La dieta del pomodoro è un ottimo rimedio per perdere peso e ottenere di nuovo il proprio peso ideale, il pomodoro ha infatti un basso contenuto calorico (19 kcal ogni 100 g), è ricco di acqua, vitamina C e sali minerali, in particolare potassio (circa 297 mg ogni 100 g), indispensabile per mantenere l’equilibrio idrico all’interno dell’organismo, contrastando la ritenzione.

Caratteristiche della dieta del pomodoro

La dieta del pomodoro si basa ovviamente sul consumo del pomodoro, un ortaggio che contiene il licopene, un pigmento capace di ridurre i danni provocati dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

Grazie ai sali minerali e agli antisossidanti, depura l'organismo; ha effetti benefici sul colesterolo e prepara la pelle al sole. Aiuta la digestione, ma va mangiato con la buccia. Se si soffre di calcoli ai reni, bisognerà però optate per un regime alimentare diverso.

La dieta del pomodoro dura 5 giorni consente di perdere fino a 2 kg; terminato il programma, lo schema può essere ripetuto dopo due mesi.

Consigli utili

Durante una dieta del pomodoro è necessario bere almeno 1,5 litri di acqua oligominerale naturale che favorisce la diuresi e l’eliminazione delle scorie. Le altre bevande non vanno zuccherate, utilizzando al massimo un dolcificante; usare unicamente mezzo cucchiaino di sale da cucina al giorno; le quantità di aceto di mele, di vino, succo di limone, spezie ed erbe aromatiche sono libere; per condire, non superare un cucchiaio di olio extra-vergine d’oliva al giorno; Gli alimenti vanno cucinati a vapore, al forno e senza aggiungere grassi ove non specificato.

Vanno infine aboliti i fuori pasto; a prima di colazione bisogna bere un bicchiere d’acqua e dopo cena una camomilla contro l’ansia da dieta.

Menù della dieta

Com’è stato già detto in precedenza questo regime dietetico permette di perdere circa due chili in cinque giorni, è particolarmente indicato per chi ha bisogno di perdere poco peso in poco tempo. Di seguito è illustrato un menù tipico della dieta del pomodoro, per condire i cibi sono concessi 4 cucchiaini di olio extravergine di oliva il giorno, è importante moderare l’uso del sale. La colazione è a base di una tazza di tè verde con un cucchiaino di zucchero o con del dolcificante e 30 gr di biscotti integrali. Lo spuntino a metà mattinata è a base di 200 gr di albicocche, mentre quello pomeridiano è composto da 150 gr di frutta fresca a scelta tra prugne o nespole.

Primo giorno

PRANZO: 70 grammi di insalata di grano, 100 grammi di peperoni grigliati, 50 grammi di pomodori, 50 grammi di cipolla saltata in padella o a crudo, insalata di carote e finocchi a crudo e 200 gr di melone.
CENA: 250 gr di crema di zucchine, patate e cipolle, spiedini di pesce, insalata mista preparata con ravanelli, 100 gr di 100 grammi di lattuga, 200 grammi di pomodori.

Secondo giorno

PRANZO: 50 gr di pasta fredda con 50 gr di tonno al naturale e pomodoro, insalata di peperoni saporiti con 100 grammi di pomodorini freschi, aglio, un cucchiaio di aceto, 1 filetto d’ acciuga, qualche cappero, basilico, 1 cucchiaino di olio e 200 gr d’ insalata verde.
CENA: 50 gr di riso al pomodoro preparato con 100 grammi di pomodori e 50 grammi di cipolla saltati in padella, 120 gr di bistecca ai ferri condita con erbe aromatiche a piacere e 200 gr d’insalata verde.

Terzo giorno

PRANZO: 50 gr di penne al pomodoro condite con 200 grammi di pomodori e 50 grammi di cipolla saltati in padella, un uovo strapazzato con le zucchine e 200 gr d’ insalata di lattuga e pomodori freschi.
CENA: 200 gr di minestrone di verdure miste, insalata di mare preparata con 4 gamberi, 40 grammi di polpo, 30 grammi di calamari lessati, 50 grammi di sedano, 1 carota, il succo di 1 limone, prezzemolo, 1 cucchiaino di olio e un’ insalata di carote e zucchine crude o grigliate.

Quarto giorno

PRANZO: 50 gr di pasta alle zucchine, un’ insalata di salmone preparata con 200 grammi di insalata mista, 30 grammi di salmone affumicato, 50 grammi di pomodori freschi e 200gr di carote alla julienne.
CENA: bruschetta con 50 grammi di pane, 60 grammi di pomodori freschi, origano, basilico, involtini di zucchine con ricotta, 300 gr di verdure grigliate.
PRANZO: 50 gr d’ insalata di riso con 100 grammi di pomodori freschi, 40 grammi di sottaceti, 20 grammi di olive, insalata di pollo con 50 gr di peperoni e pomodori, un’insalata di lattuga e pomodoro.
CENA: una panzanella alla toscana con 50 grammi di pane casereccio a fette condito con 1 cipolla rossa di Tropea, 2 pomodori freschi, origano, 50 grammi di sedano, basilico, 1 cetriolo, 50 grammi di tonno al naturale, 5 capperi sottaceto, 1 cucchiaino di aceto, 1 cucchiaino di olio e 200 gr d’ insalata verde e 150 gr di melone.

Benefici e rischi della dieta del pomodoro

Dove sono finiti i rischi e le insidie della dieta del pomodoro? Beh, molto banalmente: non ce ne sono o quasi.
Naturalmente se soffrite di forme estremamente severe di gastrite ingerire ingenti quantità di un alimento così acido sicuramente potrebbe non giovarvi. Infatti una dieta che contiene grandi dosi di pomodoro dovrebbe essere evitata da chi soffre di iperacidità di stomaco o di reflusso gastroesofageo, dal momento che favorisce la secrezione di acido cloridrico nello stomaco e potrebbe peggiorare i sintomi.

Ma, per una persona normale che gode di buona salute, la dieta del pomodoro è sicuramente consigliabile: si perderà peso, ci si disintossicherà e…non solo. Infatti la grandissima sorpresa è che il pomodoro, signori, non solo non fa male, ma fa addirittura bene!

Vi sono anche delle novità recenti che contribuiscono a far risaltare ancor di più l’importanza del pomodoro nell’alimentazione di una persona, specialmente di una donna. Secondo uno studio compiuto dall’americana Rutgers University, infatti, mangiare spesso questo alimento favorirebbe non solo la prevenzione di molte problematiche dal punto di vista cardiovascolare oppure il temutissimo diabete: il pomodoro si dimostrerebbe anche in grado di prevenire il cancro al seno! Gli scienziati specificano che gli effetti benefici si verificano solamente se si consuma l’ortaggio maturo, i pomodori verdi, al contrario, possono avere risvolti negativi anche gravi poiché ricchi di solanina, un alcaloide altamente tossico per il nostro organismo.

 

 


Potrebbe interessarti

Dieta ventre piatto: consigli utili dopo la gravidanza

Uno dei problemi più difficili da risolvere in ambito estetico è quello legato alla riduzione del giro vita. Sono infatti tantissime le donne che desiderano un addome piatto e rimodellato spesso poco scolpito a causa di una gravidanza o di terapie di dimagrimento inefficaci e repentine.

Dieta scarsdale vegetariana per tornare in forma

Semplice e veloce per perdere peso. La dieta scarsdale fa miracoli, ma non tutti sanno come funziona. 

Peso ideale: alimentazione bilanciata e attività fisica

Il peso ideale di un individuo varia in base a fattori differenti, che sono età, sesso, corporatura, altezza, massa corporea ecc. La stragrande maggioranza delle persone desidera raggiungere il proprio peso forma, per motivi essenzialmente estetici, magari per togliere quella fastidiosa pancetta che non gli permette più di indossare quel paio di jeans tanto amati.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

La tabella delle calorie: per saperne di più

La tabella delle calorie rappresenta uno strumento utilissimo per tenere sotto controllo il nostro apporto energetico giornaliero assunto con la dieta. Molto spesso, oltre alle calorie, vi si trovano indicati la quantità di proteine, di carboidrati e di grassi forniti dagli alimenti ma anche la ripartizione in percentuale delle calorie che sono fornite dai macronutrienti.

Maschere naturali per il viso: una cura extra per la nostra pelle

immagine di una ragazza che sta facendo una maschera per il viso

La pelle del viso, si sa, ha bisogno di ricevere un’attenzione particolare da parte nostra. É il nostro biglietto da visita e anche una delle parti del corpo più soggette a mostrare i segni dell’invecchiamento. 

Riflessologia plantare per dimagrire: scopriamo insieme i benefici

La vita quotidiana frenetica e stressante tende, nel corso del tempo, ad avere ripercussioni sulla salute e benessere delle persone. Queste, per fronteggiare tali problematiche fisiche, cercano di incrementare le attività salutari per l'organismo, come lo sport ad esempio, o di porre maggiore attenzione all'alimentazione. Altre, invece, si rivolgono direttamente a terapie mediche, sia tradizionali che cosiddette alternative. Di queste ultime, alcuni ne diffidano, mentre altri si dichiarano estimatori dei benefici della riflessologia plantare ad esempio o di altre pratiche.

Leggi anche...

Cibi Yang: scopri come unire cibi freddi ai cibi caldi

 Cibi Yang: unire cibi freddi ai cibi caldi

La dieta yin e yang è d'aiuto per depurarsi e a riequilibrare il proprio organismo. Essa nasce da antiche tradizioni cinesi, che prevedono dei cibi freddi (detti yin) e dei cibi caldi (detti cibi yang). La dieta a base di cibi yang è ricca di tante fibre, e apporta un regime di circa 1300 calorie al giorno; il consumo dei cibi yang o yin va scelto sopratutto in base alla tipologia di benessere psicofisico che stiamo cercando.

Leggi anche...

Trattamento acido glicolico per il corpo: il peeling più usato

L’acido glicolico è un estratto dalla canna di zucchero che grazie alle sue qualità chimiche, viene utilizzato per trattamenti dermatologici. Aiuta ad eliminare e rimuovere tutte quelle cellule morte che con il passare del tempo si accumulano sotto l’epidermide.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.