La dieta south beach è un piano dietetico messo a punto dal medico cardiologo Arthur Agatston (luminare Statunitense) e si basa sulla restrizione dei carboidrati, sull'indice glicemico degli alimenti e sulla scelta di grassi ritenuti salutari per l'organismo. Tali linee guida sono considerate essenziali per raggiungere e mantenere il proprio peso forma, diminuendo allo stesso tempo il rischio di malattie cardiovascolari ed insulinoresistenza.

Caratteristiche della dieta south beach

La dieta south beach, come la dieta Atkins, è un regime dietetico che si compone di diverse fasi, grazie alle quali è possibile ottenere il dimagrimento desiderato. Di seguito riportiamo in maniera schematica l'indice di queste fasi:

  • la prima fase è definita dell'induzione
  • la seconda invece prevede il consumo graduale di alimenti ricchi di carboidrati complessi e fibre
  • la terza fase infine è un regime alimentare di mantenimento.

La fase di induzione

Durante la prima fase di induzione, che dura un paio di settimane, il consumo di carboidrati viene ridotto al minimo; sono concesse solo le verdure a bassissimo indice glicemico. In questa prima fase sono da eliminare: pane, pasta, riso, patate, frutta, alcolici, torte, gelati e zucchero. I primi alimenti della lista vengono reintrodotti gradualmente nella seconda e nella terza fase. Tutti i pasti, compresi gli spuntini e il dessert serale, devono essere consumati obbligatoriamente, anche se non si avverte il desiderio di mangiare. È inoltre importante assumere ogni giorno un adeguato quantitativo di acqua.

La fase con un menu ricco di fibre e carboidrati

La seconda fase è simile alla prima ma prevede la graduale reintroduzione di cibi ricchi di fibre e carboidrati complessi come pasta, riso e cereali integrali. Si consiglia comunque di utilizzarli in maniera molto moderanta, non come si fa di solito nella dieta mediterranea. Anche il latte scremato, buona parte della frutta, legumi e vino rosso possono essere inseriti in questo regime alimentare, mentre bisognerà consumare senza esagerare carote, banane, carote, e altri cibi con carboidrati raffinati.

L'ultima fase della dieta south beach

La terza fase della dieta si caratterizza per un approccio dietetico ancor meno restrittivo, che dev'essere mantenuto per tutta la vita; ogni giorno infatti si possono aggiungere al regime alimentare south beach tre porzioni di cereali e tre di frutta.

I principi base della dieta

Il menu sout beach si presenta come regime alimentare rigoroso che si può riassumere in due principi:

  • Il primo è l'abolizione totale dei grassi saturi, ovvero quelli che risultano essere dannosi al cuore e all'apparato cardiocircolatorio, in quanto, essendo più densi, potrebbero accumularsi molto facilmente lungo i vasi sanguigni con la possibilità di provocare infarti o ictus.
  • Il secondo principio invece, fa riferimento alla sospensione per un certo periodo di tempo, di carboidrati e zuccheri, due elementi principali che fanno innalzare il livello di zuccheri nel sangue. In questo modo si può ottenere una determinata diminuzione della massa grassa in quanto verrà utilizzata dall'organismo per trarne energia.

Benefici ed effetti collaterali della dieta south beach

Come ogni dieta, anche questa prevede dei notevoli benefici e ovviamente degli effetti collaterali sul nostro organismo. I punti di forza della dieta south beach sono diversi:

  • A partire dall'apparato cario circolatorio, evidando e riducendo i grassi saturi le vene e le arterie sono depurate dai grassi che molto spesso si accumulano dentro queste. In questo modo avviene la prevenzione legata ai problemi dell'apparato cardiaco e circolatorio.
  • Un altro vantaggio è quello della perdita di peso e la riduzione della cellulite, grazie al controllo dei carboidrati e quindi dell'indice glicemico non avviene la formazione del tessuto adiposo grazie anche alla ritenzione idrica ridotta al minimo.

Come accennato, tutte le diete hanno degli effetti collaterali da analizzare prima di cominciare ad eseguire un regime dietetico; per quanto riguarda la dieta south beach, prevede alcuni difetti da non sottovalutare:

  • La perdita di peso che avviene durante i primi 15 giorni interessano sia i liquidi che la massa magra. Considerando che i carboidrati aiutano tantissimo le persone che hanno una vita sportiva attiva, una totale abolizione di questi ultimi potrebbe portare serie difficoltà chi sostiene ore di allentamento fisico.
  • I reni in questa dieta risultano sovraccarichi visto l'altissimo consumo di alimenti proteici; le conseguenze potrebbero essere dei danni e patologie gravi come l'insufficienza renale.

 

 





Potrebbe interessarti


Menù dieta mediterranea: un perfetto regime alimentare

La dieta mediterranea è un regime alimentare che consiglia il consumo di frutta, verdura, carne, pesce, fibre, carboidrati, legumi e olio di oliva. E' importante sapere che questo regime alimentare è conosciuto in tutto il mondo ed è consigliato da molti nutrizionisti.

Leggi tutto...

Dieta Zen: disintossicare il corpo

La dieta zen, consente di disintossicare l'organismo permettendo di perdere fino a 2 chili in una settimana. La dieta è ovviamente a base di piatti orientali e apporta solo 1.200 calorie al giorno.

Leggi tutto...

La cura del limone: le sue moltiplici proprietà

Il limone ha molteplici proprietà curative; in primis è un naturale antiacido gastrico. Il suo gusto è dato da acidi organici che non restano allo stato acido nelle cellule e il suo uso favorisce la produzione di Carbonato di potassa (o Carbonato di potassio). 

Leggi tutto...

Dieta ingrassante: aumentare la massa muscolare

E’molto strano sentir parlare di una dieta ingrassante eppure ci sono persone che vivono con preoccupazione la prova costume o che comunque non sono contente del proprio aspetto fisico, perché vorrebbero eliminare i chili di troppo. 

Leggi tutto...

Massaggio Ayurveda: l'antico trattamento indiano

Ayurveda è un termine di origine indiana che sta a significare “scienza della vita”, Ayus “vita”, Veda “conoscenza”. In generale L’Ayurveda è un sistema di medicina nato in India più di 5000 anni fa, con lo scopo di controllare la nostra via senza l’ostacolo della vecchiaia o della malattia.

Leggi tutto...

I più condivisi


Sostituti del pane: quali scegliere

A chi non piace mangiare accompagnando il tutto con un bel pezzo di pane. Stiamo ovviamente parlando di un alimento che è assolutamente al centro della nostra dieta da "italiani"; tuttavia, è innegabile... in certi casi abusarne fa davvero male; soprattutto durante l'estate, per rimanere più leggeri, si consiglia di consumarne poco o addirittura di sostituirlo con altri alimenti.

Leggi tutto...

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo.

Leggi tutto...

Solarium: come abbronzare la pelle artificialmente

Ad alcune persone, donne o uomini, piace avere o sento il bisogno di avere un corpo abbronzato anche d’inverno, magari per nascondere degli inestetismi cutanei che una pelle non abbronzata può mostrare; questi si servono di appositi impianti estetici chiamati solarium.

Leggi tutto...

Dieta 1300 calorie: dimagrire velocemente

Una dieta che consente di perdere peso in modo veloce prevede un regime alimentare con un apporto calorico di circa 1300 calorie giornaliere. E' importante al termine della dieta 1300 calorie, continuare a seguire un regime alimentare corretto ed equilibrato, per non riprendere i chili persi.

Leggi tutto...

Dieta fibre: i segreti per dimagrire

La dieta fibre nasce nei primi anni '80 negli USA grazie all'omonimo libro scritto da Audrey Eyton ed è basata sul consumo di fibre (30-35 grammi al giorno circa) nell'alimentazione quotidiana.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Centro dimagrimento Milano: dimagrire e rassodare

Sono diverse le persone che desiderano perdere i chili di troppo e riacquistare così il proprio peso ideale, ma non sempre le diete riescono a far raggiungere questo obiettivo. Molte donne devono combattere anche contro il grasso localizzato e la cellulite e spesso le creme apposite non riescono ad eliminare del tutto questi problemi estetici.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top