La dieta del pomodoro si basa ovviamente sul consumo del pomodoro, un ortaggio che contiene il licopene, un pigmento capace di ridurre i danni provocati dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

Grazie ai sali minerali e agli antisossidanti, depura l'organismo; ha effetti benefici sul colesterolo e prepara la pelle al sole. Aiuta la digestione, ma va mangiato con la buccia. Se si soffre di calcoli ai reni, bisognerà però optate per un regime alimentare diverso.

La dieta del pomodoro dura 5 giorni consente di perdere fino a 2 kg; terminato il programma, lo schema può essere ripetuto dopo due mesi.

Consigli utili

Durante una dieta del pomodoro è necessario bere almeno 1,5 litri di acqua oligominerale naturale che favorisce la diuresi e l’eliminazione delle scorie. Le altre bevande non vanno zuccherate, utilizzando al massimo un dolcificante; usare unicamente mezzo cucchiaino di sale da cucina al giorno; le quantità di aceto di mele, di vino, succo di limone, spezie ed erbe aromatiche sono libere; per condire, non superare un cucchiaio di olio extra-vergine d’oliva al giorno; Gli alimenti vanno cucinati a vapore, al forno e senza aggiungere grassi ove non specificato.

Vanno infine aboliti i fuori pasto; a prima di colazione bisogna bere un bicchiere d’acqua e dopo cena una camomilla contro l’ansia da dieta.

Menù della dieta

Com’è stato già detto in precedenza questo regime dietetico permette di perdere circa due chili in cinque giorni, è particolarmente indicato per chi ha bisogno di perdere poco peso in poco tempo. Di seguito è illustrato un menù tipico della dieta del pomodoro, per condire i cibi sono concessi 4 cucchiaini di olio extravergine di oliva il giorno, è importante moderare l’uso del sale. La colazione è a base di una tazza di tè verde con un cucchiaino di zucchero o con del dolcificante e 30 gr di biscotti integrali. Lo spuntino a metà mattinata è a base di 200 gr di albicocche, mentre quello pomeridiano è composto da 150 gr di frutta fresca a scelta tra prugne o nespole.

Primo giorno

PRANZO: 70 grammi di insalata di grano, 100 grammi di peperoni grigliati, 50 grammi di pomodori, 50 grammi di cipolla saltata in padella o a crudo, insalata di carote e finocchi a crudo e 200 gr di melone.
CENA: 250 gr di crema di zucchine, patate e cipolle, spiedini di pesce, insalata mista preparata con ravanelli, 100 gr di 100 grammi di lattuga, 200 grammi di pomodori.

Secondo giorno

PRANZO: 50 gr di pasta fredda con 50 gr di tonno al naturale e pomodoro, insalata di peperoni saporiti con 100 grammi di pomodorini freschi, aglio, un cucchiaio di aceto, 1 filetto d’ acciuga, qualche cappero, basilico, 1 cucchiaino di olio e 200 gr d’ insalata verde.
CENA: 50 gr di riso al pomodoro preparato con 100 grammi di pomodori e 50 grammi di cipolla saltati in padella, 120 gr di bistecca ai ferri condita con erbe aromatiche a piacere e 200 gr d’insalata verde.

Terzo giorno

PRANZO: 50 gr di penne al pomodoro condite con 200 grammi di pomodori e 50 grammi di cipolla saltati in padella, un uovo strapazzato con le zucchine e 200 gr d’ insalata di lattuga e pomodori freschi.
CENA: 200 gr di minestrone di verdure miste, insalata di mare preparata con 4 gamberi, 40 grammi di polpo, 30 grammi di calamari lessati, 50 grammi di sedano, 1 carota, il succo di 1 limone, prezzemolo, 1 cucchiaino di olio e un’ insalata di carote e zucchine crude o grigliate.

Quarto giorno

PRANZO: 50 gr di pasta alle zucchine, un’ insalata di salmone preparata con 200 grammi di insalata mista, 30 grammi di salmone affumicato, 50 grammi di pomodori freschi e 200gr di carote alla julienne.
CENA: bruschetta con 50 grammi di pane, 60 grammi di pomodori freschi, origano, basilico, involtini di zucchine con ricotta, 300 gr di verdure grigliate.
PRANZO: 50 gr d’ insalata di riso con 100 grammi di pomodori freschi, 40 grammi di sottaceti, 20 grammi di olive, insalata di pollo con 50 gr di peperoni e pomodori, un’insalata di lattuga e pomodoro.
CENA: una panzanella alla toscana con 50 grammi di pane casereccio a fette condito con 1 cipolla rossa di Tropea, 2 pomodori freschi, origano, 50 grammi di sedano, basilico, 1 cetriolo, 50 grammi di tonno al naturale, 5 capperi sottaceto, 1 cucchiaino di aceto, 1 cucchiaino di olio e 200 gr d’ insalata verde e 150 gr di melone.

Se vuoi accompagnare il tuo regime alimentare ad una corretta gestione dell'allenamento, ti consigliamo quest'offerta Amazon

cyclette-amazon.png

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

I più condivisi

Dieta 5 giorni: per riequilibrare le funzionalità dell' intestino

L'intestino viene considerato il nostro "secondo cervello" e ha un ruolo nell'organismo di notevole importanza. Cervello e intestino infatti si allenano per svolgere delle importanti funzioni che hanno ripercussioni sull'intero organismo: per questo è importante garantire il benessere intestinale e mentale.

Tisane anticellulite: usi e benefici per la salute e il corpo

tisane anticellulite

Avere questa consapevolezza, riconoscere che si tratti di una sintomatologia comune e diffusa, può aiutarci nell’accettarla senza per questo non cercare e trovare quei metodi utili per ridurla.

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo. Ma ci sono dei metodi interessanti per snellire i fianchi: scopriamoli.

Potrebbe interessarti

Grasso addominale in menopausa: scopriamo come eliminarlo

Le donne in menopausa si chiedono e chiedono agli esperti il perché dell’accumulo adiposo sull’addome e soprattutto se ci sia un modo per eliminarlo.

Infiammazione al collo: un disturbo diffuso tra giovani e anziani

infiammazione al collo

L’infiammazione al collo è un fastidio comune e tra i più diffusi nel mondo occidentale, anche se non sempre si è a conoscenza del reale nome e quindi delle cause di questa sensazione, tutti hanno sperimentato almeno una volta nella vita un’infiammazione al collo e non sapeva come agire per poter migliorare la propria condizione in fretta.

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo. Ma ci sono dei metodi interessanti per snellire i fianchi: scopriamoli.

Leggi anche...

Dieta Glicemia: ecco qual è l'alimentazione consigliata

L'innalzamento del tasso di glicemia (livelli poco al di sopra di 90 mg/dl sono già un campanello di allarme) può provocare danni alla salute, anche in casi di assenza di diabete

Leggi anche...

Massaggio Ayurveda: l'antico trattamento indiano

Ayurveda è un termine di origine indiana che sta a significare “scienza della vita”, Ayus “vita”, Veda “conoscenza”. In generale L’Ayurveda è un sistema di medicina nato in India più di 5000 anni fa, con lo scopo di controllare la nostra via senza l’ostacolo della vecchiaia o della malattia.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.