Uno dei dolori più invasivi e fastidiosi che il corpo umano possa provare è il bruciore di stomaco. Si tratta di un disagio anche piuttosto frequente che può avere diverse cause, sia di natura fisica che psicologica.

Chi soffre di acidità e bruciori di stomaco in genere ha anche difficoltà in fase di digestione, le quali posso causare problemi anche più gravi.

L’acidità di stomaco si manifesta quando i succhi gastrici arrivano in zone dello stomaco dove non dovrebbero essere, generando in questo modo una forte sensazione di bruciore. In alcuni casi il fastidio rimane localizzato a livello di torace mentre in altri la sensazione di acidità arriva fino alla gola. Nel primo caso si tratta di Pirosi, mentre nel secondo caso di reflusso gastroesofageo.

Quest’ultimo disturbo può avere diverse cause, non è necessario soffrire di una patologia in particolare per riscontrare problemi di reflusso gastrico, ma è sempre bene rivolgersi ad un medico, in quanto una delle principali cause è l’ernia iatale.

Se vi capita spesso di riscontrare bruciore di stomaco dopo i pasti, in fase di digestione, probabilmente soffrite di gastrite acuta. Si tratta di un’infiammazione della parete dello stomaco causata molto probabilmente da alcune cattive abitudini alimentari oppure da uno stile di vita stressante. vediamo allora quali possono essere i più comini rimedi per il bruciore di stomaco.

Come rimediare al bruciore di stomaco

Per rimediare a questo fastidioso disturbo, ci sono diversi metodi. Si può scegliere se utilizzare dei rimedi per il bruciore di stomaco fai da te oppure se ricorrere, nei casi più gravi, a dei presidi medici come ad esempio nexium compresse per il bruciore di stomaco e reflusso acido. Prima di scegliere la cura più adatta al vostro caso, vi consigliamo di consultare il medico che potrà diagnosticare la gravità della situazione e consigliarvi il trattamento che fa per voi. Noi intanto vogliamo consigliarvi alcuni rimedi per il bruciore di stomaco , del tutto naturali e non invasivi, per alleviare il fastidio causato dall’acidità di stomaco.

Succo di limone o bicarbonato di sodio?

Contro ogni aspettativa, vince il succo di limone! Strano vero? In effetti la credenza che bere acqua e bicarbonato dopo un pasto, per alleviare il brucio, è piuttosto insensata, infatti, in questo modo il PH dello stomaco passa repentinamente da un valore di 2 (il suo status naturale) ad un valore di 7, causando un immediato vuotamento dello stomaco. Ovviamente non appena manderete giù il bicchiere avrete, proprio per questo motivo, una sensazione di sollievo, destinata a svanire dopo poco tempo, in quanto svilupperete tramite il bicarbonato, un ambiente alcalino che stimolerà le cellule gastriche a produrre una quantità ingente di acido cloridrico, principale componente dei succhi gastrici.

rimedi per il bruciore di stomaco

Al contrario, con un paio di cucchiaini di succo di limone, riuscirete, grazie ad un lieve aumento dell’acidità, a svuotare lo stomaco dagli eccessivi succhi gastrici che finiranno nel duodeno per poi essere neutralizzati dal bicarbonato prodotto, naturalmente, dal pancreas.

Evitare carboidrati e zuccheri

Gli zuccheri di qualsiasi tipo, in un ambiente caratterizzato da un PH molto acido tendono a fermentare causando gonfiore addominale ed eruttazioni acide. Insieme a pasta e dolci dovreste evitare anche la frutta, storicamente ricca di saccarosio. Sebbene possa sembrare un’ottima idea mangiare un sano frutto per rimediare al mal di stomaco, potrebbe, al contrario, rivelarsi una scelta letale.

Il peperoncino: uno fra i rimedi per il bruciore di stomaco

Il peperoncino, a differenza delle altre spezie piccanti sconsigliate per il bruciore di stomaco, è uno degli ottimi rimedi per il bruciore di stomaco. Questa pianta piccante, infatti oltre ad essere un potente digestivo naturale, è anche un ottimo disinfettante la cui azione antibatterica contrasta la diffusione dell’Helicobacter Pylori, il batterio che ausa appunto l’infiammazione della parete dello stomaco e la conseguente produzione di acidi.

Il bruciore di stomaco in gravidanza: ecco i nostri consigli

Durante la gravidanza il corpo della donna subisce numerose variazioni a livello ormonale ma non solo, le dimensioni dell’utero, infatti, aumentano per poter ospitare il bambino e questo determina un rilassamento della muscolatura dell’esofago ed in particolare della valvola posta tra questo e lo stomaco, determinando, spesso, bruciore di stomaco e acidità, oltre che peggiorare l’eventuale predisposizione al reflusso gastroesofageo se già presente da prima.

Tuttavia, essere incinta non deve in alcun modo farvi sentire condannate a subire il bruciore di stomaco, anzi, vi basterà adottare alcune strategie per poter prevenire questo disturbo e ridurre il rischio di bruciore di stomaco.

Il primo fra i rimedi per il bruciore di stomaco riguarda sicuramente i pasti: puntate su pasti frequenti ma leggeri, più lo stomaco è pieno, infatti, e più il suo contenuto acido tende a risalire, l’ideale sarebbe mangiare cinque volte al giorno in modo da non appesantirsi troppo durante i pasti principali.

Un altro fra i rimedi per il bruciore di stomaco riguarda la scelta degli alimenti, evitate dunque cibi fritti e speziati o troppo acidi come pomodori, agrumi, succhi di frutta, bevande gassate e caffè, optate per tisane o camomille che invece aiutano lo stomaco a rilassarsi proteggendone la mucosa interna ed evitando la comparsa del bruciore di stomaco.

Forse non ci avete mai pensato, ma anche l’abbigliamento ha il suo ruolo in questa storia, il nostro consiglio è infatti quello di prediligere abbigliamenti comodi: gli indumenti troppo stretti sull’addome possono premere sullo stomaco e peggiorare la situazione senza che ve accorgiate. Continuiamo il nostro articolo sui rimedi per il bruciore di stomaco.

Evitate, inoltre, di distendervi a letto subito dopo aver mangiato un pasto abbondante perchè non fa che facilitare la risalita dei succhi gastrici e quindi determinare il bruciore di stomaco. Se avete esigenze in termini di ore di sonno perché magari lavorate o siete abituate ad andare a dormire presto, allora spostate l’orario della cena in modo tale da evitare spiacevoli fastidi.

Infine fra i rimedi per il bruciore di stomaco, per la notte, il consiglio principale è quello di dormire in una posizione leggermente inclinata sollevando quindi sia la testa che la parte superiore del tronco attraverso dei cuscini o, magari, aggiungendo qualcosa sotto il materasso.

Qualora nessuno di questi accorgimenti dovesse funzionare e doveste essere stanche di tollerare il bruciore di stomaco sappiate che in farmacia è possibile trovare dei farmaci che possono essere utilizzati tranquillamente in gravidanza, si tratta di antiacidi -a base di calcio, magnesio e alluminio- e alginati, evitando, invece, quelli a base di bicarbonato di sodio.

Speriamo che il nostro articolo sui rimedi per il bruciore di stomaco vi sia stato utile.

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group