La dieta del pomodoro è un ottimo rimedio per perdere peso e ottenere di nuovo il proprio peso ideale, il pomodoro ha infatti un basso contenuto calorico (19 kcal ogni 100 g), è ricco di acqua, vitamina C e sali minerali, in particolare potassio (circa 297 mg ogni 100 g), indispensabile per mantenere l’equilibrio idrico all’interno dell’organismo, contrastando la ritenzione.

Caratteristiche della dieta del pomodoro

La dieta del pomodoro si basa ovviamente sul consumo del pomodoro, un ortaggio che contiene il licopene, un pigmento capace di ridurre i danni provocati dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

Grazie ai sali minerali e agli antisossidanti, depura l'organismo; ha effetti benefici sul colesterolo e prepara la pelle al sole. Aiuta la digestione, ma va mangiato con la buccia. Se si soffre di calcoli ai reni, bisognerà però optate per un regime alimentare diverso.

La dieta del pomodoro dura 5 giorni consente di perdere fino a 2 kg; terminato il programma, lo schema può essere ripetuto dopo due mesi.

Consigli utili

Durante una dieta del pomodoro è necessario bere almeno 1,5 litri di acqua oligominerale naturale che favorisce la diuresi e l’eliminazione delle scorie. Le altre bevande non vanno zuccherate, utilizzando al massimo un dolcificante; usare unicamente mezzo cucchiaino di sale da cucina al giorno; le quantità di aceto di mele, di vino, succo di limone, spezie ed erbe aromatiche sono libere; per condire, non superare un cucchiaio di olio extra-vergine d’oliva al giorno; Gli alimenti vanno cucinati a vapore, al forno e senza aggiungere grassi ove non specificato.

Vanno infine aboliti i fuori pasto; a prima di colazione bisogna bere un bicchiere d’acqua e dopo cena una camomilla contro l’ansia da dieta.

Menù della dieta

Com’è stato già detto in precedenza questo regime dietetico permette di perdere circa due chili in cinque giorni, è particolarmente indicato per chi ha bisogno di perdere poco peso in poco tempo. Di seguito è illustrato un menù tipico della dieta del pomodoro, per condire i cibi sono concessi 4 cucchiaini di olio extravergine di oliva il giorno, è importante moderare l’uso del sale. La colazione è a base di una tazza di tè verde con un cucchiaino di zucchero o con del dolcificante e 30 gr di biscotti integrali. Lo spuntino a metà mattinata è a base di 200 gr di albicocche, mentre quello pomeridiano è composto da 150 gr di frutta fresca a scelta tra prugne o nespole.

pomodoro.jpg

Primo giorno

PRANZO: 70 grammi di insalata di grano, 100 grammi di peperoni grigliati, 50 grammi di pomodori, 50 grammi di cipolla saltata in padella o a crudo, insalata di carote e finocchi a crudo e 200 gr di melone.
CENA: 250 gr di crema di zucchine, patate e cipolle, spiedini di pesce, insalata mista preparata con ravanelli, 100 gr di 100 grammi di lattuga, 200 grammi di pomodori.

Secondo giorno

PRANZO: 50 gr di pasta fredda con 50 gr di tonno al naturale e pomodoro, insalata di peperoni saporiti con 100 grammi di pomodorini freschi, aglio, un cucchiaio di aceto, 1 filetto d’ acciuga, qualche cappero, basilico, 1 cucchiaino di olio e 200 gr d’ insalata verde.
CENA: 50 gr di riso al pomodoro preparato con 100 grammi di pomodori e 50 grammi di cipolla saltati in padella, 120 gr di bistecca ai ferri condita con erbe aromatiche a piacere e 200 gr d’insalata verde.

Terzo giorno

PRANZO: 50 gr di penne al pomodoro condite con 200 grammi di pomodori e 50 grammi di cipolla saltati in padella, un uovo strapazzato con le zucchine e 200 gr d’ insalata di lattuga e pomodori freschi.
CENA: 200 gr di minestrone di verdure miste, insalata di mare preparata con 4 gamberi, 40 grammi di polpo, 30 grammi di calamari lessati, 50 grammi di sedano, 1 carota, il succo di 1 limone, prezzemolo, 1 cucchiaino di olio e un’ insalata di carote e zucchine crude o grigliate.

Quarto giorno

PRANZO: 50 gr di pasta alle zucchine, un’ insalata di salmone preparata con 200 grammi di insalata mista, 30 grammi di salmone affumicato, 50 grammi di pomodori freschi e 200gr di carote alla julienne.
CENA: bruschetta con 50 grammi di pane, 60 grammi di pomodori freschi, origano, basilico, involtini di zucchine con ricotta, 300 gr di verdure grigliate.
PRANZO: 50 gr d’ insalata di riso con 100 grammi di pomodori freschi, 40 grammi di sottaceti, 20 grammi di olive, insalata di pollo con 50 gr di peperoni e pomodori, un’insalata di lattuga e pomodoro.
CENA: una panzanella alla toscana con 50 grammi di pane casereccio a fette condito con 1 cipolla rossa di Tropea, 2 pomodori freschi, origano, 50 grammi di sedano, basilico, 1 cetriolo, 50 grammi di tonno al naturale, 5 capperi sottaceto, 1 cucchiaino di aceto, 1 cucchiaino di olio e 200 gr d’ insalata verde e 150 gr di melone.

Se vuoi accompagnare il tuo regime alimentare ad una corretta gestione dell'allenamento, ti consigliamo quest'offerta Amazon

cyclette-amazon.png

Benefici e rischi della dieta del pomodoro

Dove sono finiti i rischi e le insidie della dieta del pomodoro? Beh, molto banalmente: non ce ne sono o quasi.
Naturalmente se soffrite di forme estremamente severe di gastrite ingerire ingenti quantità di un alimento così acido sicuramente potrebbe non giovarvi. Infatti una dieta che contiene grandi dosi di pomodoro dovrebbe essere evitata da chi soffre di iperacidità di stomaco o di reflusso gastroesofageo, dal momento che favorisce la secrezione di acido cloridrico nello stomaco e potrebbe peggiorare i sintomi.

Ma, per una persona normale che gode di buona salute, la dieta del pomodoro è sicuramente consigliabile: si perderà peso, ci si disintossicherà e…non solo. Infatti la grandissima sorpresa è che il pomodoro, signori, non solo non fa male, ma fa addirittura bene!

Vi sono anche delle novità recenti che contribuiscono a far risaltare ancor di più l’importanza del pomodoro nell’alimentazione di una persona, specialmente di una donna. Secondo uno studio compiuto dall’americana Rutgers University, infatti, mangiare spesso questo alimento favorirebbe non solo la prevenzione di molte problematiche dal punto di vista cardiovascolare oppure il temutissimo diabete: il pomodoro si dimostrerebbe anche in grado di prevenire il cancro al seno! Gli scienziati specificano che gli effetti benefici si verificano solamente se si consuma l’ortaggio maturo, i pomodori verdi, al contrario, possono avere risvolti negativi anche gravi poiché ricchi di solanina, un alcaloide altamente tossico per il nostro organismo. 


Potrebbe interessarti

Rimedi per il bruciore di stomaco: contrastare acidità

Uno dei dolori più invasivi e fastidiosi che il corpo umano possa provare è il bruciore di stomaco. Si tratta di un disagio anche piuttosto frequente che può avere diverse cause, sia di natura fisica che psicologica.

Dieta per la candida: come curare il disturbo?

donna sorriso

Esiste uno stretto legame tra funghi e batteri, ecco perché curare la candida vuol dire anche curare la cistite. Ma alla base del problema non c’e’ il batterio o il fungo ma l’equilibrio della persona e gli alimenti che l’aiutano a ritrovarlo.

Pentola a pressione: l'importanza di possederne una

Gestire i ritmi casalinghi per una famiglia, con due genitori che lavorano e si dividono i compiti relativamente agli impegni dei figli e della cura della casa, è una sfida giornaliera.
Questo comporta spesso fare pranzi e cene veloci, magari ordinando cibo da asporto o fermandosi al primo fast food.

I più condivisi

Omeopatia: funziona davvero? Scoprilo con noi

omeopatia.jpg

"L’Antica Farmacia Orlandi" dal 1868 studia e vende rimedi fitoterapici e omeopatici, qualificandosi tra le prime farmacie campane a specializzarsi in questi campi. Ad oggi presenta una sezione di ordine e spedizione su piattaforma per la compravendita di Farmaci Omeopatici Online, qui infatti possiamo trovare una varietà di prodotti afferenti all’omeopatia, sotto forma di bioterapici, capsule, unguenti, colliri, gocce, olii, polveri, sciroppi, spray e supposte, ma soprattutto in granuli da sciogliere sotto alla lingua; ricordiamo che nei granuli le sostanze attive sono spesso disciolte nel lattosio, perciò è conveniente optare per altre soluzioni in caso di intolleranza a tale zucchero.

Eliminare l'adipe dell'addome: dire addio al tessuto grasso

Eliminare l'adipe dell'addome

L'adipe, conosciuto anche con il nome di tessuto adiposo, è formato da particolari cellule, gli adipociti e sono divise in tessuto adiposo bruno e bianco.

Massaggio Ayurveda: l'antico trattamento indiano

Ayurveda è un termine di origine indiana che sta a significare “scienza della vita”, Ayus “vita”, Veda “conoscenza”. In generale L’Ayurveda è un sistema di medicina nato in India più di 5000 anni fa, con lo scopo di controllare la nostra via senza l’ostacolo della vecchiaia o della malattia.

Leggi anche...

Dieta Miami: meglio perdere pochi chili ma in pochi giorni

Dieta Miami

Con la Dieta Miami non ci fa paura l'’estate è sempre più vicina. Proprio in questo periodo, infatti, la maggior parte delle persone si accorge di aver preso qualche chilo di troppo e di aver perso il proprio peso forma

Leggi anche...

L'intimo contenitivo: essenziale per riuscire a far sentire una donna completa

intimo-contenitivo-black.jpg

Un numero sempre maggiore di donne decidono di orientarsi verso l'utilizzo di lingerie modellanti per definire meglio non soltanto la silhouette ma anche per migliorare totalmente il proprio benessere.

Leggi anche...

Benefici del pilates: scopriamo insieme quali sono i maggiori

Per chi non lo sapesse, il pilates è un sistema di allenamento di tipo rieducativo, preventivo ed anche, almeno in ipotesi, terapeutico e riabilitativo che focalizza tutte le attività sul controllo della postura che, si sa, ci serve per poter essere armonici e fluidi nei movimenti, caratteristica che viene meno soprattutto con l’avanzare dell’età.
Per queste ragioni vi sono molteplici benefici del pilates che cercheremo di descrivervi con l’intento di permettervi di valutare se e quanto questa disciplina possa fare al caso vostro.