Ridurre l'appetito naturalmente: 18 cibi per tenere a freno la fame

Io non sono una grande fan del prendere pillole per la dieta o di quegli inserimenti suppletivi chimici che servono per la perdita di peso o per sopprimere l'appetito.

In verità, ho controllato un sacco delle più popolari pillole dimagranti, quelle ricche di additivi chimici, sul mercato, e non sono rimasto molto colpito da nessuna di esse.. Ma cosa succede se ci fosse un modo per mangiare un sacco di cibo ma ancora riuscire a perdere peso?

E' tutta una questione di scegliere i cibi giusti per aiutare a tenere sotto controllo l'appetito. Così ho fatto una raccolta dei migliori prodotti alimentari per impedirvi di mangiare più di quanto vi serva per saziarvi. Basta solo decidersi a cambiare il proprio stile di vita alimentare.

Cannella (in modo naturale)

La cannella è stato chiamata 'bendaggio gastrico naturale', grazie alle sue potenti abilità sopprimere l'appetito.

In uno studio sulla cannella, ai partecipanti è stato chiesto di aggiungere solo 6 g di spezia dolce al budino di riso, nel tentativo di scoprire il suo effetto sull'appetito.

Si è constatato che la cannella ha rallentato l'assorbimento dei carboidrati a livello dell'intestino tenue con i partecipanti con cannella più sazi di quelli che mangiavano il budino senza cannella. Mi piace aggiungere una spolverata di cannella ai miei frullati o allo yogurt greco e mi tiene pieno per ore.

Altre spezie macinate come chiodi di garofano e zenzero possono anche aiutare ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue, che a sua volta controlla il vostro appetito.

Pepe di Cayenna: aiuta a ridurre la fame con l'omeopatia?

Uno studio pubblicato su Clinical Nutrition ha esaminato l'effetto della capsaicina, una sostanza importante nel pepe di cayenna, sull'appetito.

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che hanno consumato la capsaicina con tè verde si sono sentiti parecchio sazi. La capsaicina ha anche proprietà termo-genetica, il che significa che fa salire la temperatura corporea, aumentando il flusso di sangue e il metabolismo.

Inoltre, l'aggiunta di qualsiasi tipo o di erbe o spezie per il cibo lo rende più gustoso. E gli alimenti il cui gusto è più ricco di quelli con gusto meno forte sono da considerare migliori perché rendono la persona che li mangia più sazia.

Menta (da prendere in erboristeria)

Uno studio del 2007 della Wheeling Jesuit University ha esaminato l'effetto di menta piperita su livelli di fame.

E' bastato far annusare la menta piperita ai partecipanti per far mangiare '' significativamente meno calorie totali, calorie da grassi saturi, grassi totali e zucchero!"

Essi hanno inoltre valutato i livelli di fame e le voglie di cibo come significativamente inferiori rispetto a quelli che non hanno respirato il profumo di menta piperita.

Far bollire una pentola di tè alla menta, aggiungere alcune foglie di menta per l'acqua, o provare una gomma da masticare alla menta per tenere a bada l'appetito.

Mele con le erbe (e dunque senza farmaci o integratori)

La fibra solubile contenuta nella mela, chiamato pectina, è il segreto dietro il potere saziante di questo frutto comune.

La pectina riduce la quantità di zucchero e le calorie che vengono assorbite nel flusso sanguigno dopo un pasto, evitando picchi di zucchero nel sangue che portano ad una maggiore deposito di grasso.

Il Dottor Oz ricorda che la pectina di mele può tenervi pieno per un massimo di due ore dopo aver mangiato, che può essere tutto ciò che serve per arrivare diritti al pasto successivo senza spuntino. Prendo la mia mela a fette con un po 'di cannella per una doppia dose di sazietà.

Avocado e tisane

Molti dietisti rifuggono dall'avocado, sostenendo che il loro alto contenuto di grassi sia una brutta cosa. Ma se sapessero quanto sani siano i grassi contenuti nell'avocado cambierebbero idea.

Uno studio sugli effetti di sazietà dovuti all'avocado, ha chiesto a ventisei individui in sovrappeso (ma sani) di inserire avocado fresco in un pranzo, o sostituendo altri alimenti o semplicemente aggiungendolo al pasto.

Coloro che hanno aggiunto l'avocado fresco per i loro pranzi hanno avuto una diminuzione del desiderio di spuntino tra i pasti del 40% nel corso di tre ore, e del 28% su un periodo di cinque ore dopo il pasto.

Quanto avocado si dovrebbero mangiare? Beh, per ottenere i benefici completi, suggerisco mezzo avocado al giorno.

Legumi (le pillole e le pastiglie naturali)

I legumi sono incredibilmente ricchi di fibre e proteine e questo li rende perfetti per mantenere quel senso di sazietà. Inoltre aiutano a rilasciare una sostanza chiamata colecistochinina (CCK), un ormone digestivo che agisce come un inibitore naturale.

CCK adotta un approccio doppio per ridurre l'appetito. Essa permette al cibo di muoversi più lentamente attraverso l'intestino, che ti dà la sensazione di essere pieno per un periodo più lungo di tempo; e aumenta anche il livello di dopamina nel cervello, che aumenta il metabolismo e riduce la fame. Vedi perché i legumi sono perfetti?

Cioccolato fondente

Il cioccolato fondente può aiutare davvero a mangiare di meno! Ma solo se si sceglie di cioccolato fondente, che è noto per i suoi incredibili benefici per la salute.

Uno studio sul cioccolato bianco e fondente e gli effetti sulla glicemia, ha trovato che i partecipanti che avevano mangiato cioccolato fondente hanno notevolmente ridotto il peso.

E in un altro studio, come riportato sul sito Vailo.it (http://www.vailo.it), quelli che hanno mangiato cioccolato fondente poche ore prima il loro pasto hanno mangiato il 15 per cento in meno di chi aveva mangiato cioccolato al latte. I ricercatori hanno concluso che il cioccolato fondente riduce il desiderio di mangiare.

Frutta secca

La frutta secca contiene grassi sani per mantenere il colesterolo basso ed è piena di fibre e proteine. In particolare, provare mandorle e pinoli.

Uno studio condotto dalla European Journal of Clinical Nutrition ha mostrato che le mandorle alimentari possono aumentare il metabolismo e ridurre l'appetito. Alcuni acidi grassi presenti nel pinoli coreani possono sopprimere l'appetito.

Anche senza gli studi sapevo già fossero uno spuntino sano!

Edamame

150 grammi di edamame contengono solo 95 calorie, ma vantano oltre 8 grammi di proteine. E spuntini a base di soia hanno dimostrato di migliorare l'appetito, la sazietà e la qualità della dieta negli adolescenti, ma anche di migliorare l'umore e la cognizione.

Prendere il tempo per sgranare l'edamame significa anche prendere più tempo per mangiare, dando il tempo al cervello per rendersi conto che sei pieno. Una vittoria a tutti i livelli, non credi?

Verdura a foglia verde

Le verdure a foglia verde dovrebbe esserci in qualsiasi dieta equilibrata. Portano tanto a tavola in termini di antiossidanti e densità di nutrienti.

In particolare, l'alto contenuto di acqua e fibre nelle verdure a foglia verde aiutano a rimanere più pieni per più tempo. In più, queste verdure richiedono un sacco per essere masticate - l'atto stesso di masticare lentamente aiuta anche a sentirsi pieni.

Fiocchi d'avena

In primo luogo, l'avena è ricca di fibre, il che significa che vi lascia sazi per lungo tempo. In secondo luogo, ha un basso indice glicemico (IG), il che significa che si otterrà un lento rilascio di zucchero che ti tiene buono fino a pranzo senza cali di zucchero o morsi della fame.

Fidati di me, se sei il tipo di persona che ha fame entro un'ora di mangiare la prima colazione, è necessario provare la farina d'avena.

Semi di chia

I semi di chia sono uno strumento fantastico per la perdita di peso. In effetti, sono impressionanti per un sacco di motivi, ecco perché funzionano così bene per la perdita di peso: quando i semi sono immersi in un liquido, si espandono e assumono una consistenza gelatinosa.

E' proprio per questo che sono l'ingrediente perfetto per un budino sano. I semi nel liquido si espandono e rendono, quindi, sazi, in più sono ricchi di proteine.

Semi di lino

I semi di lino sono una grande fonte di omega 3, acidi grassi essenziali a base vegetale, con ogni cucchiaio contenente circa 1,8 g di omega 3.

E 'stato dimostrato che l'omega 3 può aiutare moltissimo nella dieta. Cosa c'è di più, i semi di lino sono ricchi di fibre. Se si scelgono i semi di lino nello yogurt si espanderanno come i semi di chia.

Olio di cocco

L'olio di cocco è il mio olio preferito per cucinare e si può aggiungere a frullati, caffè e condimenti per insalata. Cos'è che rende questo olio tropicale così diverso dagli altri oli?

È costituito da una percentuale di acidi grassi a catena media (MCFA), a differenza della versione a catena lunga (LCFA) in altri oli da cucina.

Studi hanno dimostrato che gli MCFA vengono ossidati nel fegato, il che significa che saranno bruciati come combustibile, e non memorizzati come grasso, come gli LCFA sono.

Quando l'olio di cocco viene utilizzato al posto di altri oli nella dieta, può aiutarvi a raggiungere i livelli di sazietà più veloci ed è un aiuto per la perdita di peso.

Aceto di mele

L'aceto di mele non filtrato (ACV), è un altro favorito famoso quando si tratta di perdita di peso e la salute generale.

E' uno dei miei preferiti, un ingrediente chiave. Non solo sopprime l'appetito, ma può anche aiutare a gestire i livelli di zucchero nel sangue.

In uno studio, ai partecipanti sono stati dati diversi livelli di ACV con i carboidrati sotto forma di pane bianco.

Le analisi del sangue hanno mostrato che maggiore è il livello di aceto adottato, minore è il glucosio nel sangue e il livello di insulina di partecipanti. Coloro che hanno consumato più aceto hanno anche riferito una sensazione di pienezza più ampia rispetto agli altri partecipanti.

Caffè

Sicuramente sapete un sacco di cose sul caffè, soprattutto dal punto di vista dell'energia e dell'essere bevanda stimolante.

E' anche un ottimo soppressore dell'appetito con studi che dimostrano che una tazza di caffè può ridurre il desiderio di mangiare nel breve termine.

Mentre il caffè può avere un sacco di benefici per la salute se consumato con moderazione, troppo caffè può svolgere un ruolo nella squilibrio ormonale, mal di testa, ansia e insonnia.

E ricordate che è solo caffè nero che ti aiuterà a perdere peso. Se stai bevendo un caffè pieno di panna e zucchero non avrà nessun senso.

Acqua

L'acqua è uno dei modi più semplici e più naturali per nutrire il vostro corpo.

E 'di vitale importanza per il corretto funzionamento di tutto, dai nostri reni al cuore, alla nostra pelle e al cervello.

A volte i nostri corpi pensano di essere affamati, quando in realtà hanno solo bisogno di idratazione. La prossima volta che sentite i morsi della fame, provare con un bicchiere o due di acqua prima e vedete se migliora.

Studi hanno dimostrato che se si bevono 3 bicchieri d'acqua prima di ogni pasto, si può perdere 44% in più di peso per un periodo di 12 settimane rispetto alle persone che non lo fanno.

Questo si verifica molto probabilmente perché l'acqua aumenta la sensazione di pienezza, impedisce di mangiare più del necessario.

E' per lo stesso motivo che gli alimenti con un alto contenuto di acqua - come pere, anguria, sedano e cetriolo - possono aiutare a rimanere più sazi.

Tè verde

Il tè verde aiuta naturalmente ad aumentare il metabolismo, ma i polifenoli antiossidanti del tè aiutano anche i livelli di glucosio e a controllare l'insulina.

Come ho già detto, mantenendo i livelli di zucchero nel sangue sotto controllo questo aiuta a combattere voglie e sopprimere l'appetito.

Il tè verde aumenta anche il rilascio di CCK (lo stesso ormone stimolato da fagioli e pinoli), che dice al cervello il corpo è pieno.

Quindi è facile capire perché il tè verde si riempie - ti sta dicendo che sei pieno! Il tè verde può indirettamente contribuire a mantenere il vostro appetito sotto controllo smettendo di mangiare emotivamente. Voi sapete di cosa sto parlando - quelle volte quando sei stressato, sopraffatto, arrabbiato o depresso e ci si azzanna una pizza intera o del cibo fast food.

Beh, gli studi hanno dimostrato che i polifenoli contenuti nel tè verde hanno proprietà anti-depressive. Interessante questa carrellata di alimenti, vero? E voi quali di questi elementi usate? Scrivetelo nei commenti!

Articolo aggiornato il

Ultimi aggiornamenti

Contatti

Per contattare la redazione del sito Buonadieta scrivere all'indirizzo email enr.mainero@gmail.com

 

Mangiar bene




Bendaggio gastrico: la riduzione dello stomaco

Il bendaggio gastrico è un intervento chirurgico volto a ridurre la parete dello stomaco, mediante l'introduzione di un anello di silicone attorno alla zona esofagea dello stesso; in questo modo, la tasca gastrica diventerà più piccola, assumendo la forma di irregolare di una clessidra, e si avrà bisogno di consumare meno cibo per saziarsi.

Caratteristiche del bendaggio gastrico

Questa tecnica è utilizzata soprattutto per perdere peso; in pazienti però in evidente stato di sovrappeso. L'intervento garantisce infatti una riduzione del peso corporeo in eccesso del 40-60%; in molti pazienti agevola infatti il ritorno a un peso forma ideale. Il tipo di bendaggio gastrico più adoperato è quello regolare, generalmente operando mediante pratica laparascolare, per applicarlo non sono necessari tagli ne l’applicazione di punti metallici e proprio per questo motivo il rischio di complicazioni è molto basso.

Questo genere di intervento assicura una bassa incidenza di rischi e casi di mortalità operatoria e post-operatoria (al di sotto dello 0,5 %); è inoltre un'operazione molto veloce da eseguire, che dura circa un'ora soltanto. Questo genere di operazione può anche essere eseguita in day surgery e il paziente generalmente riprende facilmente e in poco tempo le sue normali attività di vita. Come per tutti gli interventi chirurgici, prima di sottoporvici, il vostro medico vi prescriverà una serie di analisi ed esami per constatare le condizioni generali di salute.

L’operazione è eseguita con anestesia totale ed è caratterizzata da incisioni dello stomaco di dimensioni ridotte, al risveglio è possibile avvertire una sensazione di dolore che può essere alleviata grazie all’uso di antidolorifici. E’importante cercare di alzarsi dal letto dell’ospedale il prima possibile, naturalmente senza esagerare, per stimolare la circolazione. Generalmente la degenza in ospedale è di 24 ore, salvo l’insrgenza di complicazioni. E’consigliabile durante il tragitto di ritorno a casa, di poggiare sulla pancia un cuscino, per proteggere lo stomaco. E’importante contattare immediatamente il chirurgo che vi ha operati e l’ospedale se avvertite uno dei fastidi riportati nell’elenco che segue.

  • Dolore a livello dell’addome e presenza di liquido nelle incisioni chirurgiche.
  • Temperatura corporea sopra la media.
  • Difficoltà respiratorie e dolore al torace.
  • Nausea e vomito.
  • Dolore o gonfiore sulle gambe.

Conseguenze dell'intervento

Uno dei problemi invece che si può verificare dopo l'intervento simile è il senso di vomito, che può essere eliminato sfruttando un tipo di alimentazione lento ed evitando liquidi durante i pasti. Altre complicazioni potrebbero essere: l'erosione della parete dello stomaco; rottura del tubicino; infezioni.

Dopo l'intervento di bendaggio gastrico è infine necessario seguire un regime alimentare mirato, mangiando a orari regolari e prediligendo alimenti solidi.

Consigli sull’alimentazione dopo l’intervento

E’consigliabile seguire alla lettera i consigli medici sull’alimentazione post operatoria e sull’intensità degli esercizi fisici da dover effettuare, è inoltre importante evitare di sforzare troppo il proprio organismo, ogni individuo ha i suoi naturali tempi di recupero. Di seguito sono illustrati dei consigli utili sull’alimentazione post operatoria.

  • Come abbiamo già detto nelle prime due settimane è possibile mangiare solo cibi liquidi, come minestre o brodo, senza però le verdure e la carne. E’importante bere lentamente i liquidi facendo dei piccoli sorsi. Questo periodo è molto delicato perché è proprio ora che l’organismo inizia ad abituarsi all’importante cambiamento.
  • Durante la quinta settimana si iniziano a mangiare con moderazione di nuovo i cibi solidi, come ad esempio il pesce e il pollo, senza la pelle. E’fondamentale masticare lentamente i cibi per evitare di irritare lo stomaco. Alcune persone in questo periodo avvertono un senso di nausea, è importante contattare subito il proprio medico, che probabilmente vi consiglierà di ritornare alla dieta liquida delle prime settimane.

 
ElaMedia Group SRLS Partita IVA: 12238581008 - Tel.06/99922584
www.buonadieta.it di Enrico Mainero - email enr.mainero@gmail.com - Roma -