Spesso può capitare che dopo una cena abbondante, una festa o una cerimonia ci si sente un po’ appesantiti e l’ago della bilancia ci mostra qualche chilo in più rispetto al nostro peso forma. Non bisogna preoccuparsi o allarmarsi, perché basta seguire le semplici e poco impegantive regole della dieta depurativa dei tre giorni, per depurare l'organismo, riacquistare il peso ideale e sentirsi di nuovo in forma.

E’ importante sapere che lo scopo di una dieta in 3 giorni non è tanto quello di far perdere peso ma ha lo scopo principale di depurare l’organismo, che è affaticato dalle scorpacciate avvenute nei giorni precedenti.

Perché depurare l'organismo

E' importante sapere che nel nostro organismo esistono degli organi che sono chiamati emuntori, che hanno il principale compito di espellere le scorie e le tossine; tra questi troviamo il fegato, i reni, i polmoni, le palle e l'intestino. Il sistema sanguino e linfatico hanno il compito di nutrire le cellule ricevendo in cambio le tossine che dovranno essere eliminate appunto dagli organi emuntori.

Purtroppo accade che l'organismo da solo non riesce ad eliminare le tossine in eccesso facilitando così eventuali condizioni di intossicazioni che potrebbero compromettere la salute e il benessere, tra cui il sovrappeso, la cellulite, disturbi e malattie di diverso genere.

Per evitare spiacevoli conseguenze legate all'insorgere di intossicazioni come quelle sopra citate è bene seguire un regime alimentare sano come la dieta depurativa tre giorni che si basa sull'esclusione dei cibi raffinati, ricchi di grassi ma poveri di minerali e vitamine. Seguendo un alimentazione corretta o meglio ancora una dieta depurativa si ha la possibilita di aiutare i naturali processi di disintossicazione dell'organismo e l'eliminazione delle tossine in eccesso.

Le principali regole per depurare il corpo in 3 giorni

Per aiutare a disintossicare il nostro organismo è bene seguire alcune importanti regole:

  • Evitare il cibo spazzatura, come patatine fritte, merendine, bevande gassate ecc. le quali forniscono all'organismo solo zucchero e grassi senza alcun elemento nutritivo utile.
  • Il consumo di carni rosse, salumi e formaggi stagionati dovrebbero essere ridotti in quanto apportano all'organismo grassi saturi, principale causa di colesterolo nel sangue e di comparsa di cellulite, ipertensione e ritenzione idrica per via delle quantità di sodio presenti.
  • I superalcolici sono da evitare in quanto possono compromettere il corretto afflusso di ossigeno alle cellule, sottraendone nuetrimento ed impedendo l'essenziale smaltimento delle scorie e delle tossine.
  • Bere molta acqua, almeno due litri al giorno, aiuta a favorire la diuresi e a depurare l'organismo.
  • Alimenti ricchi di cereali e di fibre possiedono un azione disintossicante molto buona e tra l'altro aiutano l'intestino a tenersi pulito.

Menù della dieta depurativa

Una dieta dei tre giorni, deve aiutare l'eliminazione delle tossine principamente per via urinaria e fecale, considerando che anche il sudore è un ottima via di eliminazione delle tossine e può essere potenziata dall'attività fisica. A questo punto sono consigliati tutti quei cibi diuretici e ricchi di fibre preferibilmente provenienti da origine vegetale. In sostanza, la dieta depurativa tre giorni deve essere ricca di alimenti vegetali, incentrata sulla restrizione di calorie, povera di cibi animali e senza arrivare al digiuno assoluto.

Di seguito è illustrato un menù che contiene circa 900 calorie giornaliere e vi aiuterà a depurare il vostro corpo. Questo menù ha lo scopo di eliminare le tossine dall’organismo e aiuterà a sgonfiare l’addome. I cibi possono essere conditi con un cucchiaino di olio e uno di limone.

Primo giorno

  • Colazione: un centrifugato di limone e carota, un caffè d’orzo senza zucchero e un vasetto di yogurt magro con 30 gr di cereali integrali.
  • Pranzo: insalata di 200 gr di carciofi, 125 gr di yogurt bianco intero, un panino integrale e 200 gr di macedonia a base di agrumi.
  • Spuntino: 200 gr di mele
  • Cena: una porzione di minestrone.

Secondo giorno

  • Colazione: un centrifugato con una mela, un’arancia e un kiwi, un caffè d’orzo senza zucchero e un vasetto da 125 gr di yogurt bianco magro con 30 gr di cereali.
  • Pranzo: 200 gr di finocchi, un panino integrale, un vasetto di yogurt bianco intero e 200 gr di macedonia con i frutti di bosco.
  • Spuntino: 150 gr di ananas fresco.
  • Cena: una porzione di minestrone.

Terzo giorno

  • Colazione: un centrifugato di limone e carota, un caffè d’orzo senza zucchero, un vasetto di yogurt bianco magro con 30 gr di cereali integrali.
  • Pranzo: 200 gr di insalata catalogna lessa, un panino integrale, 125 gr di yogurt bianco intero e 200 gr di macedonia di banana e kiwi.
  • Spuntino: 150 gr di ananas fresco.
  • Cena: una porzione di minestrone light.

E’ bene sapere che quando si segue un regime dietetico di qualsiasi genere e in particolar modo depurativo, è fondamentale bere molta acqua, almeno due litri il giorno, preferibilmente naturale, che aiuta l’organismo ad eliminare le tossine e a combattere la ritenzione idrica. E’possibile anche bere thè e tisane depurative di vario genere.

Come dimagrire con una dieta dopo le festività

A conclusione delle festività natalizie ci si accorge sempre che, tra pranzi ipercalorici, cenoni, brindisi e dolci, si è preso qualche chilo di troppo. Dopo questo periodi di eccessi alimentari è necessario dunque seguire una dieta post feste, un regime dietetico e depurativo, che ci aiuti a tornare al nostro peso ideale.

Associare uno sport alla dieta dopo le feste è ovviamente molto importante, perché il nostro corpo ha bisogno di moto per rimanere sodo e in forma; una dieta senza un'adeguata attività fisica dunque non basta. Sarebbe comunque indicato consultareuno specialista che potrebbe dare maggiori consigli in merito e realizzare una dieta specifica per ogni tipo di persona.

Per purificare l’organismo dagli eccessi alimentari di questo periodo e per perdere peso, eliminando pesantezza e pancia gonfia, è necessaria un'alimentazione corretta ed equilibrata, che contenga possibilmente 5 pasti giornalieri, evitando così di arrivare al pasto successivo affamati.

Le regole alimentari da rispettare

Il menu di un regime alimentare successivo ai giorni di festa, dovrà inoltre fornire a ogni pasto le fibre necessarie per assicurare il senso di sazietà e per favorire la digestione. Un programma dietetico di questo tipo va solitamente seguito per 5 settimane e consente di perdere fino a 5 kg. Di seguito sono elencati alcuni truuchi utili per riuscire a seguire con ottimi risultati grazie a una dieta dedicata a chi ha fatto stravizi durante le festività.

  • 2 cucchiai di olio extra-vergine d'oliva al giorno;
  • 1 cucchiaino di sale;
  • spremute, succhi e caffè, che non andranno dolcificati;
  • da evitare bibite alcoliche, zuccherate o gassate e succhi di frutta industriali;
  • 2 litri di acqua al giorno;
  • Come metodi di cottura bisognerà optare per: vapore, griglia e cartoccio.

Ulteriori Consigli

Purtroppo quando durante le feste si esagera con il cibo il corpo ne risente e l’ago della bilancia non fa sconti proprio a nessuno. Questi particolari giorni di festa caratterizzati da pranzi e cene infiniti e feste con gli amici e parenti fino a tarda notte, sono per alcuni molto deleteri, quindi una dieta post feste che abbia lo scopo di disintossicare l’organismo è proprio l’ideale.

La prima mossa da fare è ridurre il consumo di carboidrati e zuccheri, dei quali sicuramente nei giorni precedenti il corpo ha fatto il pieno. La pasta e il pane possono essere sostituite con porzioni di legumi, verdure e frutta di stagione, che sono cibi ricchi di fibre sazianti, sali minerali, vitamine e contengono poche calorie. E’preferibile consumare latte e yogurt magri ed abolire le bevande alcoliche e gassate.

E’ di fondamentale importanza bere almeno due litri di acqua naturale il giorno e tisane e infusi con proprietà drenanti e disintossicanti, ad esempio il finocchio, la betulla, il tarassaco, il carciofo e la bardana, che possono essere acquistati già pronti nei supermercati oppure in erboristeria. L’acqua aiuta a eliminare il sodio in eccesso presente nell’organismo e quindi alleggerisce il lavoro dei reni, aiuta anche la depurazione del sangue e lo rende di conseguenza più fluido.

La prima colazione rimane il pasto giornaliero più importante, quindi non deve essere assolutamente saltata, è possibile bere una bella tazza di tè verde o di latte con caffè o caffè d’orzo, uno yogurt magro e una fetta biscottata con della marmellata o miele.

A pranzo è bene mangiare una porzione di carne ai ferri, ad esempio petto di pollo accompagnata da grandi quantità di verdure, sia crude sia cotte, condite con al massimo un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. E’possibile insaporire le pietanze con il limone, l’aceto o diverse spezie. A cena è possibile mangiare un bel minestrone di verdure fresche, insalate miste, un etto di bresaola o fesa di tacchino con due fette di pane integrale, oppure una bella zuppa con orzo, farro, miglio e cereali vari.

Un ottimo spuntino a metà mattinata e a metà pomeriggio può essere rappresentato da un frutto di stagione, un vasetto di yogurt, una spremuta o un centrifugato con arancia, carota e mela.



Potrebbe interessarti

La dieta del minestrone: dimagrire con l'aiuto delle verdure

La dieta del minestrone fu inventata da un cardiochirurgo del Sacred Memorial Hospital di St. Louis, per soggetti obesi cardiopatici che dovevano essere sottoposti a interventi di cardiochirurgia. Essa è infatti adatta esclusivamente a chi è in sovrappeso di almeno 7-8 kg; non è perciò consigliabile a chi ha solo qualche chilo di troppo. 

Leggi tutto...

Dieta minestra: sveliamone le caratteristiche

La dieta a base di minestra è ideale da seguire soprattutto l'inverno. Le minestre e le zuppe sono una delle pietanze più consumate durante il periodo invernale. Oltre a essere piatti caldi e facili da preparare, le minestre e le zuppe concedono al nostro organismo importanti benefici, sia dal punto di vista nutrizionale che dietetico, offrendo un buon apporto di liquidi e contribuendo a raggiungere più velocemente il livello di sazietà.

Leggi tutto...

La cura del limone: le sue moltiplici proprietà

Il limone ha molteplici proprietà curative; in primis è un naturale antiacido gastrico. Il suo gusto è dato da acidi organici che non restano allo stato acido nelle cellule e il suo uso favorisce la produzione di Carbonato di potassa (o Carbonato di potassio). 

Leggi tutto...

Calorie da assumere in una dieta: ecco la giusta dose!

Le calorie che si assumono durante la dieta, chiamate anche calorie alimentari, sono indicate dalla sigla Cal o kcal, e indicano l’apporto energetico che ogni alimento offre al nostro corpo.

Leggi tutto...

Dieta south beach: i trucchi per dimagrire

La dieta south beach è un piano dietetico messo a punto dal medico cardiologo Arthur Agatston (luminare Statunitense) e si basa sulla restrizione dei carboidrati, sull'indice glicemico degli alimenti e sulla scelta di grassi ritenuti salutari per l'organismo.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Scopriamo i benefici della riflessologia plantare

La vita quotidiana frenetica e stressante tende, nel corso del tempo, ad avere ripercussioni sulla salute e benessere delle persone. Queste, per fronteggiare tali problematiche fisiche, cercano di incrementare le attività salutari per l'organismo, come lo sport ad esempio, o di porre maggiore attenzione all'alimentazione. Altre, invece, si rivolgono direttamente a terapie mediche, sia tradizionali che cosiddette alternative. Di queste ultime, alcuni ne diffidano, mentre altri si dichiarano estimatori dei benefici della riflessologia plantare ad esempio o di altre pratiche.

Leggi tutto...

Ansia e alimentazione: tenere sotto controllo lo stress

Oggi, per curare ansia, insonnia e depressione, ci affidiamo spesso a terapie farmacologiche che ci rendono dipendenti; secondo uno studio australiano invece, una specifica dieta per combattere l'ansia, che si basa sul seguire una sana alimentazione può aiutare a combatterle.

Leggi tutto...

Dieta diabete mellito tipo 2: cosa mangiare per una vita sana

Immagine utilizzata per l'articolo Dieta diabete mellito tipo 2: cosa mangiare per una vita sana

Il diabete mellito tipo 2 è una tipologia di diabete, ovvero una patologia della quale soffrono molte persone e che si può manifestare in età giovanile o in età adulta. Le persone affette da diabete devono necessariamente seguire una dieta diabete particolare ma non faticosa e spesso hanno bisogno di assumere farmaci specifici.

Leggi tutto...

Integratori alimentari per dimagrire: cosa sono e come si usano

Per chi fa sport ma anche per chi lavora duro e per chi studia. Gli integratori alimentari vengono incontro alle esigenze di chi si trova di fronte a degli impegni che necessitano sforzi e concentrazione fuor dal comune, oppure vuole semplicemente dimagrire.

Leggi tutto...

Balneoterapia: l'acqua come strumento terapeutico

La balneoterapia (immersione parziale o totale in acqua di parti del corpo alla temperatura di 36-38 gradi), comprende tutti i tipi di trattamenti che usano l'acqua come strumento terapeutico.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cibi Yang: scopri come unire cibi freddi ai cibi caldi

 immagine esemplificativa per l'articolo Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è d'aiuto per depurarsi e a riequilibrare il proprio organismo. Essa nasce da antiche tradizioni cinesi, che prevedono dei cibi freddi (detti yin) e dei cibi caldi (detti cibi yang). La dieta è ricca di tante fibre, e apporta un regime di circa 1300 calorie al giorno; il consumo dei cibi yang o yin va scelto sopratutto in base alla tipologia di benessere psicofisico che stiamo cercando.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Massaggio schiena: come alleviare il mal di schiena

Il più diffuso tra i massaggi, allevia il dolore e ridona vigore alla schiena. Il mal di schiena è una delle zona del corpo più sensibile a dolori dovuti da posizioni non corrette o da uno stile di vita sbagliato. Il massaggio alla schiena è un ottimo rimedio ai dolori muscolari.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top