L’estate è sempre più vicina ed è proprio in questo periodo che la maggior parte delle persone si accorge di aver preso qualche chilo di troppo e di aver perso il proprio peso forma. La prova costume è sempre più vicina e molte donne non si sentono a proprio agio con il proprio corpo a causa di quei fastidiosi chili di troppo e della cellulite, è proprio questo il momento di correre ai ripari cercando di seguire un regime alimentare corretto. Ricordiamo che la prima cosa che dovrebbe farci alzare dalla poltrona è la cura per la nostra salute e non la paura di non piacere per un'estetica che lascia a desiderare.

La dieta Miami può essere un ottimo alleato per perdere in poco tempo e senza grandi sacrifici i chili in eccesso. La dieta Miami è un regime alimentare inventato nel 1970 in America e si basa principalmente sulla riduzione del consumo dei carboidrati.

Se vuoi puoi acquistare direttamente da Amazon la “Crema per Pancia e Fianchi".

Pancia piatta con la dieta statunitense

Come accennato, la dieta Miami è nata a partire dagli anni '70 negi ospedali statunitensi con lo scopo principale di far perdere velocemente peso corporeo ai pazienti. Questo particolare tipo di dieta si basa principalmente sulla drastica riduzione di carboidrati, fonte di energia e di zuccheri, proprio per questo motivo è una dieta che va eseguita per un certo periodo di tempo e non oltre.

Riuscire a seguire questa dieta non è affatto complicato, l'importante però è seguire alla lettera il determinato menù proposto, non assumere meno carboidrati di quelli segnati, bisogna eliminare assolutamente pasta, pane e riso.

In breve tempo la dieta Miami consente di eliminare immediatamente il gonfiore alla pancia e in breve tempo, consente di buttare via quei chiletti di troppo in vista dell'estate e soprattutto della prova costume. Chiamata anche la dieta dei tre giorni, consente di perdere almeno 3 chili in tre giorni appunto.

E' una dieta piuttosto drastica ma non per niente difficile da seguire; prevede un alto apporto di proteine provenienti da carni magre e dal pesce, in questo modo si perdono facilmente qualche chilo senza far perdere ai muscoli il giusto tono e vigore.

Il segreto della dieta Miami

Il dottor Arthur Agatston, un importantissimo e rinominato cardiologo statunitense, ha studiato a fondo la dieta Miami per riuscire a capirne i benefici e il modo in cui questa dieta agisce con l'organismo arrivando al risultato ben preciso: seguendo alla lettera la dieta Miami si ottiene una disintossicazione del sistema digestivo e la riattivazione del metabolismo, proprio così si riesce a bruciare i grassi in eccesso.

L'eliminazione dei carboidrati e l'assunzione di tante proteine sono il segreto di questa dieta; è importante comunque seguire alla lettera il menù e non cambiare o invertire i pasti. Infine, per consentire all'organismo di eliminare nel miglior dei modi le tossine in eccesso, è consigliato bere almeno 2 litri d'acqua al giorno lontano dai pasti.

Menù della dieta Miami

Il menù della dieta Miami deve essere seguito per tre giorni ed è preferibile seguire accuratamente tutti i cibi e le quantità presenti nel menù. E' assolutamente vietato l'utilizzo di olio, grassi vari e burro, a parte quello di arachidi che potrebbe essere spalmato sul pane per una buona colazione. Lo zucchero ovviamente è da sostituire con un dolcificante che non contiene calorie. I condimenti previsti dalla dieta Miami fanno riferimento soprattutto alle erbe aromatiche e mezzo cucchiaino di sale al giorno.

Successivamente, per evitare di riprendere i chili persi seguendo il menù della dieta Miami, è consigliabile cercare di seguire successivamente un regime alimentare sano ed equilibrato e di praticare una moderata attività fisica. Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta Miami.

Primo giorno
Colazione: una fetta di pane tostato con due cucchiai di margarina o burro di arachidi e un caffè.
Pranzo: 100 gr di tonno al naturale con una fetta di pane tostato e un caffè.
Cena: 100 gr di carne bianca arrosto con contorno di 240 gr di fagiolini e 120 gr di barbabietole rosse, una mela e una coppetta con 100 gr di gelato alla vaniglia.

Secondo giorno
Colazione: 1 uovo sodo con una fetta di pane tostato, una banana e un caffè.
Pranzo: 210 gr di fiocchi di latte con 5 cracker integrali.
Cena: 2 wurstel con contorno di 240 gr di broccoli lessi e 120 gr di carote, mezza banana e una coppetta con 100 gr di gelato alla vaniglia.

Terzo giorno
Colazione: 30 g di gruviera con 5 cracker, una mela e un caffè.
Pranzo: 1 uovo sodo con una fetta di pane tostato.
Cena: 120 gr di tonno al naturale con contorno di 120 gr di cavolfiore lesso e 240 gr di barbabietole rosse, 2 kiwi o mezzo melone e una coppetta con 100 gr di gelato alla vaniglia.

Come usare i condimenti

E’ permesso condire i cibi utilizzando mezzo cucchiaino di sale al giorno, mentre non è possibile condire i cibi con olio o burro tranne quello di arachidi e la margarina, che devono essere consumati al mattino durante la colazione. Per dolcificare le bevande deve essere utilizzato un dolcificante e bisogna bere almeno due litri di acqua il giorno.



Potrebbe interessarti

Dieta del gelato: dimagrire con gusto

L’estate freme ad arrivare e con essa anche la nostra voglia di una linea impeccabile che spesso però vorremmo raggiungere senza troppe rinunce.
Per raggiungere dei buoni risultati però le rinunce ci sono e come, e di conseguenza è bene mettersi l’anima in pace a fare i sacrifici richiesti.

Leggi tutto...

Fanghi anti-cellulite: tipologie e consigli per applicarli

Il nemico numero uno delle bellezza delle donne è sicuramente la cellulite, un antipatico inestetismo delle pellle che provoca l'antiestetico effetto a buccia d'arancia. Fortunatamente è possibile combattere questo problema grazie all'uso dei fanghi anticellulite, di specifici trattamenti come il linfodrenaggio, creme apposite ecc.

Leggi tutto...

Calorie da assumere in una dieta: ecco la giusta dose!

Le calorie che si assumono durante la dieta, chiamate anche calorie alimentari, sono indicate dalla sigla Cal o kcal, e indicano l’apporto energetico che ogni alimento offre al nostro corpo.

Leggi tutto...

La tabella delle calorie: per saperne di più

La tabella delle calorie rappresenta uno strumento utilissimo per tenere sotto controllo il nostro apporto energetico giornaliero assunto con la dieta. Molto spesso, oltre alle calorie, vi si trovano indicati la quantità di proteine, di carboidrati e di grassi forniti dagli alimenti ma anche la ripartizione in percentuale delle calorie che sono fornite dai macronutrienti.

Leggi tutto...

Trattamento viso Guinot liftosome: come contrastare i segni del tempo sul viso

Il passare dei giorni, l’affaticamento e l’età fanno si che la pelle si rilassi perdendo tutta la sua tonicità. Il trattamento viso Guinot liftosome è l’ideale per contrastare immediatamente i segni del tempo sul nostro viso.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Epilazione uomo: eliminare il pelo dalla sua radice

L’epilazione, a differenza della depilazione, è un sistema che consente di eliminare in modo totale il pelo, dalla punta fino alla sua radice, lasciando la pelle liscia e vellutata per circa 20 - 30 giorni. L’epilazione uomo in questo ultimo periodo è diventata un trend, prima infatti, i soli uomini che osavano estirpare i peli dal proprio corpo per necessità erano gli sportivi.

Leggi tutto...

Massaggio sportivo: come migliorare la performance atletica

Il massaggio sportivo, di solito, viene utilizzato prima, durante o dopo degli avvenimenti sportivi. Obiettivo di questo massaggio è quello di indurre l’atleta alle massime prestazioni, alleviando tensioni e gonfiori muscolari, prevenendo infortuni e stanchezza e favorendo la flessibilità muscolare.

Leggi tutto...

Eliminare la pancia uomo: come perdere i cm di troppo

Le donne tendono ad ingrassare soprattutto a livello dei fianchi, cosce e glutei mentre gli uomini ingrassano a livello dell’addome, la famosa pancetta con le maniglie dell’amore. Quando si avvicina l’estate e si ripongono negli armadi i pesanti maglioni, ci si rende conto dei chili accumulati durante l’inverno e si corre ai ripari.

Leggi tutto...

Dieta antiossidante: sveliamone i segreti

La dieta antiossidante prevede l'assunzione di alimenti ricchi di vitamine A, C, E, che si trovano in carote, spinaci, agrumi, pomodori, flavonoidi e minerali come il selenio, che aiuta a prevenire i radicali liberi e a nutrire pelle e unghie.

Leggi tutto...

Dieta e stitichezza: cosa mangiare per regolare l'intestino?

La stitichezza è un disturbo intestinale molto diffuso che si manifesta con sintomi vari tra cui dolori all’addome, meteorismo e difficoltà durante l’evacuazione. Come aiutare il nostro organismo a prevenire questa fastidiosa alterazione dell’equilibrio intestinale?

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dieta del gelato: dimagrire con gusto

L’estate freme ad arrivare e con essa anche la nostra voglia di una linea impeccabile che spesso però vorremmo raggiungere senza troppe rinunce.
Per raggiungere dei buoni risultati però le rinunce ci sono e come, e di conseguenza è bene mettersi l’anima in pace a fare i sacrifici richiesti.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top