Uno dei problemi più comuni delle donne (e negli ultimi anni anche degli uomini) è quello inerenti ai peli che crescono in varie parti del corpo. 
Un tempo c’era l’idea dell’uomo virile che senza peli e senza pancia non era poi considerato ‘tanto uomo’ mentre oggi l'ideale mascolino si è parzialmente ribaltato: sempre più spesso in televisione, nelle riviste e sul web vediamo uomini dal fisico scolpito che non presentano pelo alcuno su tutto il corpo.

Se quindi questo potenziale inestetismo era problema solo delle donne che non osavamo indossare gonne o pantaloncini se non previa depilazione, adesso lo è anche degli uomini. Ma cosa possiamo fare per ‘estirpare’ il problema alla radice? Quali soluzioni dobbiamo prendere in considerazione?

La superficie della nostra pelle è ricoperta di peli, costringendo così molto spesso le donne a ricorrere a soluzione come possono essere la depilazione o ancor meglio l’epilazione. La depilazione consiste nella rimozione incompleta del pelo al livello della cute,(come rasoi e creme depilatorie) per epilazione, invece, si intende un sistema che permette di estirpare il pelo con tutta la sua radice, rendendo così la pelle liscia e vellutata per circa 2-3 settimane.

Tipologie di epilazione

Esistono varie tipologie per effettuare un epilazione:

  • La ceretta a caldo, è la tecnica più comune e consiste nella rimozione dei peli grossi e sottili, come possono essere quelli dell’inguine e delle braccia. Dopo aver steso la cera con uno strumento adatto, si procede allo strappo della radice del pelo. Questa tecnica è sconsigliata per individui con problemi vascolari in quanto potrebbero apparire delle macchie rosse sulla cute. Il risultato dell’epilazione con ceretta a caldo è un ottima pelle libera, liscia e compatta. La stessa ceretta a caldo può tranquillamente esser fatta anche in casa e i risultati sono ottimi: anche per le zone intime, che magari risultano essere più dolorose, la tipologia di ceretta consigliata è proprio quella a caldo. Si potrebbero utilizzare anche quelle a freddo o quella araba (che fatta con basi di acqua, limone, miele può risultare più delicata e quindi meno aggressiva) ma come detto precedentemente quella a caldo rimane in assoluto la migliore;
  • L’epilazione attraverso apparecchi elettrici avviene tramite una spirale rotante che intrappola il pelo estraendolo dalla radice. Questo trattamento è indicato soprattutto per le gambe in quanto la pelle risulta meno sensibile ma oggettivamente risulta molto fastidiosa perché protrae tanti piccoli ‘dolori’ per un lasso di tempo tutt’altro che ridotto. 
In ogni caso di apparecchi nati e tesi all’epilazione in commercio ne troviamo veramente tanti e vediamo cosa c’è da sapere per scegliere l’epilatore migliore per noi.
    • Lame singole o doppie: più lame sono presenti e meno, ovviamente, sono le passate da fare per poter radere in modo uniforme tutta la zona scelta;
    • Presenza di lamine di protezione: presenti per proteggere tutta la pelle da eventuali escoriazioni;
    • Testine oscillanti: permettono di scivolare in modo uniforme su tutte le curve del corpo;
    • Principi di impermeabilità: il prodotto deve essere preferibilmente impermeabile in modo tale da poter esser utilizzato anche sotto la doccia o in vasca. Ovviamente l’impugnatura deve essere antiscivolo;
    • Funzionamento: in genere è preferibile il funzionamento mediante batteria interna al litio ricaricabile.
  • L’elettrodepilazione avviene tramite l’utilizzo di corrente elettrica continua che determina la distruzione seguita dall’estirpazione del pelo. E’ un trattamento che prevede l’utilizzo di un ago collegato alla corrente; un utilizzo errato o eccessivo può portare a cicatrici o macchie cutanee.
  • Il trattamento epilazione laser avviene tramite un fascio di luce che colpisce direttamente la melanina che si trova dentro il bulbo del pelo. Avviene una sorta di esplosione delle cellule del bulbo così da impedire la ricrescita del pelo, questo infatti è un trattamento di epilazione definitiva tramite più sedute.

I vantaggi del trattamento per una donna

L’utilizzo degli strumenti della depilazione (rasoi e lamette) può sembrare una soluzione comoda, ma non lo è in quanto il pelo tende a ricrescere molto forte e più rapidamente. Con i trattamenti di epilazione, invece si ottengono risultati ottimali a lungo termine, portando il pelo ad una lenta e debole ricrescita.

Piccole regole da seguire

Ed ecco qualche piccola regola de seguire per ottimizzare al massimo quello che è il processo di depilazione e/o epilazione:

  • Controllare la lunghezza del pelo: bisogna attendere almeno una settimana dall’ultima depilazione mediante rasoio o almeno venti giorni in caso di epilazione con macchinetta prima di effettuarne una nuova;
  • Evitare epilazione durante il ciclo: è risaputo che durante il ciclo mestruale la soglia del dolore delle donne si abbassa in modo esponenziale quindi radersi in questo periodo del mese non è consigliatissimo;
  • Fare uno scrub prima dell’epilazione: preparare il corpo con un trattamento riduce il dolore provocato dallo stesso e previene eventuali irritazioni;
  • Usare salviette rinfrescanti: dopo aver finito con l’epilazione l’utilizzare salviettine rinfrescanti aiuta la pelle ad idratarsi in modo significativo nell’immediato.

Potrebbe interessarti

Radiofrequenza per combattere la cellulite: ottimo alleato della medicina estetica

La radiofrequenza per combattere la cellulite è una tecnica innovativa che, mediante onde elettromagnetiche, viene utilizzata in medicina estetica allo scopo di favorire il ringiovanimento cutaneo senza il ricorso alla chirurgia; funziona attraverso l'emissione di onde radio dal derma sino all'ipoderma, stimolando la sintesi di nuovo collagene.

Ansia e alimentazione: tenere sotto controllo lo stress

Oggi, per curare ansia, insonnia e depressione, ci affidiamo spesso a terapie farmacologiche che ci rendono dipendenti; secondo uno studio australiano invece, una specifica dieta per combattere l'ansia, che si basa sul seguire una sana alimentazione può aiutare a combatterle.

Esempio di dieta per aumentare la massa muscolare

Una dieta che riguardi la massa muscolare rappresenta un regime alimentare nel quale sono assunti in prevalenza cibi che aiutano appunto lo sviluppo e la crescita della massa del nostro corpo. La dieta per la massa è dunque composta da un’alimentazione ricca di proteine e carboidrati: le proteine servono a far crescere i muscoli mentre i carboidrati forniscono energia al corpo.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Trattamenti seno: come evitare gli inestetismi

Il seno è tra le zone femminili del corpo che per primo, con il passare del tempo, manifesta sintomi di atonia e rilassamento. Per tutte le donne, che abbiano forme abbondanti o meno, il seno rappresenta il miglior elemento estetico che esprime la femminilità. Per tenere il seno sodo e in salute, è bene effettuare dei trattamenti appropriati e costanti.

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Dieta diabetici: mantenere sotto controllo la glicemia

Il primo passo da fare per mantenere sotto controllo il diabete è eliminare le abitudini alimentari sbagliate, magari seguendo una dieta per diabetici. E’ consigliabile ridurre il più possibile i cibi dolci e salati. I cereali e le fibre sono degli ottimi alleati. E’ utile sapere che le melanzane aiutano a ridurre il bisogno di mangiare cibi dolci e ricchi di carboidrati.

Leggi anche...

Funghi: dieta di cui vi sveliamo il segreto

I funghi, vegetali privi di clorofilla spesso usati per realizzare contorni e primi piatti, sono un alimento dimagrante perché contengono sali minerali e fibre sgonfianti. Grazie a una dieta funghi sarà possibile ritrovare il proprio peso forma facilmente.

Leggi anche...

Agopuntura cervicale: ottimo rimedio contro le infiammazioni

L'agopuntura è un metodo di cura cinese che consiste nell'inserire dei sottili aghi non forati nei tessuti del corpo; si utilizzano solitamente 9 modelli diversi di aghi a seconda del tipo di problema da trattare. 

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.