E' il desiderio un po' di tutti quello di riuscire a perdere peso il più velocemente possibile. Chiunque vorrebbe ottenere un corpo snello in poco tempo, anche se questo dovesse comportare enormi sacrifici. Ed è proprio quello che succede a molti da qualche anno a questa parte, soprattutto dopo l'avvento della tecnologia e di internet.

Il consiglio di un'amica, l'articolo letto su internet o sulla pagina di una rivista in molti casi arrivano a sostituire i preziosi consigli di professionisti che davvero se ne intendono di dimagrimento. Ci si dedica così a diete che promettono grandi risultati, ma che spesso ti costringono ad ingurgitare disgustosi beveroni o a consumare pasti vuoti, privi dei nutrienti principali indispensabili per la buona salute dell'organismo.

L’esigenza di perdere peso si fa poi sentire durante il periodo pre-estivo quando le giornate iniziano a diventare più lunghe, il sole inizia a splendere, il nostro umore migliora e sentiamo l’avvicinarsi delle vacanze estive che per molti di noi significano solo una cosa: mare, mare e ancora mare.
Andare al mare significa mettersi in costume ed è questo che fa affiorare tutte le nostre insicurezze relative al nostro corpo e che ci fanno venir voglia di “aggiustarlo” finché c’è ancora tempo, anche se poco, ignorando che è l’intero stile di vita a mantenerci per prima cosa sani che è ancora più importante di apparire belli.

Risultati momentanei

Inizialmente è molto probabile, anzi è praticamente sicuro, che questo tipo di diete funzionino. Ma si tratta di un risultato momentaneo. Sicuramente, ognuno di voi ha avuto un'amica/o che è riuscita a perdere un grande quantitativo di chili in pochissimo tempo seguendo una rigidissima dieta trovata su internet. Ma vi siete mai chiesti cosa succede dopo?
Nella maggior parte dei casi, dopo essere riusciti a perdere un certo peso, il dimagrimento si arresta di colpo, o va molto a rilento o addirittura capita che il percorso venga stroncato per mancanza di motivazione o perchè troppo rigido. Ma cosa peggiore, tutti i chili persi vengono riacquistati in breve, con gli interessi.

Ma quali sono queste diete vuote che promettono dei grandi risultati ma che in realtà potrebbero peggiorare la situazione? Vediamolo insieme:

  1. Dieta Naturhouse
  2. Dieta Dukan
  3. Dieta del dott. Lemme
  4. Tisanoreica
  5. Dieta Herbalife
  6. Dieta dei 3 giorni
  7. Dieta a Punti
  8. Dieta Detox
  9. Dieta Del Gruppo Sanguigno
  10. Dieta Del Supermetabolismo

Quindi, bisogna fare molta attenzione quando ci si trova di fronte ad una di queste diete. In sostanza, non esiste una dieta che va bene per tutti. Ogni organismo ha bisogno di un regime alimentare ricamato ad hoc per se. La dieta prescritta ad una donna non può mai andare bene per un uomo, una ragazzina o un anziano. E' molto importante rivolgersi ad uno specialista nel settore del dimagrimento, che in un primo momento vi prescriverà delle analisi per comprendere meglio il vostro stato di salute, dopodichè calcolerà il vostro indice di massa grassa e magra. Solo dopo i giusti approfondimenti, vi sarà dato uno schema alimentare da seguire.

Come si può pensare, nel caso della dieta Tisanoreica, di riuscire a perdere peso in maniera sana alimentandosi di sole tisane? E' pressoché ovvio che, tornando a mangiare in maniera normale (probabilmente anche più di prima visto il periodo di semi digiuno), si riacquisti tutto i chili persi con gli interessi.

Ricordiamo che lo scopo di intraprendere una dieta è quello di prendersi cura del proprio corpo e della propria salute. Non ha alcun senso investire il proprio tempo nel seguire un programma di perdita di peso, incompleto o sbagliato, magari spendendoci anche del denaro, senza poi conseguire alcun risultato e, addirittura, peggiorando la situazione iniziale.

Solo affidandosi a dei professionisti e allenandosi in maniera corretta sarà possibile ottenere risultati duraturi e perdere i chili in eccesso in maniera salutare.

Qualità o quantità?

Spesso queste diete si basano sul cambiamento delle quantità di cibo da assumere durante la giornata, finendo per dare il via a periodi di digiuno più o meno prolungato e più o meno evidente.
Per evitare di cascare in queste inutili soluzioni che si presentano sempre come facili, è necessario comprendere che è la qualità del cibo, i condimenti e la relazione tra quello che mangiamo nel corso di una giornata sono elementi molto più importanti della quantità che in ogni caso va sempre calcolata in funzione di fattori come l’età, il sesso, il peso attuale e tutti fattori che riguardano il fabbisogno giornaliero.
Puntate quindi sulla scelta di prodotti naturali, evitando cibi preconfezionati e fast food, cercate di cucinare il più possibile e in questo modo vedrete che il piacere di mangiare verrà da sé perché, come molti sanno, gustare un piatto preparato con cura e attenzione lo renderà sicuramente più buono.
Imparare a mangiare è infatti l’unico passo che bisogna fare per trasformare quello che viene comunemente definito “dieta” in un vero e proprio “stile di vita”, un cambiamento che non va collegato al repentino dimagrimento in vista della prova costume, ma l’inizio di un percorso che non possiede una meta perché coincide con la vita quotidiana.
Associare la dieta ad un periodo di crudeli privazioni, pensando di privarti di qualcosa che è un tuo diritto, è il modo peggiore per iniziare, rendendo ogni sforzo vano.
Quello che chiunque dovrebbe fare, quindi, sovrappeso o meno, è comprendere che alcune abitudini fanno male a tutti (la quantità di carboidrati che si assumono in una giornata, la quantità di zucchero nel caffè, la quantità di acqua che si beve) e che tutti quanti devono necessariamente assumere uno stile di vita consono per il mantenimento del proprio peso forma.





Potrebbe interessarti

Centro dimagrimento Roma: semplici mosse per dimagrire

Purtroppo non sempre le diete e lo sport aiutano a perdere i chili di troppo, spesso è necessario affidarsi nelle mani di esperti per riuscire a raggiungere di nuovo il proprio peso ideale.

Leggi tutto...

Dieta diabete tipo 1: i cibi concessi

Il diabete è una malattia che non permette all’organismo di metabolizzare lo zucchero che si trova nel sangue. Le persone che soffrono di diabete devono seguire una dieta diabete che non però non è molto restrittiva.

Leggi tutto...

Benessere psicologico: i cibi che incidono sulla salute mentale

Perché quando si è di cattivo umore spesso si avverte il desiderio di mangiare la cioccolata? 
Oppure perché quando si vuole conciliare il sonno ci si coccola con un bicchiere di latte e biscotti? E ancora, come mai durante il ciclo mestruale alcune donne sentono il bisogno di mangiare i dolci? C’è una risposta scientifica a tutto questo e risiede nella produzione di una sostanza chiamata serotonina.

Leggi tutto...

Bevande energetiche naturali: facciamo chiarezza

Le bevande energetiche o Energy drink – come quelle di Vitelica – sono sempre più richieste sul mercato per le loro proprietà “energizzanti” appunto, per il senso di appagamento che infondono.

Leggi tutto...

Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

Leggi tutto...

I più condivisi

L'endermologia nel trattamento contro la cellulite

L'Endermologia (nota anche come LPG Endermologie) è una tecnica non invasiva, molto efficace come terapia contro la cellulite, che evidenzia a livello del tessuto cutaneo un miglioramento del flusso linfatico e vascolare oltre che del metabolismo delle cellule adipose e dei fibroblasti.

Leggi tutto...

Dieta antiossidante: sveliamone i segreti

La dieta antiossidante prevede l'assunzione di alimenti ricchi di vitamine A, C, E, che si trovano in carote, spinaci, agrumi, pomodori, flavonoidi e minerali come il selenio, che aiuta a prevenire i radicali liberi e a nutrire pelle e unghie.

Leggi tutto...

Dieta macrobiotica: alimentazione Yin e Yang

Uno dei maggiori sostenitori della dieta macrobiotica è stato Nyioti Sakurazawa, un medico e filosofo, attratto della filosofia orientale. Secondo il dottor Sakurazawa, noto anche sotto il nome di George Ohsawa, un alimentazione corretta è l’unico modo per poter mantenere il proprio peso ideale e ridurre il rischio di contrarre alcune particolari patologie.

Leggi tutto...

Qual è la corretta dieta per un atleta?

Sappiamo tutti quanto sia importante per un atleta seguire una corretta alimentazione: ma qual è la migliore dieta per un atleta?. Il mangiare in maniera delicata e proporzionata al proprio impegno atletico è molto importante, soprattutto in considerazione del fatto che può essere considerata a tutti gli effetti un arma in più. 

Leggi tutto...

Dieta menopausa: l'alimentazione giusta

Una delle fasi più importanti di una donna è sicuramente quella della menopausa; essa provoca l'interruzione del lavoro delle ovaie e una ridotta diminuzione della produzione di estrogeni. Per riuscire ad alleviare gli effetti negativi della menopausa, sarebbe utile seguire una dieta menopausa, prima che il fenomeno si verifichi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dieta minestra: sveliamone le caratteristiche

La dieta a base di minestra è ideale da seguire soprattutto l'inverno. Le minestre e le zuppe sono una delle pietanze più consumate durante il periodo invernale. Oltre a essere piatti caldi e facili da preparare, le minestre e le zuppe concedono al nostro organismo importanti benefici, sia dal punto di vista nutrizionale che dietetico, offrendo un buon apporto di liquidi e contribuendo a raggiungere più velocemente il livello di sazietà.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Snellire i fianchi dalla ritenzione idrica

La ritenzione idrica subentra soprattutto in quei soggetti sedentari che hanno superato i 25-30 anni d'età. E' un fenomeno che interessa soprattutto le donne e, in generale, le persone che stanno in piedi o sedute per lungo tempo, con variazioni brusche del peso corporeo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali esercizi fare per ridurre i dolori della lombalgia

Il mal di schiena è uno dei malesseri più ricorrenti nelle popolazioni nord occidentali, ma le tipologie di dolori alla schiena sono molteplici e ognuna ha cause e sintomatologie diverse. La lombalgia, per esempio, è una condizione dolorosa della colonna vertebrale che non è una malattia di per sé, ma sintomo di altre patologie.

Leggi tutto...
Go to Top