Il modo migliore per dimagrire e tornare al proprio peso forma è seguire una dieta equilibrata unita alla necessità di bruciare quelle calorie in eccesso, che, trasformandosi in tessuto adiposo, fanno ingrassare.

La dieta energetica è stata ideata per tutti gli individui che hanno ritmi di vita molto intensi o che praticano una quotidiana attività fisica; essa intende combinare dimagrimento ed energia in modo tale da equilibrare i due aspetti.

Caratteristiche della dieta energetica

Questo genere di dieta è povera di grassi saturi e ricca di sostanze antiossidanti; apporta al nostro organismo 1800 kcal giornaliere e pertanto non è indicata per persone sedentarie. La dieta energetica si può seguire per un periodo indeterminato, fino al raggiungimento del peso forma; tuttavia, per un dimagrimento duraturo, la perdita di peso deve essere lenta e graduale (circa 1 kg ogni 7 giorni).

La dieta energetica prevede di: bere solo acqua naturale, raramente da sostituire con bibite a zero calorie; optare per metodi di cottura semplici, poveri di grasso (al forno, alla griglia, al vapore, al microonde ecc.); è possibile usare 3 cucchiai di olio extravergine al giorno come condimento, mentre sono da evitare burro, margarina e strutto; si possono consumare 30 grammi di pane a pasto.

Menù dieta energetica: come combinare i cibi

Proponiamo un esempio di menù dieta energetica settimanale:

Lunedì
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato con 30 g di cereali integrali; un kiwi; una tazza di tè verde.
Spuntino: una mela
Pranzo: crema di verdure, nasello al vapore.
Merenda: 30 g di pane integrale con una fetta di prosciutto di tacchino; una tazza di tè verde.
Cena: insalata con lattuga, pomodoro, 2 asparagi, cetriolo, peperone, cipolla e crescione; 60 g di pane con pomodoro; un’omelette; 12 acini d’uva con 50 g di formaggio fresco.

Martedì
Colazione: 30 g di pane integrale con 50 g di formaggio fresco; 10 acini d’uva; una tazza di tè verde.
Spuntino: 3 noci.
Pranzo: insalata di crescione con 2 fette di affettato di tacchino; 30 g di lenticchie con 15 g di riso; 125 g di yogurt scremato.
Merenda: 2 fette biscottate integrali con formaggio fresco; una tazza di tè verde.
Cena: fagiolini con una patata lessa; salmone al cartoccio (con limone e prezzemolo); una fetta di ananas fresca.

Mercoledì
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato; 4 biscotti integrali senza zucchero; una fetta di ananas fresca; una tazza di tè verde.
Spuntino: un’arancia.
Pranzo: 30 g di spaghetti con pomodoro e 100 g di carne magra tritata; un bicchiere di macedonia di frutta fresca.
Merenda: una mela o 2 mandarini; una tazza di tè verde.
Cena: crema di zucchine; nasello al vapore; insalata di lattuga e pomodoro; un latticino scremato.

Giovedì
Colazione: 30 g di pane integrale con 50 g di formaggio fresco; 10 acini d’uva; una tazza di tè verde.
Spuntino: 7 nocciole.
Pranzo: crema di verdure con due cucchiai di riso lesso; 120 g di pollo alla griglia; un kiwi.
Merenda: 125 g di yogurt naturale scremato con un cucchiaio di fiocchi d’avena.
Cena: zuppa di brodo vegetale con 30 g di pasta; frittata di melanzane; 50 g di ricotta.

Venerdì
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato con 30 g di cereali integrali; un kiwi; una tazza di tè verde.
Spuntino: una banana piccola.
Pranzo: 40 g di piselli verdi soffritti con cipolla; 120 g di petto di tacchino alla piastra; 125 g di yogurt naturale scremato.
Merenda: 2 noci; una tazza di tè verde.
Cena: 100 g di spinaci lessi; 120 g di calamari alla piastra con limone; una pera.

Sabato
Colazione: 125 g di yogurt naturale scremato; 4 biscotti integrali senza zucchero; una fetta di ananas fresca; una tazza di tè verde.
Spuntino: un’arancia.
Pranzo: 30 g di pasta o riso con pomodoro; 100 g di tonno alla piastra con indivia; una fetta di ananas fresca.
Merenda: 2 fette biscottate integrali con formaggio fresco unatazza di tè verde.
Cena: 60 g di pane con pomodoro e 2 fette di prosciutto cotto; una mela.

Domenica
Colazione: 30 g di pane integrale con 50 g di formaggio fresco; 10 acini d’uva; una tazza di tè verde.
Spuntino: 2 mandarini o una banana piccola.
Pranzo: crema di carote o zucchine; 100 g di filetto di maiale con 2 cucchiai di ceci lessi; 125 g di yogurt naturale scremato.
Merenda: un bicchiere di latte di soia; 4 grissini.
Cena: insalata con lattuga, pomodoro, cetriolo, peperone, cipolla e carota; 100 g di pizza al pomodoro; un kiwi.

 





Potrebbe interessarti


Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Leggi tutto...

Dieta scarsdale: dimagrire in 14 giorni di fuoco

La dieta Scarsdale è una dieta ipocalorica nata negli Stati Uniti nota anche come SMD (Scarsdale Medical Diet). Essa prevede un programma di due settimane dallo scarso apporto calorico, intorno alle 1000 kcal al giorno, costituito da un'alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche.

Leggi tutto...

Dieta south beach: i trucchi per dimagrire

La dieta south beach è un piano dietetico messo a punto dal medico cardiologo Arthur Agatston (luminare Statunitense) e si basa sulla restrizione dei carboidrati, sull'indice glicemico degli alimenti e sulla scelta di grassi ritenuti salutari per l'organismo.

Leggi tutto...

Gli spuntini: l'importanza di uno snack

 

Attualmente gli spuntini vengono spesso consigliati da medici e dietisti, dai giornali e dalle riviste di settore; la loro funzione è quella di regolarizzare l'assunzione di cibo. Dopo un lungo periodo di digiuno si tende ad assumere un quantitativo di cibo molto superiore al necessario, poiché occorrono almeno 20 minuti prima che il cervello recepisca i primi segnali di sazietà. L'attacco di fame insorge inevitabilmente se si lasciano passare troppe ore tra un pasto e l'altro; in questi casi l'unico modo per difendersi è quello di fare dei break durante l'arco della giornata.

Leggi tutto...

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Leggi tutto...

I più condivisi


Dieta estiva: come depurare il corpo dopo l'inverno

La primavera è alle porte e si respira già un’aria diversa, le giornate sono più lunghe e l’umore di molte persone è più allegro. La primavera è la stagione che porta la natura e risvegliarsi e a rinascere dopo il lungo e freddo inverno, purtroppo però è proprio grazie alle temperature più miti che la maggior parte delle persone si accorge, togliendo dall’armadio i pesanti e larghi maglioni, di aver preso qualche chilo.

Leggi tutto...

Dieta ormonale: tenere sotto controllo gli ormoni contenuti nei cibi

Soprattutto con l'età che avanza i chili iniziano ad aumentare; dopo i cinquanta anni infatti, il 75% dei soggetti è in sovrappeso. Esiste una dieta ormonale che riattiva il metabolismo e consente la perdita di peso, andando a prendere in considerazione la quantità di ormoni contenuta nei cibi.

Leggi tutto...

Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è utile per depurare e a riequilibrare l'organismo e nasce da antichi dettami cinesi, che prevedono cibi freddi (yin) e caldi (yang). Questa dieta è ricca di fibre, il suo regime alimentare apporta circa 1300 calorie giornaliere e il consumo dei cibi va scelto anche in base al tipo di benessere psicofisico che cerchiamo.

Leggi tutto...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...

Dieta 1300 calorie: dimagrire velocemente

Una dieta che consente di perdere peso in modo veloce prevede un regime alimentare con un apporto calorico di circa 1300 calorie giornaliere. E' importante al termine della dieta 1300 calorie, continuare a seguire un regime alimentare corretto ed equilibrato, per non riprendere i chili persi.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Dieta Birmingham: i segreti per tornare in forma

La dieta Birmingham, conosciuta anche con il nome di “Birmingham Heart Hospital Diet” e "Cardiac Unit of UAB Hospital Diet", è un tipo di regime alimentare molto in voga in America e utilizzato principalmente nei pazienti obesi che soffrono di problemi cardiaci.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Trattamento Scrub Detossinante: ecco i benefici

Per riuscire ad eliminare tutte le cellule morte del nostro corpo ed aiutare il processo di rinnovamento della pelle, spesso, può essere necessario un trattamento scrub detossinante conosciuto anche come gommage oppure con il termine peeling.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top