Il modo migliore per dimagrire e tornare al proprio peso forma è seguire una dieta equilibrata unita alla necessità di bruciare quelle calorie in eccesso, che, trasformandosi in tessuto adiposo, fanno ingrassare.

La dieta energetica è stata ideata per tutti gli individui che hanno ritmi di vita molto intensi o che praticano una quotidiana attività fisica; essa intende combinare dimagrimento ed energia in modo tale da equilibrare i due aspetti.

Caratteristiche della dieta energetica

Questo genere di dieta è povera di grassi saturi e ricca di sostanze antiossidanti; apporta al nostro organismo 1800 kcal giornaliere e pertanto non è indicata per persone sedentarie. La dieta energetica si può seguire per un periodo indeterminato, fino al raggiungimento del peso forma; tuttavia, per un dimagrimento duraturo, la perdita di peso deve essere lenta e graduale (circa 1 kg ogni 7 giorni).

La dieta energetica prevede di: bere solo acqua naturale, raramente da sostituire con bibite a zero calorie; optare per metodi di cottura semplici, poveri di grasso (al forno, alla griglia, al vapore, al microonde ecc.); è possibile usare 3 cucchiai di olio extravergine al giorno come condimento, mentre sono da evitare burro, margarina e strutto; si possono consumare 30 grammi di pane a pasto.

Menù dieta energetica: come combinare i cibi

Proponiamo un esempio di menù dieta energetica settimanale:

Lunedì
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato con 30 g di cereali integrali; un kiwi; una tazza di tè verde.
Spuntino: una mela
Pranzo: crema di verdure, nasello al vapore.
Merenda: 30 g di pane integrale con una fetta di prosciutto di tacchino; una tazza di tè verde.
Cena: insalata con lattuga, pomodoro, 2 asparagi, cetriolo, peperone, cipolla e crescione; 60 g di pane con pomodoro; un’omelette; 12 acini d’uva con 50 g di formaggio fresco.

Martedì
Colazione: 30 g di pane integrale con 50 g di formaggio fresco; 10 acini d’uva; una tazza di tè verde.
Spuntino: 3 noci.
Pranzo: insalata di crescione con 2 fette di affettato di tacchino; 30 g di lenticchie con 15 g di riso; 125 g di yogurt scremato.
Merenda: 2 fette biscottate integrali con formaggio fresco; una tazza di tè verde.
Cena: fagiolini con una patata lessa; salmone al cartoccio (con limone e prezzemolo); una fetta di ananas fresca.

Mercoledì
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato; 4 biscotti integrali senza zucchero; una fetta di ananas fresca; una tazza di tè verde.
Spuntino: un’arancia.
Pranzo: 30 g di spaghetti con pomodoro e 100 g di carne magra tritata; un bicchiere di macedonia di frutta fresca.
Merenda: una mela o 2 mandarini; una tazza di tè verde.
Cena: crema di zucchine; nasello al vapore; insalata di lattuga e pomodoro; un latticino scremato.

Giovedì
Colazione: 30 g di pane integrale con 50 g di formaggio fresco; 10 acini d’uva; una tazza di tè verde.
Spuntino: 7 nocciole.
Pranzo: crema di verdure con due cucchiai di riso lesso; 120 g di pollo alla griglia; un kiwi.
Merenda: 125 g di yogurt naturale scremato con un cucchiaio di fiocchi d’avena.
Cena: zuppa di brodo vegetale con 30 g di pasta; frittata di melanzane; 50 g di ricotta.

Venerdì
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato con 30 g di cereali integrali; un kiwi; una tazza di tè verde.
Spuntino: una banana piccola.
Pranzo: 40 g di piselli verdi soffritti con cipolla; 120 g di petto di tacchino alla piastra; 125 g di yogurt naturale scremato.
Merenda: 2 noci; una tazza di tè verde.
Cena: 100 g di spinaci lessi; 120 g di calamari alla piastra con limone; una pera.

Sabato
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato; 4 biscotti integrali senza zucchero; una fetta di ananas fresca; una tazza di tè verde.
Spuntino: un’arancia.
Pranzo: 30 g di pasta o riso con pomodoro; 100 g di tonno alla piastra con indivia; una fetta di ananas fresca.
Merenda: 2 fette biscottate integrali con formaggio fresco unatazza di tè verde.
Cena: 60 g di pane con pomodoro e 2 fette di prosciutto cotto; una mela.

Domenica
Colazione: 30 g di pane integrale con 50 g di formaggio fresco; 10 acini d’uva; una tazza di tè verde.
Spuntino: 2 mandarini o una banana piccola.
Pranzo: crema di carote o zucchine; 100 g di filetto di maiale con 2 cucchiai di ceci lessi; 125 g di yogurt naturale scremato.
Merenda: un bicchiere di latte di soia; 4 grissini.
Cena: insalata con lattuga, pomodoro, cetriolo, peperone, cipolla e carota; 100 g di pizza al pomodoro; un kiwi.

 


Potrebbe interessarti

Dieta scarsdale: dimagrire in 14 giorni di fuoco

La dieta Scarsdale è una dieta ipocalorica nata negli Stati Uniti nota anche come SMD (Scarsdale Medical Diet). Essa prevede un programma di due settimane dallo scarso apporto calorico, intorno alle 1000 kcal al giorno, costituito da un'alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche.

Dieta per la candida: come curare il disturbo?

Esiste uno stretto legame tra funghi e batteri, ecco perché curare la candida vuol dire anche curare la cistite. Ma alla base del problema non c’e’ il batterio o il fungo ma l’equilibrio della persona e gli alimenti che l’aiutano a ritrovarlo.

Centro dimagrimento Roma: semplici mosse per dimagrire

Purtroppo non sempre le diete e lo sport aiutano a perdere i chili di troppo, spesso è necessario affidarsi nelle mani di esperti per riuscire a raggiungere di nuovo il proprio peso ideale.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Trattamento viso alginato: le alghe che rendono la pelle soda

Per rendere la pelle del viso maggiormente liscia ed idratata ma anche per rallentare i segni del tempo, è possibile ricorrere ad alcuni speciali trattamenti in grado di migliorare l’aspetto dell’epidermide. Uno di questi è il trattamento viso alginato.

Massaggio sportivo: come migliorare la performance atletica

Il massaggio sportivo, di solito, viene utilizzato prima, durante o dopo degli avvenimenti sportivi. Obiettivo di questo massaggio è quello di indurre l’atleta alle massime prestazioni, alleviando tensioni e gonfiori muscolari, prevenendo infortuni e stanchezza e favorendo la flessibilità muscolare.

L'intimo contenitivo: essenziale per riuscire a far sentire una donna completa

intimo-contenitivo-black.jpg

Un numero sempre maggiore di donne decidono di orientarsi verso l'utilizzo di lingerie modellanti per definire meglio non soltanto la silhouette ma anche per migliorare totalmente il proprio benessere.

Leggi anche...

Il the verde fa dimagrire: addio chili di troppo

Un ottimo alleato nelle diete dimagranti è il tè, dei recenti studi hanno infatti dimostrato l’efficacia del tè per dimagrire.

Leggi anche...

Trattamento Scrub Detossinante: ecco i benefici

Per riuscire ad eliminare tutte le cellule morte del nostro corpo ed aiutare il processo di rinnovamento della pelle, spesso, può essere necessario un trattamento scrub detossinante conosciuto anche come gommage oppure con il termine peeling.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.