Con la Dieta Miami non ci fa paura l'’estate è sempre più vicina. Proprio in questo periodo, infatti, la maggior parte delle persone si accorge di aver preso qualche chilo di troppo e di aver perso il proprio peso forma.  La prova costume è sempre più vicina e molte donne non si sentono a proprio agio con il proprio corpo a causa di quei fastidiosi chili di troppo e della cellulite, è proprio questo il momento di correre ai ripari cercando di seguire un regime alimentare corretto. Ricordiamo che la prima cosa che dovrebbe farci alzare dalla poltrona è la cura per la nostra salute e non la paura di non piacere per un'estetica che lascia a desiderare.

La dieta Miami può essere un ottimo alleato per perdere in poco tempo e senza grandi sacrifici i chili in eccesso. La dieta Miami è un regime alimentare inventato nel 1970 in America e si basa principalmente sulla riduzione del consumo dei carboidrati.

Pancia piatta con la dieta Miami

Come accennato, la dieta Miami è nata a partire dagli anni '70 negi ospedali statunitensi con lo scopo principale di far perdere velocemente peso corporeo ai pazienti. Questo particolare tipo di dieta si basa principalmente sulla drastica riduzione di carboidrati, fonte di energia e di zuccheri, proprio per questo motivo è una dieta che va eseguita per un certo periodo di tempo e non oltre.

Riuscire a seguire questa dieta non è affatto complicato, l'importante però è seguire alla lettera il determinato menù proposto, non assumere meno carboidrati di quelli segnati, bisogna eliminare assolutamente pasta, pane e riso.

In breve tempo la dieta Miami consente di eliminare immediatamente il gonfiore alla pancia e in breve tempo, consente di buttare via quei chiletti di troppo in vista dell'estate e soprattutto della prova costume. Chiamata anche la dieta dei tre giorni, consente di perdere almeno 3 chili in tre giorni appunto.

E' una dieta piuttosto drastica ma non per niente difficile da seguire; prevede un alto apporto di proteine provenienti da carni magre e dal pesce, in questo modo si perdono facilmente qualche chilo senza far perdere ai muscoli il giusto tono e vigore.

Il segreto di questo regime alimentare

Immagine esemplificativa usata nell'articolo Dieta Miami: meglio perdere pochi chili ma in pochi giorni

Il dottor Arthur Agatston, un importantissimo e rinominato cardiologo statunitense, ha studiato a fondo la dieta Miami per riuscire a capirne i benefici e il modo in cui questa dieta agisce con l'organismo arrivando al risultato ben preciso: seguendo alla lettera la dieta Miami si ottiene una disintossicazione del sistema digestivo e la riattivazione del metabolismo, proprio così si riesce a bruciare i grassi in eccesso.

L'eliminazione dei carboidrati e l'assunzione di tante proteine sono il segreto di questa dieta; è importante comunque seguire alla lettera il menù e non cambiare o invertire i pasti. Infine, per consentire all'organismo di eliminare nel miglior dei modi le tossine in eccesso, è consigliato bere almeno 2 litri d'acqua al giorno lontano dai pasti.

Vediamo il menù della dieta Miami

Il menù della dieta Miami deve essere seguito per tre giorni ed è preferibile seguire accuratamente tutti i cibi e le quantità presenti nel menù. E' assolutamente vietato l'utilizzo di olio, grassi vari e burro, a parte quello di arachidi che potrebbe essere spalmato sul pane per una buona colazione. Lo zucchero ovviamente è da sostituire con un dolcificante che non contiene calorie. I condimenti previsti dalla dieta Miami fanno riferimento soprattutto alle erbe aromatiche e mezzo cucchiaino di sale al giorno.

Successivamente, per evitare di riprendere i chili persi seguendo il menù della dieta Miami, è consigliabile cercare di seguire successivamente un regime alimentare sano ed equilibrato e di praticare una moderata attività fisica. Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta Miami.

Primo giorno

Colazione: una fetta di pane tostato con due cucchiai di margarina o burro di arachidi e un caffè.
Pranzo: 100 gr di tonno al naturale con una fetta di pane tostato e un caffè.
Cena: 100 gr di carne bianca arrosto con contorno di 240 gr di fagiolini e 120 gr di barbabietole rosse, una mela e una coppetta con 100 gr di gelato alla vaniglia.

Secondo giorno

Colazione: 1 uovo sodo con una fetta di pane tostato, una banana e un caffè.
Pranzo: 210 gr di fiocchi di latte con 5 cracker integrali.
Cena: 2 wurstel con contorno di 240 gr di broccoli lessi e 120 gr di carote, mezza banana e una coppetta con 100 gr di gelato alla vaniglia.

Terzo giorno

Colazione: 30 g di gruviera con 5 cracker, una mela e un caffè.
Pranzo: 1 uovo sodo con una fetta di pane tostato.
Cena: 120 gr di tonno al naturale con contorno di 120 gr di cavolfiore lesso e 240 gr di barbabietole rosse, 2 kiwi o mezzo melone e una coppetta con 100 gr di gelato alla vaniglia.

Come usare i condimenti

E’ permesso condire i cibi utilizzando mezzo cucchiaino di sale al giorno, mentre non è possibile condire i cibi con olio o burro tranne quello di arachidi e la margarina, che devono essere consumati al mattino durante la colazione. Per dolcificare le bevande deve essere utilizzato un dolcificante e bisogna bere almeno due litri di acqua il giorno.


Potrebbe interessarti

Omeopatia: funziona davvero? Scoprilo con noi

omeopatia.jpg

"L’Antica Farmacia Orlandi" dal 1868 studia e vende rimedi fitoterapici e omeopatici, qualificandosi tra le prime farmacie campane a specializzarsi in questi campi. Ad oggi presenta una sezione di ordine e spedizione su piattaforma per la compravendita di Farmaci Omeopatici Online, qui infatti possiamo trovare una varietà di prodotti afferenti all’omeopatia, sotto forma di bioterapici, capsule, unguenti, colliri, gocce, olii, polveri, sciroppi, spray e supposte, ma soprattutto in granuli da sciogliere sotto alla lingua; ricordiamo che nei granuli le sostanze attive sono spesso disciolte nel lattosio, perciò è conveniente optare per altre soluzioni in caso di intolleranza a tale zucchero.

Ecco in cosa consiste una dieta Lemme completa

L’avere un fisico sempre tonico e snello è il sogno di tante persone e per questo motivo si tende a cercare di mantenersi in forma svolgendo dell’attività sportiva oppure a seguire una dieta. In quest’ultimo caso, da decenni ormai sono presentati vari regimi alimentari che promettono di fare miracoli. L’ultima novità arriva da un farmacista italiano, il Dott.Lemme, che promette di far perdere 10 kg in un mese. Cerchiamo di scoprire in cosa consista una dieta Lemme completa.

Radiofrequenza per combattere la cellulite: ottimo alleato della medicina estetica

La radiofrequenza per combattere la cellulite è una tecnica innovativa che, mediante onde elettromagnetiche, viene utilizzata in medicina estetica allo scopo di favorire il ringiovanimento cutaneo senza il ricorso alla chirurgia; funziona attraverso l'emissione di onde radio dal derma sino all'ipoderma, stimolando la sintesi di nuovo collagene.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Dieta antiossidante: scopri come renderla funzionale

La dieta antiossidante prevede l'assunzione di alimenti ricchi di vitamine A, C, E, che si trovano in carote, spinaci, agrumi, pomodori, flavonoidi e minerali come il selenio, che aiuta a prevenire i radicali liberi e a nutrire pelle e unghie.

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Dieta studio: alimentare il cervello

Quando si studia o si svolge un’attività intellettuale è importante però seguire una dieta studio che si basi sul consumo di alimenti che possono aumentare la concentrazione ma che non siano una minaccia al peso ideale

Leggi anche...

Dieta Birmingham: i segreti per tornare in forma

La dieta Birmingham, conosciuta anche con il nome di “Birmingham Heart Hospital Diet” e "Cardiac Unit of UAB Hospital Diet", è un tipo di regime alimentare molto in voga in America e utilizzato principalmente nei pazienti obesi che soffrono di problemi cardiaci.

Leggi anche...

Trucco giorno e sera: scoprire il giusto make-up

L’arte del make-up, oggi, è uno dei gesti quotidiani più comune che le donne compiono, spesso, anche più volte al giorno in modo da poter differenziare il trucco da giorno da quello da sera per riuscire a valorizzare al meglio il proprio viso.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.