Le donne in menopausa si chiedono e chiedono agli esperti il perché dell’accumulo adiposo sull’addome e soprattutto se ci sia un modo per eliminarlo.

Dare una risposta a questa domanda non sempre è semplice e allo stesso tempo bisogna tenere conto del fatto che con il trascorrere degli anni il fisico cambia e si iniziano a notare inestetismi prima assenti, ma non si tratta di semplici fissazioni: il grasso addominale in menopausa è comune e lo è per diversi motivi che adesso vedremo insieme.

Per prima cosa, diversi studi degli ultimi anni, hanno dimostrato che dopo i 40 anni si perde all’incirca il 2% del metabolismo basale e con la menopausa in particolare varia anche la distribuzione del grasso che tende ad accumularsi a livello addominale.
Il grasso addominale in menopausa se in accesso appare essere un problema perché si tratta di un tessuto metabolicamente attivo per via del rilascio di numerose sostanze oltre che della modulazione degli ormoni corporei che potrebbe apparire alterata e quindi inficiare sul corretto funzionamento del proprio corpo.

È stato dimostrato, infatti, che l’adipe viscerale è uno dei fattori di rischio di diverse patologie, tra cui il diabete di tipo 2, patologie cardiovascolari ed epatiche, insomma, non proprio qualcosa da sottovalutare al di là del disagio estetico che ne deriva.

Grasso addominale in menopausa: ecco alcuni consigli

Il modo migliore per affrontare un cambiamento come quello della menopausa è accettare che sia fisiologico e in quanto tale inevitabile e che per questo disperarsi appare insensato.

Ma allo stesso tempo, riconoscere che il proprio corpo sta cambiando significa riconoscere di non poter più mantenere le stesse abitudini di prima e quindi se quello che desiderate è davvero eliminare il grasso addominale in menopausa il primo passo è quello di impegnarvi al cambiamento e fare una buona dieta per la menopausa.
A variare devono essere tanto le abitudini alimentari quanto quelle fisiche e per questo cercheremo di darvi alcuni consigli che siano in grado di migliorarvi e sostenibili nel tempo.
Sicuramente per eliminare il grasso addominale in menopausa occorre riconoscerlo per quello che è e quindi un accumulo di tessuto adiposo, senza per questo affidarci a chi promette dimagrimenti localizzati in tempi brevi: il dimagrimento localizzato non esiste e non esistono soluzioni che possano darvi risultati in poco tempo, per questo occorre armarsi di pazienza e buona volontà ed in quel caso i risultati saranno assicurati.
Il primo passo è avere un piano alimentare che sia ipocalorico ma che non vi faccia percepire costantemente la fame o che vi faccia sentire prive di energia.

In ogni caso spesso bastano piccoli accorgimenti per poter ottenere buoni risultati, il grasso addominale in menopausa può essere eliminato attraverso la riduzione degli zuccheri aggiunti dalla propria alimentazione, cercando ad esempio di evitare bibite zuccherate (spesso si ignora che ciò che si beve possa essere dannoso) o spuntini che non saziano ma allo stesso tempo contengono molto zucchero.

Cercate inoltre di ridurre il consumo di sale e favorire quello di altre spezie per insaporire i vostri piatti: il sale, se consumato in grandi dosi, può determinare ritenzione idrica oltre che aumentare il grasso addominale in menopausa.
Il modo migliore per eliminare il grasso addominale in menopausa, però, è quello di variare il più possibile i cereali utilizzati, optate, quando possibile, per quelli integrali: manterrete i giusti livelli di glicemia nel sangue e allo stesso tempo vi garantirete un corretto funzionamento dell’intestino.
Infine, dal punto di vista alimentare, assicuratevi di assumere quotidianamente la giusta quantità di proteine. In menopausa, infatti, la densità muscolare e quella ossea diminuiscono, quindi è importante fornire al corpo il giusto quantitativo di proteine e allo stesso tempo assumere fonti di calcio per le ossa.

Grasso addominale in menopausa: il ruolo dell’allenamento

grasso addominale in menopausa

Se siete donne sedentarie questo influirà sicuramente sull’entità del vostro grasso addominale in menopausa e forse è anche un messaggio da parte del proprio corpo per dire che qualcosa deve cambiare.

Riconosciamo anche noi che l’allenamento richiede tempo e impegno e che non sempre è facile introdurlo nella propria quotidianità ma si tratta di un elemento essenziale per stare bene con se stessi, con il proprio corpo e con la propria mente.
Il nostro principale consiglio è quello di optare per sport che riducano lo stress, elemento che influisce sul grasso addominale in menopausa, come l’allenamento prima a corpo libero e piano piano con pesi, ma anche allenamenti che siano in grado di stimolare l’attività cardiovascolare e bruciare calorie, preservando la salute del cuore.

Tra i migliori per l’eliminazione del grasso addominale in menopausa non possiamo non inserire nuoto, spinning, corsi dinamici di gruppo e, perché no, l’Ashtanga Yoga, un tipo di yoga dinamico in grado di combinare l’attività cardiovascolare a quella muscolare ed infine allo stretching: la salute dei vostri muscoli e delle vostre ossa è assicurata, senza sottovalutare quella della vostra mente.

Il ruolo delle tisane: ecco perché fanno bene

grasso addominale in menopausa

Il grasso addominale in menopausa è quasi una garanzia e insieme a questo ci si ritrova, molto spesso, ad avere a che fare con una pancia che appare costantemente gonfia.
Anche se è vero che non esistono rimedi miracolosi o sostanze magiche in grado di eliminare definitivamente il grasso addominale in menopausa e il gonfiore, è anche vero che alcuni rimedi naturali, affiancati ed integrati da una dieta ed un allenamento su misura, possono essere dei potenti alleati per combattere l’addome gonfio conseguenza dei numerosi cambiamenti che una donna subisce durante la menopausa.
All’interno di quello che deve essere un nuovo stile di vita vi consigliamo di inserire, con gradualità e metodo, in modo del tutto spontaneo e naturale, delle tisane che potremmo definire “sgonfia pancia”.
Le tisane, in generale, ve le consigliamo per la possibilità che queste vi offrono in termini di idratazione, altro elemento essenziale durante la menopausa (ma non solo).
Queste sono dunque adatte a tutte quelle donne che faticano a bere due litri d’acqua al giorno ed hanno bisogno, magari, di gustare qualcosa; ma, come per tutto quanto, è vietato esagerare: basta una tazza ogni sera prima di andare a letto, un ottimo modo per rilassarsi e riposare meglio, altro fattore importantissimo per una vita equilibrata.
Tra le tisane migliori in tal senso troviamo sicuramente quella al finocchio che, in generale, è un alimento che deve essere integrato nella dieta per via di tutti i vantaggi che questo comporta.
Il finocchio, infatti, sia che sia in tisana che crudo, ha proprietà che vengono definite carminative, questo, cioè, inibisce la fermentazione batterica che è responsabile dei gas intestinali, prevenendo così il gonfiore addominale.
Un’altra tisana ottima per combattere il gonfiore addominale in menopausa è sicuramente quella alla menta e camomilla che vi darà molto sollievo anche nel caso in cui soffriate di dolori e crampi intestinali.
Entrambi gli ingredienti possiedono infatti proprietà antispasmodiche e calmanti, proprietà ottime anche per contrastare e diminuire lo stress, fattore che sicuramente incide sull’accumulo di grasso addominale in menopausa.
Infine, tra queste, troviamo la tisana all’anice e alla liquirizia dal gusto interessante: la liquirizia è indicata per numerosi problemi legati allo stomaco quali gastrite e reflusso gastroesofageo, mentre l’anice, come la camomilla, ha proprietà calmanti ed aiuta, in tal senso, la digestione.

Speriamo che questi consigli siano in grado di convincervi e aiutarvi ad integrare bevande utili come le tisane nel vostro nuovo stile di vita.


Potrebbe interessarti

Eliminare la pancia di un uomo: come perdere i cm di troppo

Le donne tendono ad ingrassare soprattutto a livello dei fianchi, cosce e glutei mentre gli uomini ingrassano a livello dell’addome, la famosa pancetta con le maniglie dell’amore. Quando si avvicina l’estate e si ripongono negli armadi i pesanti maglioni, ci si rende conto dei chili accumulati durante l’inverno e si corre ai ripari.

Extension ciglia 3D: come avere uno sguardo seducente in poche mosse

extension ciglia 3D

Per le donne avere uno sguardo profondo e seducente è importantissimo, tanto che il trucco degli occhi è quello a cui si presta maggiore tempo e attenzione. Le ciglia in particolare giocano un ruolo fondamentale, più sono lunghe, folte e incurvate e più conferiscono all'occhio un'effetto magnetico.

Maschera Osmotica: eliminare le tossine cutanee

Molto spesso il nostro viso può risultare spento e teso; questo è dovuto principalmente allo smog che la nostra pelle assorbe, agli agenti atmosferici e alle cellule morte che si trovano sull’epidermide. Tutto ciò rende il nostro aspetto poco attraente. Niente paura però! Infatti esiste un trattamento, detto maschera osmotica, che consente di donare nuovamente alla pella quella luminosità e quello splendore che con il tempo si è perso.

I più condivisi

Dieta diabetici: mantenere sotto controllo la glicemia

Il primo passo da fare per mantenere sotto controllo il diabete è eliminare le abitudini alimentari sbagliate, magari seguendo una dieta per diabetici. E’ consigliabile ridurre il più possibile i cibi dolci e salati. I cereali e le fibre sono degli ottimi alleati. E’ utile sapere che le melanzane aiutano a ridurre il bisogno di mangiare cibi dolci e ricchi di carboidrati.

Dieta di primavera: rinascere con la natura

L'avvento della primavera è considerato un periodo di rinnovamento in diversi ambiti della vita quotidiana. Grazie alla dieta di primavera il vostro organismo ha la possibilità di depurarsi, allontanando lo stress accumulato durante la stagione invernale e perdere quei chili di troppo che minacciano il nostro peso forma.

Trattamento viso e occhi Hydradermie Guinot: per una pelle più luminosa e ossigenata

Uno dei trattamenti più indicato per ottenere dei benefici immediati, quali carnagione più luminosa e più colorata, è il trattamento Hydradermie Guinot in grado di soddisfare qualsiasi tipo di pelle, che sia grassa o sensibile o secca.

Leggi anche...

Dieta colite: l'aiuto di una giusta alimentazione

La colite è molto spesso legata a cause di natura nervosa e una cattiva alimentazione potrebbe incidere negativamente su questa sindrome, aggravandone e scatenandone i suoi sintomi tipici. Per evitare problemi di questo tipo, è consigliabile seguire una vera e propria dieta contro la colite, ricca di fibre e acqua.

Leggi anche...

Agopuntura cervicale: ottimo rimedio contro le infiammazioni

L'agopuntura è un metodo di cura cinese che consiste nell'inserire dei sottili aghi non forati nei tessuti del corpo; si utilizzano solitamente 9 modelli diversi di aghi a seconda del tipo di problema da trattare. 

Leggi anche...

Benefici del pilates: scopriamo insieme quali sono i maggiori

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.