Quando arriva l’estate il sogno di eliminare i peli superflui con un battito di ciglia si fa sempre più ricorrente. L’alta tecnologia da sempre si interroga sulle soluzioni migliori da offrire per risolvere piccoli grandi dilemmi della vita quotidiana, proprio come quello dell’epilazione.

All’inizio la possibilità di utilizzare un epilatore professionale era riservata ai centri estetici più all’avanguardia, oggi non è più così e ci si può dedicare al proprio benessere stando comodamente tra le mura di casa grazie a strumenti ad hoc. L'epilatore a luce pulsata ad alta intensità (indicati spesso anche con la sigla IPL, ovvero Intense Pulsed Light) rappresenta il meglio che la tecnologia del settore ha da offrire. Sono parenti stretti del laser e ricorrono a delle radiazioni luminose che hanno l’obiettivo di andare a indebolire il pelo fino a eliminarlo, in maniera progressiva e per un effetto a lunghissima durata. 

Le melanina e il fascio di luce: le regole per non sbagliare

Bisogna fare subito una precisazione relativamente al funzionamento e all’efficacia di questo particolare strumento, iniziando col dire che l’obiettivo dell’epilatore a luce pulsata è la melanina. Lo strumento potrà avere una maggiore efficacia sulle pelli chiare, caratterizzate da peli scuri. Qui infatti il fascio luminoso viene del tutto assorbito dalla melanina contenuta nel pelo (e non da quella della pelle). Per quanto riguarda il caso di pelli scure con peli scuri, qui avremo un risultato che potrà essere meno immediato. E’ facile comprendere il motivo: il fascio luminoso in tal caso verrà assorbito in parte anche dalla melanina della pelle. Più difficoltosa infine l’epilazione con luce pulsata per chi abbia pelle scura e peli chiari: la melanina colpita dal fascio luminoso in tal caso sarà soprattutto quella della pelle. Naturalmente però la ricerca è sempre in movimento ed è possibile trovare in commercio apparecchi capaci di rispondere a diverse necessità e a una casistica ampia. C’è inoltre la possibilità di andare ad agire sul fascio di luce che il diodo emette, adattandolo alla particolare tipologia di pelle e ai peli. 

I consigli per scegliere il migliore apparecchio 

Epilatore a luce pulsata

Per potersi dedicare in tutta sicurezza all’epilazione con luce pulsata sia sulle gambe che su parti sensibili del corpo come viso e inguine, la cosa migliore da fare è dotarsi di un apparecchio generico e di uno pensato proprio per la zona bikini e per il volto. E’ bene in questa sede precisare come il trattamento delle sopracciglia con questi strumenti sia sempre sconsigliato: ci si può dedicare soltanto alla zone al di sotto degli zigomi, poiché il rischio per gli occhi sarebbe troppo alto (anche con gli occhialini). Per quanto riguarda le controindicazioni, sarà utile sottolineare come l’epilatore a luce pulsata sia pensato e progettato per poter essere tranquillamente usato anche da mani non esperte. Tra gli elementi da valutare al momento della scelta, come spiega nel suo approfondimento il portale www.epilatorelucepulsata.net, ci sono: design ergonomico, adattabilità alla pelle, caratteristiche tecniche e qualità costruttiva oltre - naturalmente - al prezzo.

Epilatore a luce pulsata: ecco alcuni consigli

Per scegliere correttamente il proprio epilatore a luce pulsata è importante non solo conoscere la propria pelle e la natura dei propri peli ma anche conoscere il tempo necessario per ottenere dei risultati. Come detto prima, l’epilatore a luce pulsata va a colpire il bulbo pilifero che con il tempo va ad inibire la ricrescita del pelo quindi non aspettatevi risultati alla prima seduta: ne saranno necessarie almeno tre per notare delle differenze e il tutto rispettando tutte le indicazioni per il trattamento e senza saltare alcuna seduta o se ne ritarderanno gli effetti. Un errore comune da evitare assolutamente è quello di effettuare più trattamenti di quelli indicati per avere benefici più rapidi, niente di più sbagliato perché in questo modo andrete a danneggiare la vostra pelle. In genere si effettua una seduta ogni due settimane per i primi tre o quattro mesi, poi si inizia ad effettuare una sola seduta al mese per i successivi quattro ed infine finirete, se il trattamento è stato effettuato correttamente, per effettuare delle sedute di mantenimento una o due volte all’anno finendo per essere soddisfatte totalmente.

Come capire le prestazioni della lampada

L’elemento principale che costituisce l’epilatore a luce pulsata è sicuramente la lampada e per capire quale sia quella che fa al caso vostro occorre comprenderne le prestazioni. Per capire quali siano e quindi quale epilatore a luce pulsata scegliere vi basterà esaminare le caratteristiche presenti nelle schede tecniche, cioè:

  • Fluenza o intensità luminosa, termine con cui si intende la potenza della lampada e quindi quanta energia colpisce la parte trattata e viene espressa in J/cm².
    Naturalmente tale parametro non raggiunge livelli troppo alti ma varia da modello a modello e può andare da un valore minimo di due ad un massimo di 8-9 ma l’efficacia dell’epilatore a luce pulsata deriva comunque dalle caratteristiche della propria pelle e dei propri peli, non tanto da quelle dell’intensità luminosa.
  • Spettro luminoso: la luce è energia che si propaga sotto forma di un’onda ed in questo caso la melanina assorbe le lunghezze d’onda dai 550 ai 650 nm, mentre il bulbo pilifero di 650 nm, motivi per cui un buon epilatore a luce pulsata dovrebbe avere un range che parte dai 550 nm e arrivare ad un massimo di 1200 nm. 
  • Numero di impulsi: in genere è consigliabile sceglierne una che ne abbia un numero pari a 6000 per poter effettuare le prime 5 sedute e 3 di mensili di mantenimento.

 

 


Potrebbe interessarti

Antiossidanti: cosa sono e cosa fanno questi elementi

donna sorriso

Gli antiossidanti sono sostanze chimiche naturalmente presenti in alcuni alimenti. Esistono diversi tipi di antiossidanti, inclusi oligoelementi, micronutrienti e alcune vitamine, come le vitamine A, C ed E. Gli alimenti in cui sono presenti sono principalmente frutta e verdura. Ad esempio, la vitamina A è presente nelle uova, nei latticini; la vitamina C in agrumi, fragole, peperoni... e la vitamina E in spinaci, asparagi, mandorle, noci e altro ancora. Inoltre, frutta, verdura e cereali integrali ricchi di antiossidanti sono anche tipicamente ricchi di fibre, a basso contenuto di grassi saturi e colesterolo e buone fonti di vitamine e minerali. 

Pressoterapia: funziona? Risveglia la circolazione?

La pressoterapia è un efficace trattamento di compressione, che aiuta a ripristinare la funzionalità circolatoria venosa e linfatica, riducendo il gonfiore, la tensione muscolare, lo stress e il dolore.
 Questa tecnica può infatti divenire una risposta ai principali inestetismi del corpo, in particolare di addome, gambe e fianchi.

Dieta del gelato: dimagrire con gusto

L’estate freme ad arrivare e con essa anche la nostra voglia di una linea impeccabile che spesso però vorremmo raggiungere senza troppe rinunce.
Per raggiungere dei buoni risultati però le rinunce ci sono e come, e di conseguenza è bene mettersi l’anima in pace a fare i sacrifici richiesti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Trattamento detossinante: come eliminare le impurità cutanee

Trattamento detossinante

Il trattamento viso detossinante è l’ideale per depurare in profondità e per eliminare tutte quelle tossine che tendono ad accumularsi nell’epidermide. Ideale per eliminare le impurità da qualsiasi tipo di pelle, anche le più sensibili.

Calorie della Bresaola: scopriamo il suo apporto nutrizionale

calorie della bresaola

Cibi sani? Le poche calorie della bresaola, per gli amanti di insaccati e salumi sono una manna dal cielo, infatti questo salume si può mangiare in quasi tutti i regimi dietetici che devono essere poveri di calorie.

Calorie da assumere in una dieta: ecco la giusta dose!

Le calorie che si assumono durante la dieta, chiamate anche calorie alimentari, sono indicate dalla sigla Cal o kcal, e indicano l’apporto energetico che ogni alimento offre al nostro corpo.

Leggi anche...

Dieta Plank: scopri come perdere 9 kg in due settimane

Immagine d'esempio usata nell'articolo Dieta Plank: scopri come perdere 9 kg in due settimane

Le origini della dieta Plank non sono ancora conosciute, erroneamente la si associa alla Max Planck Society, il cui fondatore è Max Karl Ernst Ludwig Planck, un pilastro della fisica contemporanea, anche se il legame è privo di fondamenta.

Leggi anche...

Massaggio alla nuca antistress: come liberarsi dallo stress e dalle tensioni quotidiane

Il mal di testa è una situazione comune a tantissime persone e molto spesso, esso, è provocato da una postura sbagliata mantenuta per un tempo prolungato o dallo stress a cui quotidianamente siamo sottoposti. Un massaggio nuca antistress può aiutare a rilassarsi, liberando tutto il corpo da ogni tipo di tensione e da tutti gli stress alleviando, quando è presente, il mal di testa.

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.