Quando si studia o si svolge un’attività intellettuale è importante però seguire una dieta studio che si basi sul consumo di alimenti che possono aumentare la concentrazione ma che non siano una minaccia al peso ideale. Nei momenti di stress scolastico sono molti i ragazzi che avvertono il bisogno di mangiare di continuo, soprattutto snack, cioccolatini e biscotti, che sono ricchi di grassi e se assunti in dosi elevate possono portare al sovrappeso. Questo è proprio ciò che bisogna evitare, insieme ad un uso spropositato del caffè, dettato dalle ore che non si dorme perchè si studia anche di notte, come per esempio negli esami universitari. Una corretta alimentazione è valida nella vita quotidiana ma assume molta più importanza in periodi delicati dell’anno, come lo può essere la preparazione degli esami. Di seguito proporremo un’utile guida da leggere con consigli da tenere a mente e quali sono le vitamine che più servono al nostro corpo per incentivare l’uso della memoria e non cadere nella trappola del troppo stress pre-esame.

I segreti della dieta studio

Il cervello utilizza circa un quinto di tutta l’energia dell’organismo, corrispondenti a 400 calorie quotidiane; esso necessita di glucosio e di un'adeguata quantità di sodio/potassio in un rapporto 1/5. Per ostacolare l’ossidazione cerebrale, è indispensabile assumere il betacarotene e la vitamina E, mentre va limitato il consumo di grassi saturi di origine animale (burro, strutto, lardo), che ossidano i neuroni.

In una dieta studio è opportuno suddividere l’alimentazione quotidiana in 3 pasti leggeri (colazione, pranzo, cena) e 5 spuntini, al fine di ridurre l’impiego digestivo, aumentando laconcentrazione mentale senza appesantire la linea.

È inoltre fondamentale bere almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, scegliendo tra acqua, tisane, centrifugati e spremute.

Per non scatenare la fame, non bisogna concentrarsi sui libri per oltre 45 minuti, perché, superato questo lasso di tempo, l’attenzione cala e sale la voglia di cibo.

L'importanza della prima colazione

In una dieta studio la prima colazione, dev'essere bilanciata, sostanziosa e nutriente. 
Al fine di mantenere costante il livello di concentrazione durante lo studio, è necessario infine concedersi di tanto in tanto una pausa per consumare un piccolo spuntino, evitando così cali di concentrazione, spesso dovuti a un leggero abbassamento del tasso di glucosio nel sangue. La colazione risulta essere quindi molto importante e per tale motivo bisogna integrarla con i giusti alimenti, come latte con cereali, miele, marmellata, frutta. La colazione permetterà di non arrivare con troppa fame a pranzo, che insieme alla cena dovranno essere i due pasti sì principali della giornata ma da dosare con cura e attenzione.

Alimenti che aiutano la memoria

Ci sono alvuni alimenti che se consumati con costanza aiutano a stimolare la memeoria e sono riportati nell'elenco che segue.

  • i cereali integrali;
  • le verdure a foglia verde, contenenti acido folico;
  • i cavoli;
  • le cipolle;
  • la soia e i suoi derivati, ricchi di magnesio;
  • le lenticchie; le uova e il riso, contenenti lecitina;
  • i cibi ricchi di carnitina (carni rosse e latticini), di colina (latte, uova, arachidi) e di coenzima Q10 (frutta e verdura);
  • i semi di sesamo, che sono alcalinizzanti, energetici, ricostituenti muscolari e nervosi;
  • yogurt;
  • germe di grano;
  • cereali integrali;
  • frutti di bosco e frutta secca,
  • alimenti ricchi di vitamina B1.

Per ridurre l’ansia, è necessario evitare le sostanze eccitanti, quali la caffeina ed eliminare gli alcolici. È invece utile consumare tisane rilassanti, soprattutto a base di melissa e di passiflora e,
per periodi di tempo limitati, è utile un consumo controllato di lievito di birra. Il maggiore pericolo infatti deriva quando si devono affrontare gli esami e gli studenti sono assaliti dallo stress e per questo motivo magari assumono molte sostanze eccitanti come il caffè o hanno poca voglia di mangiare. In questo caso, un corretto stile di vita e di alimentazione permette di poter ovviare a questa situazione riducendo stress e ansia.
Ricapitolando, per un maggior incentivo nell’uso della memoria, le vitamine più importanti sono: A, C, E, gruppo B, Omega 3 e DHA, selenio, zinco, ferro, magnesio, colina, inositolo.

Alcune particolarità da tener a mente

Per coloro che studiano o che sono alle prese con esami universitari, le vitamine che più si addicono a uno stile alimentare equilibrato sono la A, la C e la E che grazie alle loro proprietà permettono una buona circolazione dell’attività cerebrale. Molto importante risulta essere anche la B e nei casi particolari la B1 per il funzionamento del sistema nervoso e la B3 contro depressione e insonnia dettata magari dall’imminenza di un esame difficile all’Università. L’assenza di quest’ultime vitamine possono portare cause come stanchezza, affaticamento o svogliatezza e alcuni infatti consigliano anche di assumere integratori nei periodi di maggiore necessità. Per quanto riguarda invece le vitamine A, C ed E esse si trovano particolarmente in frutta e verdura ma purtroppo troppi giovani tendono a non considerare abbastanza questi alimenti, ritenuti quasi marginali rispetto a ciò che si mangia. Bisogna invece sapere che frutta e verdura sono cibi essenziali ed indispensabili e non bisogna mai farne a meno, sia durante la vita quotidiana che soprattutto in periodi di maggior stress dettato dallo studio.





Potrebbe interessarti

Bagno turco: i benefici del vapore

Il bagno turco (o Hamman) nasce per merito degli antichi egizi che scoprirono gli effetti benefici del vapore. Il bagno turco, ottimo per uomini e donne, consente di ottenere una pulizia profonda del corpo ed è un utile strumento per combattere lo stress, i dolori reumatici, le tensioni muscolari, l'insonnia e le infiammazioni alle vie respiratorie.

Leggi tutto...

Dieta Glicemia: l'alimentazione consigliata

L'innalzamento del tasso di glicemia (livelli poco al di sopra di 90 mg/dl sono già un campanello di allarme) può provocare danni alla salute, anche in casi di assenza di diabete

Leggi tutto...

La dieta e gli alimenti senza lieviti: i segreti

La dieta senza lieviti è ideale per tutti coloro che avvertono dei disturbi quando mangiano dei cibi, ad esempio la pizza, che al loro interno contengono lieviti. Il consumo di alimenti contenenti lieviti, può spesso provocare senso di pesantezza, mancanza di energie e gonfiore alla pancia. 

Leggi tutto...

Dieta 10 kg: dimagrire in un mese

Tra poco si festeggia il Natale, il Capodanno oppure siete stati invitati ad un matrimonio e il vestito dell'anno scorso non vi entra più a causa dei chili di troppo accumulati durante l'anno passato?

Leggi tutto...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...

I più condivisi

Peso ideale: alimentazione bilanciata e attività fisica

Il peso ideale di un individuo varia in base a fattori differenti, che sono età, sesso, corporatura, altezza, massa corporea ecc. La stragrande maggioranza delle persone desidera raggiungere il proprio peso forma, per motivi essenzialmente estetici, magari per togliere quella fastidiosa pancetta che non gli permette più di indossare quel paio di jeans tanto amati.

Leggi tutto...

Esempio di dieta per aumentare la massa muscolare

Una dieta che riguardi la massa muscolare rappresenta un regime alimentare nel quale sono assunti in prevalenza cibi che aiutano appunto lo sviluppo e la crescita della massa del nostro corpo. La dieta per la massa è dunque composta da un’alimentazione ricca di proteine e carboidrati: le proteine servono a far crescere i muscoli mentre i carboidrati forniscono energia al corpo.

Leggi tutto...

Dieta minestra: sveliamone le caratteristiche

La dieta a base di minestra è ideale da seguire soprattutto l'inverno. Le minestre e le zuppe sono una delle pietanze più consumate durante il periodo invernale. Oltre a essere piatti caldi e facili da preparare, le minestre e le zuppe concedono al nostro organismo importanti benefici, sia dal punto di vista nutrizionale che dietetico, offrendo un buon apporto di liquidi e contribuendo a raggiungere più velocemente il livello di sazietà.

Leggi tutto...

10 diete dai risultati rapidi ma poco duraturi

E' il desiderio un po' di tutti quello di riuscire a perdere peso il più velocemente possibile. Chiunque vorrebbe ottenere un corpo snello in poco tempo, anche se questo dovesse comportare enormi sacrifici. Ed è proprio quello che succede a molti da qualche anno a questa parte, soprattutto dopo l'avvento della tecnologia e di internet.

Leggi tutto...

Dieta energetica: combinare dimagrimento ed energia

Il modo migliore per dimagrire e tornare al proprio peso forma è seguire una dieta equilibrata unita alla necessità di bruciare quelle calorie in eccesso, che, trasformandosi in tessuto adiposo, fanno ingrassare.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è utile per depurare e a riequilibrare l'organismo e nasce da antichi dettami cinesi, che prevedono cibi freddi (yin) e caldi (yang). Questa dieta è ricca di fibre, il suo regime alimentare apporta circa 1300 calorie giornaliere e il consumo dei cibi va scelto anche in base al tipo di benessere psicofisico che cerchiamo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Trattamento viso e occhi Hydradermie Guinot: per una pelle più luminosa e ossigenata

Uno dei trattamenti più indicato per ottenere dei benefici immediati, quali carnagione più luminosa e più colorata, è il trattamento Hydradermie Guinot in grado di soddisfare qualsiasi tipo di pelle, che sia grassa o sensibile o secca.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top