uomo: quali sono rimedi e soluzioni migliori?

Smagliature uomo? La bellezza fisica delle donne ha diversi nemici contro di cui combattere e tra i più antipatici ci sono  la cellulite e le smagliature

Programma Disintossicante: scopri come purificare l'organismo

Immagine esemplificativa usata nell'articolo Programma Disintossicante: scopri come purificare l'organismo

Un programma disintossicante è utile per purificare il nostro organismo. Disintossicare significa togliere antibiotici, tossine, additivi ed ormoni che sono soltanto alcune delle sostanze nocive che si introducono con l’alimentazione quotidiana.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Alimentazione per diabetici: quali sono i cibi consigliati?

Il diabete mellito è un'antipatica malattia che colpisce molte persone; chi ne soffre ha difficoltà a metabolizzare la quantità di zuccheri presenti nel sangue. Il diabete colpisce soprattutto le persone che hanno più di cinquant'anni e per tenerlo sotto controllo è necessario seguire una dieta per diabetici basata su di una corretta alimentazione e un discreto movimento. Ricordiamo che il diabete mellito, se trascurato a lungo, può causare gravi danni all’apparato cardiaco, ai reni, all’apparato visivo. Da non prendere sotto gamba dunque.

Eliminare l'adipe dell'addome: dire addio al tessuto grasso

Eliminare l'adipe dell'addome

L'adipe, conosciuto anche con il nome di tessuto adiposo, è formato da particolari cellule, gli adipociti e sono divise in tessuto adiposo bruno e bianco.

Dieta ricca di fibre: i segreti per dimagrire

La dieta fibre nasce nei primi anni '80 negli USA grazie all'omonimo libro scritto da Audrey Eyton ed è basata sul consumo di fibre (30-35 grammi al giorno circa) nell'alimentazione quotidiana.

Leggi anche...

Dieta liquidi: combattere la ritenzione idrica

Si sa che il nostro corpo è composto dalla maggior parte di liquidi; ed è anche certo che bere molto fa discretamente bene al nostro organismo. Quella che presentiamo oggi è una dieta che prende questi principi e li radicalizza in un percorso pratico, volto a favorire il corretto funzionamento del nostro corpo. 

Leggi anche...

Massaggi ai piedi: un piacere per tutto il corpo

Un po' tutti, almeno una volta nella vita, siamo stati accarezzati dall’idea di farci fare un bel massaggio nel tentativo di sciogliere la tensione nervosa che abbiamo accumulato negli ultimi giorni. Magari ci siamo immaginati distesi a pancia in giù su di un lettino, in una stanza illuminata da qualche candela, ed un bravo massaggiatore bravo a prendersi cura del nostro corpo.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.